Canterno

Dedicato alle discussioni e reportage delle dighe e centrali della Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise

Canterno

Messaggioda cestò » gio ago 26, 2010 6:52 pm

Non posso crederci...che emozione!!! :shock:
Dopo quasi un anno dalla mia iscrizione a questo forum ed oltre 1400 messaggi postati, finalmente anch'io faccio reportage su impianti idroelettrici! 8-) YEAH!
Ok, comincio che non sto più nella pelle!!!
Come potete leggere nel titolo, quello che andrò a descrivere è l'impianto idroelettrico di CANTERNO.
Come inizio, ovviamente, parlerò del lago che alimenta la centrale elettrica. Non nascondo una forte emozione nel farlo perchè questo lago, anche se è di piccole dimensioni, è il nostro lago. Quello dove mi portavano i miei per una passeggiata la domenica o in occasione di indimenticabili pasquette, quello dove un mio caro e compianto zio mi ci portava per pescare, quello dove, appena presa la macchina, ci portavi tutti gli amici che avevi per far bella figura, quello dove portavi la fidanzata per trascorrere romantici pomeriggi...e quello dove ora ci porto le bimbe, perchè il tempo passa...

Diciamo che è un lago un po' naturale ed un po' artificiale :-? Mi spiego...
Un tempo questa era una zona con una depressione di origine carsica attraversata da un piccolo torrente che non si immetteva in altri fiumi ma si disperdeva nel sottosuolo mediante un INGHIOTTITOIO. Insomma non sempre l'acqua va al mare!
Quando, per via di detriti che andavano ad ostruire l'inghiottitoio, questo drenaggio naturale veniva meno, si formava il lago che andava ad inondare anche zone coltivate. In rete ho letto che l'ultima c'è stata nel 1923. Una volta riempita questa conca,
per via della grande pressione che andava a gravare sul "tappo", l'inghiottitoio veniva liberato dai detriti che ne ostruivano il passaggio e quindi l'acqua accumulata poteva defluire, anche in breve tempo, nel sottosuolo.
Il ciclo continuava all'infinito per un processo completamente naturale.
Finchè...già, finchè non arrivò l'ENEL che tappò definitivamente l'inghiottitoio in modo che vi fosse il lago in modo perenne visto che, seppur modesto (2 km di lunghezza, uno di larghezza e profondità massima di 20-25m), un accumulo d'acqua ad una quota di 525m slm e senza creare costosi sbarramenti per ottenerlo, fa' sempre comodo :wink:

Passiamo ora a postare un po' di foto...
Partito da poco entro in Ciociaria e mi imbatto subito in questo:
Immagine :wink: La cosa è invitante ma...il dovere mi chiama, quindi non do retta al cartello e prendo un'altra direzione:
Immagine
8-) Quella del Lago di Canterno :!:
...e finalmente, in una mezzoretta di viaggio raggiungo il lago:
Immagine :shock: Non in bici! Questa è una foto di repertorio!!! :lol:
Immagine Immagine Immagine
Situazione attuale del lago.

Immagine Cartello che testimonia la presenza dell'ENEL.
Immagine Foto che testimonia la presenza mia!
Immagine Torre opera dell'ENEL della quale non conosco il funzionamento :-?
Immagine Particolare superiore. Si può notare che le guide delle reti di sicurezza siano fissate fino ad una quota di circa 527m slm. Da qui si evince che la quota di massimo invaso si aggira intorno ai 526m slm.

Immagine Particolare inferiore della torre. Si può notare che il livello del lago si trova intorno ai 519m slm.
Lateralmente ci sono due "binari" dove scorrono, in base alle oscillazioni del livello, le funi dove sono attaccate le reti di sicurezza.

Immagine La presa. Quest'opera è visibile per via del livello del lago che in questo periodo è molto basso (7/8 metri sotto la quota di massimo invaso).

Immagine Cabina ENEL che non so a cosa serva se non come cabina di trasformazione.
Immagine Sempre la stessa cabina ma vista dal lato del lago, davanti all'opera di presa. Non mi sembra che ci siano organi atti a pilotare qualche paratia... :-?

Immagine Piccolo canale di adduzione. In questo periodo di magra, non apporta nessun contributo all'invaso. Si possono facilmente confrontare le dimensioni con la tenda verde montata proprio lì, a ridosso del canale.

Immagine Foto, un po' sovraesposta (:oops:) del lago verso "valle" (in verità la valle non c'è, però l'acqua và da quella parte... :wink:)
Immagine Foto sempre verso "valle". Si può notare che il lago non ha altri sbocchi all'infuori della presa di alimentazione.

IMMAGINE SATELLITARE (Nella parte bassa del lago si può notare la torre).

Per il momento mi fermo qui, con il lago ho finito, credo :roll:
Con la prossima perlustrazione cercherò di raggiungere la fine della galleria che porta l'acqua alla condotta forzata.
Spero abbiate gradito... :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda francis » gio ago 26, 2010 7:10 pm

Stranissimo! Non sembra neanche un lago idroelettrico...

La torre secondo me nasconde sotto qualcosa tipo scarico di fondo, oppure è il famoso tappo dell'inghiottitoio che se viene alzato svuota il lago... potrebbe?

A tal punto son curioso di vedere che centrale fa andare :wink:
Avatar utente
francis
Geometra
 
Messaggi: 633
Iscritto il: lun mag 10, 2010 7:12 pm

Messaggioda cestò » gio ago 26, 2010 7:53 pm

francis ha scritto:Stranissimo! Non sembra neanche un lago idroelettrico...

La torre secondo me nasconde sotto qualcosa tipo scarico di fondo, oppure è il famoso tappo dell'inghiottitoio che se viene alzato svuota il lago... potrebbe?

A tal punto son curioso di vedere che centrale fa andare :wink:

Ti capisco Francis, anzi, a dire il vero fino a pochissimo tempo fa ignoravo totalmente il fatto che il lago, al quale sono particolarmente legato per i motivi di cui sopra, fosse un bacino idroelettrico e, come me, credo anche molte altre persone. Forse perchè siccome non c'è una diga allora si pensa che sia completamente naturale...
...ed invece chi se lo sarebbe aspettato che, zitto zitto, alimenta una centrale di ben 12 MW, anche per solo 8 ore al giorno. In questo periodo però credo che alimenti ben poco :-?
Quello che anche per me è uno scoop, lo devo al fatto che frequento questo bellissimo forum, senza il quale sarei stato completamente all'oscuro riguardo a questa interessante ed utilissima opera, nonostante la vicinanza! :oops:
Grazie al mio istinto che pian piano sto acquisendo, ho voluto capirci di più. Quando passavo lungo un tratto di una strada, vedevo in lontananza una condotta forzata che scendeva da un monte e mi chiedevo da dove arrivasse se nella zona non esiste nessuna diga, la cosa quindi finiva lì.
Mi son messo su google earth ed ho scandagliato la zona fino alla scoperta che quella condotta arrivava proprio dal lago di Canterno!

francis ha scritto:La torre secondo me nasconde sotto qualcosa tipo scarico di fondo, oppure è il famoso tappo dell'inghiottitoio che se viene alzato svuota il lago... potrebbe?
Guarda, non ne so nulla, infatti chiedo anche a voi quale sia la sua funzione. Credo comunque che quella sia la parte più profonda del lago e, come si può vedere dal particolare superiore, in alto ha un paio di manettini per azionare qualcosa in profondità :-?
...e poi quel grosso tubo che corre esternamente...mah...
Io pensavo a qualcosa che non facesse aumentare il livello oltre il limite non avendo altri sfioratori che svolgessero questa funzione :-? :-?
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda Il guardiano della diga » gio ago 26, 2010 9:00 pm

Il tuo primo reportage idroelettrico è un bel reportage. Complimentoni.
Belle spiegazioni, ottime foto, abbondanti spiegazioni. E visto che sei ritratto anche con la t-shirt PD, promosso a pieni voti! :lol: :lol:

Luogo incantevole e bacino curioso.
La torre è la manovra manuale che probabilmente governa la paratoia di chiusura all'inghiottitoio. Infatti non è facilmente raggiungibile se non in barca e pertanto non è per accessi frequenti. Il tubo in effetti potrebbe essere un troppo pieno dato il suo diametro, e tutto si spiegherebbe.

Sono curioso di leggere poi il resto di questo tuo viaggio.
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10221
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Messaggioda pelton1989 » gio ago 26, 2010 9:09 pm

moolto interessante, promosso con lode per il 1^ rep. linko la lista delle centrali in lazio, vediamo qual'è...
http://www.enel.it/it-IT/impianti/mappa ... aspx?it=-3

ma non hai fatto la foto al fiume che entra nel lago? sono curioso di vedere che razza di portata ha... sento puzza di kaplan...
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1353
Iscritto il: dom nov 01, 2009 10:12 pm

Messaggioda Il guardiano della diga » gio ago 26, 2010 9:13 pm

"Francis ad asse verticale"
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10221
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Messaggioda cestò » gio ago 26, 2010 10:09 pm

:lol: Vi ricordate QUESTA?:
Immagine
Comunque vi ringrazio tanto per i vostri apprezzamenti, troppo gentili... :oops:

Il guardiano della diga ha scritto:La torre è la manovra manuale che probabilmente governa la paratoia di chiusura all'inghiottitoio. Infatti non è facilmente raggiungibile se non in barca e pertanto non è per accessi frequenti. Il tubo in effetti potrebbe essere un troppo pieno dato il suo diametro, e tutto si spiegherebbe.
In effetti dovrebbe essere così, però una cosa mi torna strana...
l'inghiottitoio per natura tende a richiudersi, anche con il semplice deposito di sedimento. Possibile che si siano affidati ad esso per controllare il livello del lago? :-?
...però ci sarebbe da dire un'altra cosa: la condotta che scende dal monte e che si vede nella foto in alto (che ho scattato in un mio precedente sopralluogo nei pressi della centrale e dove ho girato questo VIDEO) è l'unica "cosa" che esce dal lago, infatti non ho individuato nessun canale di troppo pieno, quindi il fatto che l'acqua in eccesso defluisca attraverso l'inghiottitoio è una cosa plausibile... :roll:
Vedrò di fare altri sopralluoghi...

pelton1989 ha scritto:...ma non hai fatto la foto al fiume che entra nel lago? sono curioso di vedere che razza di portata ha... sento puzza di kaplan...
La foto al torrente che si getta nel lago non l'ho fatta, ma forse non ne vale neanche la pena, in questo periodo dovrebbe essere solo un rivolo. Infatti mi sembra strano che in 16 ore riesca a "ricaricare" il bacino. Forse la centrale la tengono in funzione per meno ore. Più che altro mi interessa quel canale secondario di adduzione, non so da dove prenda acqua. Se CLICCATE QUI potete vedere proprio sopra la crocetta del puntatore il canale che si getta nel lago, se seguite la direzione verso destra noterete che all'inizio è interrato ma poi fuoriesce, forse sottoforma di tubo, per scomparire più in là...il fatto è che da quelle parti non ci sono corsi d'acqua! :-? :-? :-? :-? :-?
Qui occorrono altre missioni! :wink:

Grazie per il link Pelton! Anche la centrale è quella di Canterno ed è intitolata ad Enrico Parisi.
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda francis » ven ago 27, 2010 7:06 pm

L'Enel dice che la producibilità annua è di 5,31 GWh, il che vuol dire 442,5 ore annue a piena potenza.

Praticamente poco più di un'ora al giorno in media :-(
Avatar utente
francis
Geometra
 
Messaggi: 633
Iscritto il: lun mag 10, 2010 7:12 pm

Messaggioda phante » ven ago 27, 2010 7:12 pm

Ieri ho aperto gli album in gallery e solo oggi sono riuscito a vedere il reportage! Ottimo lavoro su questo curioso impianto! :wink:
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
 
Messaggi: 5035
Iscritto il: gio giu 30, 2005 10:29 pm
Località: Treviso (TV)

Messaggioda Darlazz » sab ago 28, 2010 9:59 am

Che posto strano cestò, veramente interessante come anche la sua storia!! :-D :-D

Quindi quella torre é l'organo di manovra dello scarico naturale ... incredibile! :shock:
Se notate é presente un aeroforo, parlo di quel tubo che risale la torre.
Potrebbe avere anche la funzione di sfioratore ma dovrebbe avere sulla sommità il classico calice ... :roll:
Avatar utente
Darlazz
Geometra
 
Messaggi: 713
Iscritto il: mar ago 11, 2009 9:23 pm
Località: Vicenza - Veneto

Messaggioda Il guardiano della diga » sab ago 28, 2010 12:41 pm

Darlazz ha scritto:Che posto strano cestò, veramente interessante come anche la sua storia!! :-D :-D

Quindi quella torre é l'organo di manovra dello scarico naturale ... incredibile! :shock:
Se notate é presente un aeroforo, parlo di quel tubo che risale la torre.
Potrebbe avere anche la funzione di sfioratore ma dovrebbe avere sulla sommità il classico calice ... :roll:


