Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Un forum specifico, al di là della suddivisione regionale, dedicato esclusivamente alle discussioni, ai reportage e alle informazioni sulla diga, storia e tutto quello che riguarda direttamente il Vajont.

Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda Fabio » lun set 30, 2019 1:20 pm

Ciao a tutti, segnalo il video che ho fatto ieri all'edizione 2019, bellissima manifestazione. Link: https://youtu.be/WNcPC2bTv64
Avatar utente
Fabio
Comunista
 
Messaggi: 20
Iscritto il: lun set 02, 2019 3:17 pm
Località: Villorba (TV)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda sander » mar ott 01, 2019 2:57 pm

Bellissimo filmato! Complimenti, molto bravo!
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1715
Iscritto il: ven mag 08, 2009 7:55 pm
Località: Maniago (PN)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda Fabio » mer ott 02, 2019 1:25 pm

Grazie dei complimenti! :-)
Avatar utente
Fabio
Comunista
 
Messaggi: 20
Iscritto il: lun set 02, 2019 3:17 pm
Località: Villorba (TV)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda Renzo » lun ott 07, 2019 6:45 pm

WOW!
Grazie, ma dighisti ce n'erano?
A me è proprio passato di mente che fosse già fine settembre :roll: :-(
Avatar utente
Renzo
Contadino
 
Messaggi: 73
Iscritto il: lun lug 23, 2012 6:02 pm
Località: Padova

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda phante » lun ott 14, 2019 9:37 am

Renzo ha scritto:WOW!
Grazie, ma dighisti ce n'erano?
A me è proprio passato di mente che fosse già fine settembre :roll: :-(


C'è ne erano abbastanza, e si sono anche incontrati in modo del tutto imprevedibile :-)
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
 
Messaggi: 5035
Iscritto il: gio giu 30, 2005 10:29 pm
Località: Treviso (TV)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda Fabio » mar ott 15, 2019 5:55 pm

Fra tutta la gente che c'era ho sentito due persone vicino a me che parlavano della frana sottostante la base del traliccio del ponte tubo in sponda DX, allora ho chiesto loro conferma dell'anno di quella frana e a quel punto con "phante" ci siamo conosciuti :-) Mentre lui ha continuato il percorso in mezzo al fiume di gente io ho continuato a fare qualche ripresa e a parlare con un volontario della Protezione Civile e poi con un dipendente dell'ENEL. Ma vorrei a proposito fare una domanda riguardante il camminamento del ponte tubo, anche se forse sono fuori argomento: i cunicoli ad oggi utilizzati per l'accesso alla ferrata della Memoria, che terminano in prossimità della prima scaletta della ferrata, che poi riprendono poco più avanti da un finestrone laterale della strada fino alla base del traliccio del ponte tubo, erano presenti anche prima della costruzione della diga? Se si a che cosa servivano? In prossimità della scaletta in ferro della ferrata e poco dopo si vedono dei resti di cemento e qualche ferro che fanno pensare a resti o ancoraggi di una base di cemento sporgente dalla roccia sullo strapiombo andata probabilmente distrutta.
Avatar utente
Fabio
Comunista
 
Messaggi: 20
Iscritto il: lun set 02, 2019 3:17 pm
Località: Villorba (TV)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda phante » mar ott 15, 2019 9:45 pm

Quello che adesso é un camminamento era l’originario percorso della canaletta che alimentava la cartiera.
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
 
Messaggi: 5035
Iscritto il: gio giu 30, 2005 10:29 pm
Località: Treviso (TV)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda Fabio » mer ott 16, 2019 1:15 pm

Ciao,
grazie per il chiarimento, quindi era presente ben prima della costruzione della diga.
Avatar utente
Fabio
Comunista
 
Messaggi: 20
Iscritto il: lun set 02, 2019 3:17 pm
Località: Villorba (TV)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda sander » mer ott 16, 2019 2:59 pm

Aggiungo ancora qualche dettaglio riguardo a questo interessante argomento...
L’impianto idroelettrico Protti, risale agli ultimi anni del 1800. Si tratta del primo utilizzo importante di sfruttamento delle acque del torr. Vajont per la produzione di energia elettrica
Il progetto è opera dell’ing. Gabriele Migliorini
L’opera di derivazione, costituita da uno sbarramento H=7 metri, era situato a q.ta 580, sotto il villaggio di ‘Le Spesse’ (circa settore imbocco di by pass attuale ma, più in basso)
La tipologia era ad acqua fluente
La portata derivata veniva addotta (soprattutto mediante ad un canale), ad una vasca di regolazione sita in loc. Pascoli a q.ta 573 sfruttando un arditissimo sistema lungo 7Km (in dx forra). Costituito da: gallerie, ponti, cenge artificiali ecc. il tutto naturalmente scavato in roccia
Dalla vasca di carico, aveva origine una tubazione in pressione che, con un salto di 130 metri alimentava la centrale idroelettrica del ‘Cartonificio Protti’, situato a fondo valle del Piave

Altre info qui: viewtopic.php?f=18&t=522&start=440
Ultima modifica di sander il mer ott 16, 2019 3:35 pm, modificato 1 volta in totale.
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1715
Iscritto il: ven mag 08, 2009 7:55 pm
Località: Maniago (PN)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda sander » mer ott 16, 2019 3:22 pm

Storica: 'Impianto Idroelettrico Protti' Dalla vasca di carico alla centrale
Immagine
Dettagli come riportato in Gallery:
In primo piano: il villaggio di Vajont (in sx Piave). In secondo piano: il Cartonificio Protti con la centrale idroelettrica. Sullo sfondo si distinguono: la pos. della vasca di regolazione. (a sx) la linea di discesa della tubazione di alimentazione. (a dx) il flusso di troppo pieno in alveo naturale
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1715
Iscritto il: ven mag 08, 2009 7:55 pm
Località: Maniago (PN)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda sander » mer ott 16, 2019 4:53 pm

1957
Immagine
Rif. posto sul probabile tracciato della 'canaletta Protti'
Il sent. a q.ta più alta, ha un'altra destinazione...
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1715
Iscritto il: ven mag 08, 2009 7:55 pm
Località: Maniago (PN)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda colomber » mer ott 16, 2019 7:05 pm

Ciao, ho postato un paio di cartoline di inizio 900, sono ben visibili alcuni tratti del canale Protti, citato nella didascalia di una delle due.
Avatar utente
colomber
Comunista
 
Messaggi: 27
Iscritto il: sab set 01, 2018 9:35 am

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda Fabio » gio ott 17, 2019 1:41 pm

Grazie per tutte queste informazioni precise e dettagliate con tanto di foto storiche, ora è molto chiara la storia e la funzione di quello che oggi è un camminamento.
Avatar utente
Fabio
Comunista
 
Messaggi: 20
Iscritto il: lun set 02, 2019 3:17 pm
Località: Villorba (TV)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda colomber » gio ott 17, 2019 8:13 pm

Molto interessante la foto postata da Sander (grazie!), anche perché mi ha permesso di trovare una corrispondenza con la cartolina della galleria delle Calade, che appare ripresa dal tratto di strada, lungo 250 metri, tra l'imbocco est della galleria e il ponte del Colomber:

Immagine

Confrontando con immagini attuali la cartolina della galleria del Castello:

Immagine

...posso aggiungere che, attualizzandola, lo sbocco del tunnel del bypass è situato leggemente a sinistra della verticale della freccia e a una distanza pari alla lunghezza della freccia sopra la canaletta Protti.
Lo sperone roccioso attraversato dalla galleria del Castello, a 120 metri dall'ingresso della centrale del Colomber, è stato distrutto dall'onda.
Avatar utente
colomber
Comunista
 
Messaggi: 27
Iscritto il: sab set 01, 2018 9:35 am

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda sander » sab ott 19, 2019 5:45 pm

Notevoli queste tue storiche!
Saprattutto la seconda. Non avevo mai visto un'inquadratura da valle della galleria Castello e relativo promontorio.
Come sappiamo, quel sito era a quel tempo utilizzato dalla Consonda-Icos per una propria installazione di cantiere.
Spazzato via quella notte. Leggo sull'Agostino Sacchet il bilancio delle povere vittime.

Qui di seguito carico una unione: attuale-tua storica. Pos. di scatto, circa la stessa
- apprezzo con piacere il tracciato della canaletta Protti, in assetto originale, in corrispondenza della cascata del by pass
- noto i lavori di modifica del profilo in roccia dell'antro naturale utilizzato per lo scarico del lago residuo mediante spillamenti
Immagine
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1715
Iscritto il: ven mag 08, 2009 7:55 pm
Località: Maniago (PN)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda sander » sab ott 19, 2019 6:12 pm

@Fabio
Chiedo sicuramente a te che hai percorso quasi integralmente il tracciato in roccia della canaletta Protti...
Da loc. Pascoli (attacco ferrata) > puntone di sostegno ponte tubo in dx.
Domanda: Quanti sono i cunicoli di 'aggiramento' rispetto al tracciato in
cengia esterno?
Spero di essere stato comprensibile :wink:
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1715
Iscritto il: ven mag 08, 2009 7:55 pm
Località: Maniago (PN)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda Fabio » dom ott 20, 2019 1:55 pm

Ciao,
i tunnel che aggirano la cengia sono tre, il secondo è il più corto. Dal parcheggio che di solito si utilizza per la ferrata si scende brevemente per un sentiero e si entra nel primo tunnel che poco dopo l'inizio curva a destra, questo tunnel prosegue in parallelo a quasi tutta la cengia della ferrata e ha due finestre, la prima offre già una prima possibilità di uscire nella cengia per la ferrata mentre dalla seconda si esce per l'attacco "ufficiale" che è più sicuro. Se invece di uscire si prosegue ancora ci si trova a camminare sempre meno agevolmente fino a dover accovacciarsi dato che il tunnel da lì in avanti è parzialmente intasato da fango e rocce, si riesce comunque a passare e dopo aver curvato a destra si esce poco prima della scaletta nella cengia, saltando il primo passaggio un pò esposto di metà cengia. In prossimità della scaletta e poco dopo la stessa un tempo doveva esserci una canaletta di cemento sospesa perchè si notano ancora delle tracce di ancoraggi alle rocce a strapiombo. Dall'uscita di questo primo tunnel all'imocco del secondo non c'è possibilità di passaggio ameno che non si utilizzi attrezzatura da arrampicata attrezzando la parete, il secondo tunnel è breve e ha inizio scendendo leggermente dalla strada in sponda DX tramite due grandi finestroni, poi si presegue in cengia sicura e protetta lateralmente da corrimano in ferro e si imbocca il terzo tunnel che supera la cascata. Prima del superamento c'è una finestra da dove si vede la cascata e una traccia di cengia ma deve essere una zona esposta e molto pericolosa. All'uscita del terzo tunnel si prosegue per breve camminamento e si arriva alla base del traliccio del ponte. Data la lunghezza del primo tunnel e dato che non si vedono opere recenti di tamponamento verso l'impianto attuale, non ho mai capito come mai il primo tunnel si ferma prima della scaletta della ferrata, già che c'erano oserei dire per fare una battuta da ignorante in materia, non potevano continuare a scavare altri cento metri fino al secondo tunnel...? Se non l'hanno fatto ci sarà sicuramente stato un motivo.
Avatar utente
Fabio
Comunista
 
Messaggi: 20
Iscritto il: lun set 02, 2019 3:17 pm
Località: Villorba (TV)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda Fabio » dom ott 20, 2019 6:15 pm

Ho controllato meglio e mi devo correggere perchè nella risposta precedente mi sono fidato della mia memoria: i tunnel che fanno da bypass alla cengia sono in realtà due perchè il secondo breve di cui parlavo nella precedente risposta non ha una cengia esterna parallela, stesso dicasi per un'altro breve tratto di tunnel di pochi metri nel camminamento che è parte integrante dello stesso, senza che ci sia una cengia esterna parallela. Mi sono anche sempre chiesto come mai ci sono questi due lunghi tratti di cengia, prima e dopo la scaletta della ferrata che dovrebbero quindi essere di ex canaletta che hanno a loro volta dei tunnel paralleli.
Avatar utente
Fabio
Comunista
 
Messaggi: 20
Iscritto il: lun set 02, 2019 3:17 pm
Località: Villorba (TV)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda sander » lun ott 21, 2019 7:05 pm

Grazie Fabio x le gentili risposte
Tuttavia, non ho ancora chiara la situazione relativa allo sviluppo del primo e secondo cunicolo di aggiramento.
Pertanto, studio un po’ le immagini in mio possesso riguardo ai settori in oggetto e, ci sentiamo sicuramente prox...
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1715
Iscritto il: ven mag 08, 2009 7:55 pm
Località: Maniago (PN)

Re: Percorsi della Memoria: Pedonata Vajont 2019

Messaggioda sander » lun ott 21, 2019 11:01 pm

Qui sotto carico un frame tratto dal filmato: 'Diga del Vajont, gallerie condotte e porte stagne' realizzato da Fabio
Il suddetto ritrae quasi sicuramente lo sbocco del cunicolo x iniezioni in sx a q.ta 555. In questo caso però, inquadrato da una pos. assolutamente inedita...! :shock:
Immagine
Queste opere a valle sbarramento, corrispondevano come sappiamo a #8 quattro in dx ed altrettante in sx.
Le gallerie e rispettive diramazioni a monte, erano cieche. Cioè, non comunicavano idraulicamente assolutamente con niente.
Eppure (e nessuno me lo toglie dalla testa!) osservando la seguente storica, mi sento di affermare che la grossa portata scaricata in sx valle fuoriesce proprio dalla sbocco a q.ta 555 in oggetto. Argomento già trattato qui ma... :roll:
Evidentemente, non ne so abbastanza...
Immagine
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1715
Iscritto il: ven mag 08, 2009 7:55 pm
Località: Maniago (PN)


Torna a Vajont

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite