ED 635 - "EDdy"

Messaggi ed annunci importanti da parte degli amministratori del sito
Avatar utente
pepe96
Osservatore di condotte forzate
Messaggi: 558
Iscritto il: 19 ago 2012, 10:35

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da pepe96 »

Visto... attendiamo il seguito :wink:

Pepe.
Se i nostri avi avessero opposto le stesse resistenze di oggi contro la costruzione di infrastrutture, nessun progresso sarebbe stato possibile.
Avatar utente
Il guardiano della diga
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 9302
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da Il guardiano della diga »

E' proprio bello, un vero robot!
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
cestò
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5990
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da cestò »

ED635-LTA - "EDdy II"

Inizialmente volevo aprire un topic apposito per EDdy II ma poi ho pensato che sarebbe stato meglio unirli in un unico thread. Visto che nell'aria c'è già un accenno di EDdy III, direi di chiudere il discorso del suo predecessore postando almeno qualche foto sulla sua realizzazione.

Prima di tutto vi spiego il perché della sigla che ho aggiunto dopo il nome "tecnico". LTA sta per Let's Try Again, ossia...
proviamo ancora! Qualche "inglesismo" ogni tanto non guasta... 8-)


Proseguo poi con la descrizione del telaio, questa volta molto più minimalista, più essenziale del precedente:

Immagine
In pratica sono due semplici listelli che vengono appoggiati sulla boa cilindrica in modo che quest'ultima resti vincolata tra quelle due "zeppe" inferiori. Poi si blocca il tutto grazie a dei semplice cordoncini in nylon.

Come ho ottenuto i tagli a 45°? Adottando un sistema con una precisione unica: CLICCATE!
La cara vecchia dima... :lol:

Una volta verniciati i listelli con dell'impregnante a base d'acqua color mogano, ho incollato sulla parte che va a contatto con le boe, delle strisce di materiale antiscivolo, ricavate da uno di quei tappetini che serve appunto per non far scivolare gli oggetti in auto.

Immagine


L'involucro principale in pvc:

Immagine
Qui è già corredato con le batterie interne ed un circuitino che monitorerà il loro stato segnalandolo con due led.


Nella parte centrale del coperchio ho praticato dei fori che serviranno a fissare un motore, lo stesso mi consentirà un movimento orizzontale della testa alla velocità di 10 rpm:

Immagine


Motore fissato al coperchio:

Immagine


Particolare del motore:

Immagine
I due diodi mi consentiranno di far ripartire il motore nel senso opposto una volta disinserito dal fine-corsa.


Ora passiamo alla testa.
Nella parte superiore del coperchio dell'involucro principale ho incollato con del silicone un tappo di bottiglia per acqua capovolto, opportunamente ridotto in altezza:

Immagine ...

...che, insieme ad una secondo tappo posizionato sopra di esso e leggermente più grande (quello del latte), mi andrà a creare un sistema per non far entrare l'acqua (si spera...):

Immagine


Per la testa ho utilizzato sempre una scatola in pvc per impianti elettrici, di quelle a tenuta stagna 10x10:

Immagine
La testa porta-telecamera è stata assicurata con una barretta di alluminio che le consente un movimento verticale.

Come ho piegato la barretta di alluminio? Ma con una tecnica all'avanguardia che mi ha consentito di ottenere una precisione incredibile: RI-CLICCA! :mrgreen:


Per fissare la barra di alluminio al motore orizzontale ed a quello verticale, mi sono servito di due apposite pulegge:

Immagine ...

... modificate per lo scopo:

Immagine

Come ho ottenuto questi risultati? Ma sempre... adottando una tecnica all'avanguardia con precisione micrometrica... RI-RI-CLICCA! :mrgreen: :lol:


Ci prendiamo una pausa?? Ma si dai... a presto! :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
paolino_dam83
Rabdomante delle dighe
Messaggi: 1863
Iscritto il: 06 dic 2006, 04:33

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da paolino_dam83 »

ah, la concorrenza... :mrgreen:
Avatar utente
Il guardiano della diga
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 9302
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da Il guardiano della diga »

Cavoli, gli hai dato dentro con questo Eddy... :shock:
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
paolino_dam83
Rabdomante delle dighe
Messaggi: 1863
Iscritto il: 06 dic 2006, 04:33

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da paolino_dam83 »

Nota: vedi di usare un codec video normale, per chi come il sottoscritto vieta ad Adobe Flash e Microsoft Silverlight di mettere piede nei propri sistemi, i video della realizzazione sono tutti illeggibili.
Avatar utente
cestò
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5990
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da cestò »

paolino_dam83 ha scritto:Nota: vedi di usare un codec video normale, per chi come il sottoscritto vieta ad Adobe Flash e Microsoft Silverlight di mettere piede nei propri sistemi, i video della realizzazione sono tutti illeggibili.
Con quale formato dovrei caricarli? Va bene avi?
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5990
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da cestò »

paolino_dam83 ha scritto:ah, la concorrenza... :mrgreen:
Ma dai...non scherziamo...tu stai anni luce avanti! :wink:

Proseguiamo con EDdy II? Ok!
Dove ero rimasto...? Ah...la testa di EDdy...

In pratica, la testa dovrebbe essere montata in questo modo:

Immagine

Immagine

Immagine
(qui con il filo di alimentazione già inserito per prova)

Bisogna pensare anche all'illuminazione, molto importante se si vuole riprendere in modo soddisfacente anche in luoghi bui:

Immagine
I due supporti per i faretti dicroici a led ricavati modellando un fil di ferro.


La testa con la telecamera e i due supporti per faretti già montati:

Immagine

Il tutto come si presenta fissato sul "corpo":

Immagine
I due faretti sono i soliti che ho usato per la scorsa edizione, infatti si sono rivelati molto efficienti, grazie anche alla potenza che è di 6 W per ogni faretto! Questa volta però non li ho inscatolati nei barattolini Cirio...
I due led nella parte anteriore del corpo indicano lo stato della batteria: il giallo vuol dire tensione bassa; il rosso (lampeggiante) indica di fermarsi e spegnere il tutto per non compromettere la "salute" della batteria stessa, in questo caso si parla di quelle interne ad EDdy che alimentano telecamera e faretti.

Ora pensiamo a far muovere la testa, grazie a questa scheda relè che ho realizzato con una semplice millefori:

Immagine

Una volta finita è venuta così:

Immagine
In realtà non è finita, manca ancora, sulla sinistra, la piccola scheda che monitora lo stato della batteria esterna da 7,2 Ah. La piccola scheda di destra è il controllo in pwm per la piccola elica che sarebbe dovuta servire per far muovere lateralmente EDdy ma che poi si è rilevata sottodimensionata per cui non sortiva nessun effetto, anche perché inadatta per la propulsione in acqua (era la ventola di un phone) e poi non girava alla massima velocità, avendo a disposizione soltanto i 12-13 V della batteria contro i 20 V necessari al motore.


Faccio gli ultimi collegamenti:

Immagine

Vediamolo da più angolazioni:

Immagine

Immagine
Qui con gli adesivi attaccati... 8-)


Finito? NO! Manca il cavo!!!


Immagine
Le bobine del cavo video, quello ad 8 poli per i comandi e quello di trazione pronte!

Immagine
Ogni due metri ho fissato un pezzo di rivestimento isolante per impianti termici che in questo caso mi sono serviti per non far inabissare il cavo. Ho provveduto anche a scriverci sopra il numero corrispondente alla distanza in metri da EDdy, giusto per sapere di quanti metri entra nel by-pass.

Immagine
La matassa che via via si è andata a formare. Qui non ero ancora a metà. L'ho avvolta a forma di "8" in modo da evitare al cavo di arrotolarsi su sé stesso nel momento in cui viene svolto.


Vediamo come è venuto EDdy?

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Che vanitoso...


Alla pesa:

Immagine

Immagine
4 chili e 100 grammi, è un po' ingrassato dall'altra volta (3,050 Kg)...

Alla prossima! :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5990
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da cestò »

Ok, continuo...

E' arrivato il momento di impacchettarlo:

Immagine
Ho posizionato il corpo in basso, tra i due canottini per limitarne l'altezza.

Immagine
Ho posizionato la testa lateralmente e verso l'alto, così da fargli occupare ancora meno spazio.
Nella foto ancora non c'era ma la testa l'ho poi coperta con la scatola di cartone di un ferro da stiro in modo da proteggerla dai colpi.

Immagine
Bye bye...
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
paolino_dam83
Rabdomante delle dighe
Messaggi: 1863
Iscritto il: 06 dic 2006, 04:33

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da paolino_dam83 »

Il video della preview me lo fa vedere, mentre gli altri il server di Youtube mi risponde che nel suo archivio non ha il video in un formato compatibile da potermi mostrare (con Flash e SL disabilitati), molto probabilmente quello della preview lo hai caricato in H264 o DivX mentre gli altri in FLV (Flash Video), che non sono convertibili al volo nei formati supportati dai browser compatibili HTML5 ovvero H264 e WebM.

Per i fine corsa hai utilizzato il solito collegamento con diodi in antiparallelo che si usava negli attuatori per parabole, solo che quei pulsantini li conosco molto bene, non credo reggeranno a lungo come finecorsa (internamente hanno un contatto abbastanza farlocco), avresti potuto utilizzare gli stessi che hai usato per il filocomando. Peccato che il motoriduttore non ha l'albero condotto che esce anche da dietro, ci avresti potuto montare una piccola camma e utilizzare 2 microswitch industriali al "sicuro" dentro la scatola.
Non ho capito a che servono i 2 LED indicatori di carica sulla scatola di Ed... una volta che lo cali dentro la galleria li vedresti solo inquadrandoli con la telecamera... magari per EdV3.0 hai già pensato al circuito che taglia automaticamente l'alimentazione quando le batterie scendono a 10V^? :-) (lo avevo implementato nel faretto Vajont2007).
Immagino che hai usato un cavo per impianti d'allarme simile a quello che ho usato io per il motore della parabola in terrazza... o è un cavo per reti locali? :shock:

Adesso ci vuole la versione radiocomandata :lol: da qualche parte ho un vecchio radiocomando professionale per automodelli in banda 27MHz che vanta una potenza in antenna di oltre 500mW... :shock: anche se senza arrivare a quello basterebbe un più recente e pratico modulo in UHF, solo che 430mW in UHF (433MHz) non arrivano dove arrivano i 27MHz...
Avatar utente
vicio74
Rabdomante delle dighe
Messaggi: 1152
Iscritto il: 24 set 2007, 23:14

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da vicio74 »

Grande Cestò...come sempre ottimi lavori i tuoi,e curati in ogni dettaglio...non vedo l'ora di vedere il proseguo...e non oso immaginare cos'hai in mente per il terzo prototipo...ho paura!
Su quella parete ancora nascosta,la frana e' ormai una massa inerte in movimento....da ore e' iniziata la fine.
(M. Passi)
Avatar utente
pepe96
Osservatore di condotte forzate
Messaggi: 558
Iscritto il: 19 ago 2012, 10:35

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da pepe96 »

Bellissimo ma... da qualche parte si torvano i video fatti da eddy e tommy agli ultimi percorsi della memoria? Dopo quel periodo abbiamo visto solo qualche anticipazione ma poi più niente.

Pepe.
Se i nostri avi avessero opposto le stesse resistenze di oggi contro la costruzione di infrastrutture, nessun progresso sarebbe stato possibile.
Avatar utente
cestò
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5990
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da cestò »

paolino_dam83 ha scritto:Il video della preview me lo fa vedere, mentre gli altri il server di Youtube mi risponde che nel suo archivio non ha il video in un formato compatibile da potermi mostrare (con Flash e SL disabilitati), molto probabilmente quello della preview lo hai caricato in H264 o DivX...
Ecco perché...infatti è proprio come dici...scusa ma a sta cosa non ci avevo pensato.
paolino_dam83 ha scritto:Per i fine corsa hai utilizzato il solito collegamento con diodi in antiparallelo che si usava negli attuatori per parabole, solo che quei pulsantini li conosco molto bene, non credo reggeranno a lungo come finecorsa (internamente hanno un contatto abbastanza farlocco), avresti potuto utilizzare gli stessi che hai usato per il filocomando. Peccato che il motoriduttore non ha l'albero condotto che esce anche da dietro, ci avresti potuto montare una piccola camma e utilizzare 2 microswitch industriali al "sicuro" dentro la scatola.
Per i finecorsa ti do pienamente ragione. Volevo metterli all'interno con una camma ma avevo poco tempo a disposizione e quindi ho scelto la soluzione più sbrigativa, anche se la più grezza (questo sistema infatti ha contribuito ad abbassare di molto la media del prodotto finale :oops: ). Per la testa avevo pensato di inserire dei pulsantini, anche più piccoli di quelli del controllo remoto ma erano sempre troppo alti, sbattevano nel supporto in alluminio della testa girevole, mentre per il corpo quei due pulsantini li ho utilizzati perché sono molto stretti quindi li potevo mettere più vicini tra loro. Per la durata hai ragione ma tanto, per quello che dovevano servire, andavano più che bene...
Per il mio prossimo progetto non vorrei mettere nessun finecorsa, farò in modo che il motore si fermi con altri metodi...
paolino_dam83 ha scritto:Non ho capito a che servono i 2 LED indicatori di carica sulla scatola di Ed... una volta che lo cali dentro la galleria li vedresti solo inquadrandoli con la telecamera... magari per EdV3.0 hai già pensato al circuito che taglia automaticamente l'alimentazione quando le batterie scendono a 10V^? :-) (lo avevo implementato nel faretto Vajont2007).
Ed infatti li avrei visti solo inquadrandoli, ecco perché li ho montati in posizione così avanzata.
Avrei potuto fare come dici tu, far staccare la batteria una volta raggiunta la tensione limite di 10 V, ma il fatto è che alla tensione limite non ci sarei arrivato, il led rosso si sarebbe acceso a <10,5 (quello giallo si accende a <11 V) così da darmi il tempo di tirare indietro EDdy e poi disconnetterlo di persona. Tuttavia ero consapevole che di carica ce ne avevo più che a sufficienza, tanto da essere sicuro del fatto che a quei valori la batteria non ci sarebbe mai arrivata.
Per EDdy3 non ci sarebbe bisogno, infatti, almeno per il momento, non credo di mettere delle batterie nel suo interno.
paolino_dam83 ha scritto:Immagino che hai usato un cavo per impianti d'allarme simile a quello che ho usato io per il motore della parabola in terrazza... o è un cavo per reti locali? :shock:
Cavo per allarmi :wink:
paolino_dam83 ha scritto:Adesso ci vuole la versione radiocomandata :lol: da qualche parte ho un vecchio radiocomando professionale per automodelli in banda 27MHz che vanta una potenza in antenna di oltre 500mW... :shock: anche se senza arrivare a quello basterebbe un più recente e pratico modulo in UHF, solo che 430mW in UHF (433MHz) non arrivano dove arrivano i 27MHz...
Ma lo sai che sono molto combattuto tra l'utilizzare radiocomandi o meno... così come sto facendo mi va più che bene, però di fili ce ne servono parecchi :roll: infatti il cavo da 8 poli non credo che basti...
Più che comandare i motori in radiofrequenza mi piacerebbe provare un audio-video sender, però non mi fido del collegamento. In questo modo mi risparmierei il cavo video che pesa abbastanza... :-(
Il fatto è che di radiofrequenza non ne capisco niente, insomma non sono ancora pronto per questo tipo di progetti.

vicio74 ha scritto:Grande Cestò...come sempre ottimi lavori i tuoi,e curati in ogni dettaglio...non vedo l'ora di vedere il proseguo...e non oso immaginare cos'hai in mente per il terzo prototipo...ho paura!
Ti ringrazio tanto grande amico! Purtroppo non è andata come speravo (come al solito :-( ) ma vedrai che ci rifaremo... :wink:

pepe96 ha scritto:Bellissimo ma... da qualche parte si torvano i video fatti da eddy e tommy agli ultimi percorsi della memoria? Dopo quel periodo abbiamo visto solo qualche anticipazione ma poi più niente.
Pepe.
Hai ragione Pepe, qualche video c'è però non so se il caro Vicio voleva fare un montaggio di tutto ciò che abbiamo per le mani.
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
paolino_dam83
Rabdomante delle dighe
Messaggi: 1863
Iscritto il: 06 dic 2006, 04:33

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da paolino_dam83 »

Gli audio video sender in banda 2.4GHz sono tutti come li chiamerebbe mia zia "trappole", la potenza è infima causa normative vigenti, anche se l'aumenti utilizzando magari una Yagi direttiva (arrivi a un centinaio di mW) e anche se il segnale dentro una galleria di cemento armato tenderebbe a seguirne il tragitto, la banda SHF è sempre troppo limitata come portata, forse farai un 100-150 metri se sei fortunato. I vecchi video sender su canali altissimi (>860MHz) rischiano di subire le interferenze della stazione trasmittente Rai di Erto (se opera su canali alti).
Il radiocomando per il movimento è molto più fattibile, già con 4-500mW in UHF (433-434MHz) raggiungi discrete distanze, un 3-400 metri in modulazione digitale mentre in FM potresti arrivare anche a 1000 metri, solo che anche l'UHF soffre un po' la portata ottica, a differenza delle vecchie bande decametriche, ad esempio cercare un vecchio radiocomando quadricanale a 30.875MHz (i vecchi Nice degli anni 90) :wink:

Per la pesantezza del cavo video, se hai usato un RG59 o simile in effetti è un po' massiccio (ma sempre meno dell'RG8 :mrgreen:), potresti rimediare un video sender su cavo CAT5 di rete, la Belden fa un ottimo cavo molto sottile e leggero, non schermato (l'ho usato per portare i segnali di servizio su in terrazza, 5 piani). Non so se costa meno dell'RG59...
paolino_dam83
Rabdomante delle dighe
Messaggi: 1863
Iscritto il: 06 dic 2006, 04:33

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da paolino_dam83 »

Non so se per EdV3.0 convenga farlo senza batterie, la telecamera la alimenti tranquillamente ma i faretti sono 12W in tutto se non sbaglio, è 1A che finchè fai qualche metro di cavo puoi usare anche quello telefonico :-P ma 100 metri... comincerebbe a ingrassare quello invece del video :mrgreen: il cavo per allarmi di solito ha i 2 fili di potenza da 0.50mm², almeno quello che ho usato io di produzione vicentina, attorniati da quelli di segnale da 0.2, van bene per robetta non troppo esosa (non è detto che il cavo si scaldi ma se i LED sono tirati potrebbero spegnersi: hai provato la tensione minima di conduzione?). :-)
Avatar utente
cestò
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5990
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da cestò »

Scusa Paolino ma ti risponderò appena posso, ora, prima di andare a dormire, vorrei aggiungere un video dell'ottimo Dave che riguarda EDdy & Tommy forever... :mrgreen: anche se forse l'avete già visto...
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
paolino_dam83
Rabdomante delle dighe
Messaggi: 1863
Iscritto il: 06 dic 2006, 04:33

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da paolino_dam83 »

Buonanotte... intanto anche io oggi mi sono dedicato alla carpenteria: spremendo ogni Nm possibile dal vecchissimo AEG a colonna e con le lame specifiche tirando al massimo sono riuscito (dopo un po' di fatica...) a preparare il pannello frontale del mio HTPC utilizzando la pesantissima lastra di alluminio nero da 10 mm di spessore :shock: ora il computer è veramente Hi-Fi... 8-)
Avatar utente
cestò
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5990
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da cestò »

paolino_dam83 ha scritto:Non so se per EdV3.0 convenga farlo senza batterie, la telecamera la alimenti tranquillamente ma i faretti sono 12W in tutto se non sbaglio, è 1A che finchè fai qualche metro di cavo puoi usare anche quello telefonico :-P ma 100 metri... comincerebbe a ingrassare quello invece del video :mrgreen: il cavo per allarmi di solito ha i 2 fili di potenza da 0.50mm², almeno quello che ho usato io di produzione vicentina, attorniati da quelli di segnale da 0.2, van bene per robetta non troppo esosa (non è detto che il cavo si scaldi ma se i LED sono tirati potrebbero spegnersi: hai provato la tensione minima di conduzione?). :-)
Non so se metterò delle batterie a bordo (all'interno della pancia di EDdy), dipenderà dal peso.
Il fatto è che, se ci devo mettere le batterie, queste dovrebbero avere una potenza adeguata per alimentare le due lampade, altrimenti rischierei di farle durare troppo poco.
Alimentandole dall'esterno non avrei problemi di autonomia perché la batteria è abbastanza grande (7,2 Ah).
Per il filo non dovrebbero esserci problemi, la linea dovrebbe essere lunga 50 metri e non 100, e per le lampade potrei usare i due fili da 0,50 come hai accennato. I faretti poi non vorrei alimentarli di continuo e sempre alla massima potenza, infatti avevo pensato di pilotarli (in pwm) solo quando necessario e con una potenza adeguata allo scopo. Potrei farlo anche in automatico con batterie a bordo (così non avrei problemi di autonomia), però ho sempre l'incognita del peso... vediamo come si evolve la cosa...

Il tempo stringe ed il progetto, è proprio il caso di dirlo, è in alto mare.
Vediamo un po' a che punto sono...

EDdy 3

Prima di tutto una riparazione ad un galleggiante danneggiato nella missione EDdy 2:

Immagine
Questi tagli deve esserseli procurati quando è rimasto incastrato nella scala graduata che si trova lungo la parete interna dell'imbocco. Poco male...i tagli non hanno intaccato la camera d'aria interna ma solo il rivestimento esterno in fibra. Per rinforzare la parte danneggiata le care vecchie tip-top della bici andranno più che bene:

Immagine

Immagine

La volta scorsa ho notato che, una volta gonfiata la camera d'aria, quest'ultima non permetteva una perfetta chiusura della "finestrella" del rivestimento esterno, anche perché questa è tenuta insieme soltanto da delle strisce di velcro. Come ho fatto a risolvere questo problema? Innanzitutto ho praticato un foro nella parte centrale per farci passare la valvola:

Immagine

Immagine
Ho inserito un dischetto morbido per rinforzare un po' la parte (è quello che sta all'interno delle pile dei CD :mrgreen: )

Immagine

...e poi ho assicurato gli angoli cucendoli in modo definitivo:

Immagine

...e questo è il risultato:

Immagine
La "finestrella" non si aprirà una volta gonfiata la camera d'aria :!:


Ora tocca alla struttura vera e propria...

Immagine
Struttura portante

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Si incomincia a distinguere la sylhouette...

Immagine

Immagine

Immagine

Una ripassata a mano con abrasiva 240, giusto per raggiungere la perfezione 8-) :

Immagine
A mani nude per carpire anche le più piccole imperfezioni. Dietro si intravedono i resti del "vecchio" EDdy 2 :wink:


Continuerà... :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5990
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da cestò »

Dopo una minuziosa carteggiata con grana 220, EDdy si presenta così:

Immagine

Ora non resta che dare un po' di colore ad uno sbiadito EDdy...

Turapori:

Immagine

Una volta asciugato e di nuovo carteggiato con grana 240, provo ad aggiungere una chicca, vernicio una piccola parte con un bianco brillante:

Immagine


Una volta asciugato bene vi applico sopra un logo a noi molto conosciuto:

Immagine
(riciclato da EDdy 1-2 :mrgreen: )

Ora quella che sarà la livrea definitiva di EDdy 3:

Immagine

Vediamo un po' che è uscito fuori:

Immagine

mmmmm...credevo meglio...dopo la prima passata di vernice spray brillante, il logo ha fatto delle grinze, ed alla seconda passata ovviamente le vernice ha creato delle vistose sbavature... :oops: :-(

Poco male...armato di un bel po' di pazienza mi metto a graffiare la vernice nera in eccesso:

Immagine

Meglio no? :wink:


Questa volta ho deciso di allungare un po' il collo di EDdy, utilizzando un tubo per scarichi domestici, ovviamente verniciato di nero brillante:

Immagine

Per la testa ho deciso di utilizzare una più raffinata scatola per elettronica invece delle solite grezze scatole stagne per impianti elettrici. Ho pensato anche di integrare il tutto al suo interno, ovvero faretti a led e telecamera quindi, con il mio ultimo acquisto, un utilissimo trapano a colonna, pratico i dovuti fori:

Immagine

Immagine

Il faretto va bene, ora faccio quello per la telecamera:

Immagine

Fatto anche questo.

Alla prossima! :lol:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
Il guardiano della diga
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 9302
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44

Re: ED 635 - "EDdy"

Messaggio da Il guardiano della diga »

Grande Marco, sono proprio curioso. Curioso di sapere soprattutto le modalità di lavoro di Eddy III
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Rispondi