Giusta osservazione Darlazz, se non vi sono ingressi d'aria da altre parti quello potrebbe essere un aeroforo. Bisognerebbe però capire cosa c'è sotto la saracinesca o la paratoia, se è presente una vera e propria condotta, se un pozzo, ecc. Sarebbe interessante capire cosa ha fatto l'ENEL per trasformare un inghiottitoio naturale nello scarico di 'esaurimento' del bacino.
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10221
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Messaggioda cestò » sab ago 28, 2010 9:13 pm

francis ha scritto:L'Enel dice che la producibilità annua è di 5,31 GWh, il che vuol dire 442,5 ore annue a piena potenza.

Praticamente poco più di un'ora al giorno in media :-(
Mi sembra strano che la facciano funzionare per +/- una sola ora al giorno.
Quello che penso è che nel periodo che precedentemente ho definito "di magra", ossia quando nel lago vi è un apporto irrisorio di acqua, la centrale non produce niente. Ho letto in rete un articolo che parlava di uno straripamento del canale di scolo dell'acqua turbinata che ha provocato anche qualche danno, quindi ci sono periodi in cui l'acqua non manca e sicuramente si tratta del periodo dello scioglimento delle nevi dalle montagne vicine oppure dell'autunno in cui piove molto.

phante ha scritto:Ieri ho aperto gli album in gallery e solo oggi sono riuscito a vedere il reportage! Ottimo lavoro su questo curioso impianto! :wink:
Quanti complimenti!!! :oops: :oops: :oops:
Sarà perchè ho avuto degli ottimi insegnanti...:wink:
...e non ho ancora finito...infatti vorrei ritornare per cercare di seguire quella condotta che adduce al lago e poi dovrei anche risalire tutta la condotta forzata fino alla vasca di carico.
Avevo anche pensato di chiamare la direzione ENEL da cui dipende la centrale per farmi autorizzare una visita all'interno di essa.
Comunque la turbina è una Francis veloce da +/- 600 rpm :wink:

Darlazz ha scritto:Che posto strano cestò, veramente interessante come anche la sua storia!! :-D :-D

Quindi quella torre é l'organo di manovra dello scarico naturale ... incredibile! :shock:
Se notate é presente un aeroforo, parlo di quel tubo che risale la torre.
Potrebbe avere anche la funzione di sfioratore ma dovrebbe avere sulla sommità il classico calice ... :roll:
Già, hai proprio ragione, ha una storia interessante...che io tra l'altro ho conosciuto solo perchè frequento questo forum, prima neanche ci pensavo al fatto che questo piccolo ma "simpatico" laghetto, che conosco da quando sono nato, fosse in parte "opera dell'uomo"! :roll:
Riguardo al tubo che risale la torre...se si guarda bene questa foto che per l'occasione ripropongo...
Immagine...sulla sua sommità c'è un contenitore zincato, il che mi sembra molto strano...
Un'altra cosa: le guide per le reti di protezione ai lati della torre non arrivano fino alla presunta quota di sfioro ma si fermano ad oltre un metro da essa. Non riesco a capire per quale motivo, sembra che il livello dell'acqua non possa salire oltre una determinata quota, ossia quella di 526m slm... :-?
Altro dubbio: se la torre è raggiungibile solo con una barchetta, che io tra l'altro non ho neanche visto nei paraggi :roll: , come fanno ad azionare i comandi per la paratoia, che probabilmente è alla base della torre, in caso di emergenza??? :-? :-?
Possibile che la paratoia venga azionata elettricamente ed in automatico all'interno di questa cabina?:
Immagine ...sulla porta c'è solo questo:Immagine

Il mistero si infittisce...misà che era meglio che mi stavo a casa...quest'impianto non mi sta facendo più dormire!!!!!!! :twisted:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda bennygreco » sab ago 28, 2010 9:20 pm

cestò ha scritto:
francis ha scritto: ...sulla porta c'è solo questo:

Immagine



eh, bisognerebbe capire il senso di una "cabina media/bassa" messa proprio lì..... magari il Dottor Steveh, la prossima volta che si connette, ci svela l'arcano :-D :-D :-D
Avatar utente
bennygreco
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1674
Iscritto il: mar dic 30, 2008 10:40 pm
Località: Novara

Messaggioda paolog » sab ago 28, 2010 9:52 pm

La cabina M/B può effettivamente solo servire per alimentare gli organi di regolazione della torre, che come si presume immette nell'inghiottitoio.....
Interessante, comunque la faccenda dell'inghiottiotio.
Dalle parti di Postumia, in Slovenia, esiste un lago simile, quello di Circonio, che in alcune stagioni "sparisce", proprio in un inghiottitoio
Avatar utente
paolog
Dott. Ing.
 
