ProgettoDighe Logo
ProgettoDighe Il punto di riferimento per gli appassionati di dighe, centrali idroelettriche e opere idrauliche.

Pagine che usano il tag Cellina

Asta del Cellina - Reportage

Il sistema attualmente è costituito da sei impianti in serie denominati Barcis, Ponte Giulio, San leonardo, San Foca, Villa Rinaldi e Cordenons e si inquadra in un piano coordinato di utilizzazione promiscua, idroelettrica ed irrigua, delle acque del torrente Cellina, regolate dal serbatoio di Barcis, di propietà di Edipower e dal futuro sebatoio di Ravedis di propietà del Consorzio di Bonifica Cellina-Meduna. Gli impianti di Ponte Giulio e San Leonardo hanno sostituito i vecchi impianti di Malnisio(1905), Giais(1908) e Partidor(1919).

Barcis - Ponte Antoi - Dighe

La diga di Barcis è stata costruita tra il 1952 e il 1954 per consentire un migliore sfruttamento delle acque del torrente Cellina il cui sfruttamento idroelettrico era iniziato nel primo decennio del 1900 mediante quella che oggi è conosciuta come vecchia diga del Cellina. Il bacino imbrifero del Cellina ha una superficie di 392.00 km2 ed è uno tra i più piovosi d'Italia. Il torrente Cellina è quindi soggetto a piene improvvise motivo per cui, complice anche il veloce interrimento del bacino, non è anomalo nei periodi piovosi assistere allo sfioro.

La vecchia Strada della Valcellina a cura di Luigini Zin - Biblioteca

Titolo: La vecchia Strada della Valcellina Autore: Luigini Zin Editore: Cooperativa S.T.A.F. http://www.coopstaf.it/ Pagine: 69 Anno: 1999 Prezzo (di copertina): 9,29 Euro La stretta gola, incisa dal torrente Cellina tra Barcis e Montereale, è stata interessata, agli inizi del ‘900, dai lavori per la realizzazione di uno dei primi impianti idroelettrici di tipo industriale. La strada utilizzata per la costruzione di queste opere, prolungata fino alla località Molassa e collegata alla viabilità interna alla valle, divenne nel 1906 il primo collegamento carrozzabile tra la Valcellina e la pianura.