Rugo Stella

di




Questo sbarramento, anche se non propriamente una diga, è una derivazione temporanea con scopi elettro-irrugui costruita negli anni ’80 per l’alimnetazione dell’asta del Cellina. Al momento attuale è sommerso dal bacino della diga di Ravedis e le sue strutture meccaniche, motori e paratoie, sono state asportate.

L’opera di sbarramento ha quota di ritenuta a 308.5 m s.l.m., larghezza trasversale di 55.20 m, lunghezza nella direzione monte valle di 60 m e altezza massima di circa 9 m rispetto al punto piu depresso del piano di fondazione;
L’invaso, della capacita di 96500 m3, e destinato a ridursi rapidamente per il notevole apporto solido caratteristico del torrente Cellina e dei suoi affluenti Alba e Molassa.
L’opera comprende tre soglie fisse sfioranti larghe ciascuna 11.50 m. In sponda sinistra, nel corpo stesso della traversa, sono installate tre paratoie, le prime due a ruote con funzioni sghiaiatrici, di dimensioni rispettivamente 11.50 x 3.50 m e 3.00 x 5.30 m, la terza a strisciamento e con funzione dissabbiatrice larga 1 m e alta 1.50 m.
Per la verifica idraulica e stata assunta una portata di massima piena pari a 2260 m3/s; il profilo, tracciato per stramazzo a soglia larga, assicura in ogni caso l’aderenza della vena liquida al manufatto onde evitare depressioni.
Lungo l’estremita di monte e stato realizzato uno schermo di impermeabilizzazione costituito da una doppia fila di colonne di terreno stabilizzato di diametro 60 cm, spinte in profondità fino alla roccia, realizzate con la tecnica del jet-grouting ed integrate con iniezioni cementizie di consolidamento e impermeabilizzazione.
A valle lo schermo di impermeabilizzazione e invece costituito da una singola fila di colonne di terreno stabilizzato profonde 10-12 m circa.
Vi sono inoltre muri d’ala, allo scopo di assicurare un adeguato rivestimento alle sponde del’alveo, ed una scogliera di protezione a valle per limitare le erosioni.
L’opera di presa e situata in sponda sinistra ed e costituita da un manufatto in calcestruzzo a tre luci con dimensioni 4.70 x 4 m, protette da griglie metalliche.

tratto da: ENEL - Utilizzazione idroelettrica del torrente cellina a valle di ponte ravedis - 1990


Come raggiungere la diga

Lo sbarramento in località Rugo Stella si trova sulla vecchia strada della Valcellina. La strada attualmente è chiusa al traffico, anche se sono in atto dei lavori di messa in sicurezza che dovrebbero rendere la zona ciclopedonale.
Il punto di accesso più comodo è presso l’imbocco del cavalcavia che porta alla galleria che porta a Barcis.
Salendo da Montereale in direzione Barcis prendendo la SS251 Val di Zoldo-Valcellina, passata la galleria Magredo dopo 400-500 metri la strada principale inizia una lunga curva verso destra che passa sopra il viadotto che porta alla lunga galleria per Barcis. A quel punto uno slargo sulla sinistra e un cancello indicano l’inizio della vecchia strada. Dal cancello bisogna proseguire a piedi per 20 minuti circa fino alla località detta Rugo Stella (dove si trova la prima galleria) nei pressi del quale si trova lo sbarramento oramai abbandonato.
La zona è interessante in quanto si può vedere anche l’imbocco della galleria del canale derivatore che dalla diga di Barcis portava alla centrale di Malnisio, i resti del ponte tubo (spazzato dalla piena del 1966) e parte della vecchia strada della Valcellina.
Per ulteriori informazioni sulla vecchia strada esiste anche un libro ed una mostra fotografica nei pressi del centro turistico di Barcis.
Strada da percorrere da Montereale: 2 Km in auto, 1 Km circa a piedi.

Riferimenti turistici

- Carta escursionistica Tabacco: 012

Libri e siti internet

- La vecchia Strada della Valcellina a cura di Luigini Zin


info portfolio

Rugo Stella - vista del marzo 2010 con lo sbarramento quasi (...) Rugo Stella - Lavori di costruzione Rugo Stella - Lavori di costruzione

(pubblicato il Maggio 2010)