Messaggi: 2810
Iscritto il: dom mag 13, 2007 8:50 am
Località: udine

Messaggioda cestò » dom ago 29, 2010 11:49 am

paolog ha scritto:La cabina M/B può effettivamente solo servire per alimentare gli organi di regolazione della torre, che come si presume immette nell'inghiottitoio.....
Interessante, comunque la faccenda dell'inghiottiotio.
Dalle parti di Postumia, in Slovenia, esiste un lago simile, quello di Circonio, che in alcune stagioni "sparisce", proprio in un inghiottitoio
...ed è interessante notare che anche il Friuli ha il suo lago con gli inghiottitoi:Lago di Doberdò...ed il fenomeno è dovuto sempre dalla roccia sottostante che è di origine carsica.

Inserisco alcuni dati relativi al bacino di Canterno:
Lunghezza= 2 Km
Larghezza= 1 Km
Profondità= 20-25 m
Molto piccolo quindi, se poi si pensa che queste sono le dimensioni massime che raggiunge solo periodicamente...:-(
Il volume dell'invaso non sono riuscito a trovarlo da nessuna parte, comunque cercherò di saperlo...
A proposito...ma come si calcola il volume di un invaso? :-? ...non credo che bastino solo quei dati...
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda sander » mar ago 31, 2010 9:38 pm

Leggo solamente adesso il tuo reportage.
Complimenti. Hai fatto veramente un bel lavoro :-D :-D
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1716
Iscritto il: ven mag 08, 2009 7:55 pm
Località: Maniago (PN)

Messaggioda cestò » gio set 02, 2010 7:53 pm

sander ha scritto:Leggo solamente adesso il tuo reportage.
Complimenti. Hai fatto veramente un bel lavoro :-D :-D
Grazie infinite Sander!!!
Saranno necessari altri reportage però non so quando potrò tornarci, per il momento pazientate un po' che il resto verrà, non preoccupatevi :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda paolog » gio set 02, 2010 10:03 pm

cestò ha scritto: ......ed è interessante notare che anche il Friuli ha il suo lago con gli inghiottitoi:Lago di Doberdò...ed il fenomeno è dovuto sempre dalla roccia sottostante che è di origine carsica....

Doberdò che tra l'altro è a pochissimi km di distanza dal mare ed a pochi metri di quota risente più che altro della falda, mentre Circonio è molto più simile a Canterno trovandosi in zona collinare/montuosa ed avendo proprio il "buco"...
Ultima modifica di paolog il ven set 03, 2010 7:32 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
paolog
Dott. Ing.
 
Messaggi: 2810
Iscritto il: dom mag 13, 2007 8:50 am
Località: udine

Messaggioda cestò » gio set 02, 2010 10:07 pm

paolog ha scritto:
cestò ha scritto: ......ed è interessante notare che anche il Friuli ha il suo lago con gli inghiottitoi:Lago di Doberdò...ed il fenomeno è dovuto sempre dalla roccia sottostante che è di origine carsica....

Dobersò che tra l'altro è a pochissimi km di distanza dal mare ed a pochi metri di quota risente più che altro della falda, mentre Circonio è molto più simile a Canterno trovandosi in zona collinare/montuosa ed avendo proprio il "buco"...
Grazie Paolog per la correzione e la precisazione :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda vicio74 » sab set 04, 2010 3:35 pm

Bravo Cestò......davvero un bel lavoro, e minuzioso questo tuo report....ma non avevamo dubbi sulla tua peculiarità, e precisione.
E poi vedendoti con la t-shirt di pd, mi hai fatto venire ancora in mente, che non l'ho ancora acquistata...e bisogna che mi dia una mossa!! :oops:

Ma il livello del lago mi pareva molto basso....è così solitamente, oppure è dovuto al periodo?
Su quella parete ancora nascosta,la frana e' ormai una massa inerte in movimento....da ore e' iniziata la fine.
(M. Passi)
Avatar utente
vicio74
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1243
Iscritto il: lun set 24, 2007 11:14 pm
Località: Longiano (FC)

Prossimo

Torna a Centro: Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron