griglia a sacco

Dove parlare di tecnica associata alle dighe e alle centrali
Rispondi
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
Messaggi: 1747
Iscritto il: 08 mag 2009, 19:55
Località: Maniago (PN)

griglia a sacco

Messaggio da sander »

Trovo spesso citato questo tipo di griglia, per proteggere luci di presa, soprattutto negli impianti più importanti.
Ho provato a cercare nella rete, ma con scarsi risultati.
Ho solo una vaga idea di come sono fatte, qualcuno mi saprebbe fornire qualche informazione al riguardo. Grazie
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

Be, qui si può aprire una discussione abbastanza ampia.
A grandi linee la griglia a sacco è una struttura in carpenteria con riquadro portante e le sbarre costituite perlopiù da profili siderurgici, tipo UPN, IPE e HE e piatti (lame).
Gli spazi tra le sbarre sono opportunamente calcolati per fornire una buona pulizia (da grossi oggetti) dell'acqua senza creare grosse perdite di carico.
Nella maggior parte degli impianti la griglia a sacco è scorrevole (su ruote o rulli) su apposita via di corsa inclinata oppure all'interno di un pozzo con opportune gargamature, ed è collegata con cavo (o cavi) d'acciaio ad un argano posto al di fuori, ovviamente, del livello del bacino.
Normalmente è posta sulla presa di derivazione destinata all'alimentazione di una centrale.

Nell'attesa che riesca a trovare qualche disegno sui volumi Anidel, riporto quest'immagine:

Griglia a sacco Barcis
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

Ecco una foto di una recente griglia a sacco:

Immagine

Come vedi è una carpenteria molto simile ad una normale griglia fissa, dispone in più di ruote per essere trascinata mediante argani all'esterno del livello di massima regolazione oppure all'interno del pozzo di manovra per le operazioni di pulizia.

Dai disegni delle griglie a sacco dell'era idroelettrica si vede che alcune avevano una forma leggermente più arcata per poter imprigionare meglio gli oggetti solidi raccolti.
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
Messaggi: 1747
Iscritto il: 08 mag 2009, 19:55
Località: Maniago (PN)

Messaggio da sander »

Mille grazie guardiano, sempre molto gentile ed esaustivo.
La foto della griglia che hai postato, l'avevo trovata anch'io, però non sapevo come funzionava.
Adesso quando vedo opere simili a questa:

Immagine

almeno so di cosa si tratta :wink:
PS Sai che credo di aver trovato un altro impiantino dismesso. Ci sentiamo
Avatar utente
Andr3A
Perito
Messaggi: 449
Iscritto il: 09 feb 2006, 21:30
Località: Udine
Contatta:

Messaggio da Andr3A »

penso che questo potrebbe essere un buon esempio :-D

Immagine
progettodighe.it :)
Avatar utente
Joey
Geometra
Messaggi: 893
Iscritto il: 02 ott 2009, 09:11
Località: Carrara
Contatta:

Messaggio da Joey »

Ecco un'altro esempio di griglia a sacco, appartenente alla diga di Osiglietta: :wink:
Immagine
"Dopo tanti lavori fortunati e tante costruzioni, anche imponenti, mi trovo veramente di fronte ad una cosa che per le sue dimensioni mi sembra sfuggire dalle nostre mani..."

Carlo Semenza, lettera all'Ing. Vincenzo Ferniani
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
Messaggi: 1747
Iscritto il: 08 mag 2009, 19:55
Località: Maniago (PN)

Messaggio da sander »

Andr3A ha scritto:penso che questo potrebbe essere un buon esempio :-D

Immagine
Per cortesia, mi sai dire dove si trova?
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

E' un pò lontanuccia...in Macedonia.
La diga di Matka sbarra il fiume Treska.
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
sergio
Geometra
Messaggi: 909
Iscritto il: 02 ott 2006, 00:30

Messaggio da sergio »

Non capisco, nel caso di Barcis che me ne faccio di alzare la griglia a sacco (per pulirla?) quando ce n'è già una esterna che è fissa e non la posso pulire?
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

sergio ha scritto:Non capisco, nel caso di Barcis che me ne faccio di alzare la griglia a sacco (per pulirla?) quando ce n'è già una esterna che è fissa e non la posso pulire?
Se così fosse gran parte degli impianti avrebbe questo problema.
Invece la griglia fissa primaria ha una maglia notevolmente larga, diciamo talmente larga da impedire il passaggio che ne so, di un bovino morto ma non quello di ramaglie o di un secchio di plastica (sto sempre facendo un esempio ma siccome di secchi in plastica a Barcis ne ho visti parecchi durante una secca... :roll: ).
Quindi tutto il materiale che passa dalla griglia primaria viene catturato dalla griglia a sacco che ha una maglia ben più fitta della precedente e quindi riesce a trattenere questi oggetti.
Ovviamente anche la griglia a sacco, in questo caso, non è un retino da farfalle ma come sappiamo oggetti più piccoli vengono turbinati senza problemi.
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
vicio74
Direttore di cantiere
Messaggi: 1243
Iscritto il: 24 set 2007, 23:14
Località: Longiano (FC)

Messaggio da vicio74 »

Il guardiano della diga ha scritto: Ovviamente anche la griglia a sacco, in questo caso, non è un retino da farfalle ma come sappiamo oggetti più piccoli vengono turbinati senza problemi.
...si ma gli ugelli della turbina?? non si rovinano?? L'acqua prima di arrivare alla turbina non viene filtrata ancora più finemente?
Su quella parete ancora nascosta,la frana e' ormai una massa inerte in movimento....da ore e' iniziata la fine.
(M. Passi)
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

Gli ugelli credo si utilizzino solo per le Pelton, forse a quelle pressioni i corpi estranei che vi entrano vengono frantumati :roll:
Per le Francis e Kaplan il discorso cambia, in quanto a quest'ultime può affluire maggior quantità di acqua avendo le prese di maggior diametro...
Secondo me, s'intende... :roll:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

In effetti la Pelton è l'unica macchina che ha gli ugelli, ma la progettazione di tutto l'impianto prevede adeguate griglie che dimensionate correttamente evitano l'ingresso di corpi estranei pericolosi per il funzionamento della macchina.

Kaplan e Francis se magnano quasi di tutto... :lol:
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

Mi sembra che anche all'interno delle centrali siano previste delle griglie per filtrare ulteriormente l'acqua di entrata. Nella centrale del Colomber l'ho vista prima di deviare per il by-pass, e mi sembrava anche a maglie molto strette. :roll:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
sergio
Geometra
Messaggi: 909
Iscritto il: 02 ott 2006, 00:30

Messaggio da sergio »

Ma quella al Colomber secondo me l'hanno messa dopo il disastro per evitare che qualcuno si infilasse in quel tratto di condotta... no?
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

sergio ha scritto:Ma quella al Colomber secondo me l'hanno messa dopo il disastro per evitare che qualcuno si infilasse in quel tratto di condotta... no?
Non potevano mettere un semplice cancello subito dopo la deviazione per il by-pass?...mah...non saprei... :roll:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Rispondi