Impianti Ledra-Tagliamento

Dedicato alle discussioni e reportage delle dighe e centrali del Triveneto. Le discussioni sul Vajont vanno invece sulla sezione dedicata a quest'impianto.

Messaggioda paolog » ven mar 21, 2008 12:26 am

Ho appena caricato alcune immagini della centrale di S.Osvaldo a Udine (quella che nello schema in PDF è provvisoriamente denominata ASS/UNIUD), che si trova sul Canale di Castions, nel comprensorio dell'Ex Ospedale Psichiatrico), ora Azienda Agraria Sperimentale dell'Università.

http://www.progettodighe.it/gallery/thu ... ?album=270

Il canale ha un portata di 1,40 mc/sec, un salto di 1,96 mt e la potenza è di circa 25 kW.

Certo che sarebbe bello recuparare e rendere funzionante il vecchio macchinario.........
Avatar utente
paolog
Dott. Ing.
 
Messaggi: 2811
Iscritto il: dom mag 13, 2007 8:50 am
Località: udine

Messaggioda Il guardiano della diga » ven mar 21, 2008 8:48 am

paolog ha scritto:Certo che sarebbe bello recuparare e rendere funzionante il vecchio macchinario.........


Si...è uno strazio vedere così bell'impianto dalla ruggine e dall'incuria segnato...
Se lo smontassimo, lo revisionassimo, una riverniciatina e lo rimontassimo, ci concederebbero l'uso per scopi didattici come "progettodighe"? :roll: :lol:

PS: Se lo smontassimo, lo revisionassimo, togliessimo il gatto morto, una riverniciatina e lo rimontassimo...
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10228
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Messaggioda Il guardiano della diga » ven mar 21, 2008 12:57 pm

Paolo, che tipo di turbina è quella?

PS: Schema aggiornato...ad oggi :-D
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10228
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Messaggioda paolog » ven mar 21, 2008 4:42 pm

Il guardiano della diga ha scritto:Paolo, che tipo di turbina è quella?
PS: Schema aggiornato...ad oggi :-D


Ho guardato un documento che la riguardava ed a cui potevo accedere, ma purtroppo non viene menzionata la turbina....
Ma escludiamo Pelton e Kaplan per evidenti motivi, non resta che Francis o forse qualcos'altro..... Con pazienza, spero di poter approfondire.

Ok per lo schema, ottimo lavoro. Poi ho altre foto da postare..... Ed ancora qualche notizia...

Intanto ho fatto un rapido conto dei MW disponibili, tra sfruttati e non sfruttati lungo il Ledron ed i canali derivati. Siamo a circa 10MW
Avatar utente
paolog
Dott. Ing.
 
Messaggi: 2811
Iscritto il: dom mag 13, 2007 8:50 am
Località: udine

Messaggioda paolog » dom mar 23, 2008 8:46 pm

Ho aggiunto ancora qualche foto relativa al sistema Ledra-Tagliamento:

Home > Centrali - Powerplants > Friuli Venezia-Giulia > Udine > Turrini
http://www.progettodighe.it/gallery/thu ... p?album=27
Sul Canale di Castions, a monte del salto "Turrini" esisteva un vecchio salto di 4.28mt, che ora non si trova più, ma guardando la salita della strada, il pelo dell'acqua allo sbocco, e leggendo la carta 1:10.000 il dislivello si percepisce bene.....

Home > Centrali - Powerplants > Friuli Venezia-Giulia > Udine > S.Osvaldo
http://www.progettodighe.it/gallery/thu ... ?album=270
Sempre sul Canale di Castions, poco a valle della centrale di S.Osvaldo esiste, ma non è utilizzato un ulteriore salto di 3.17mt

Home > Centrali - Powerplants > Friuli Venezia-Giulia > Udine > Gervasutta
http://www.progettodighe.it/gallery/thu ... p?album=23
Poco a monte del salto Gervasutta, al limite dell'area Ex SAFAU (società anonima fonderie acciaierie udinesi), oltre la ferrovia, il Ledra si divide in Canale di Castions e Canale di Trivignano.

Home > User galleries > paolog > Ex Mulini sul Ledra
http://www.progettodighe.it/gallery/thu ... ?album=277
Nella zona tra V.le Palmanova e Via Baldasseria, sul Canale di Trivignano, sorgevano i Mulini sul Ledra (demoliti inizio anni 90). Ora sta sorgendo un Centro Direzionale e temo che anche quel salto andrà perso....

PS (chiedo a qualche admin di creare una cartella Home > Centrali - Powerplants > Friuli Venezia-Giulia > Udine > Ex Mulini sul Ledra, in modo tale da poter spostare le foto che ho provvisoriamente caricato in una cartella personale =>GRAZIE)
Avatar utente
paolog
Dott. Ing.
 
Messaggi: 2811
Iscritto il: dom mag 13, 2007 8:50 am
Località: udine

Messaggioda Il guardiano della diga » mar mar 25, 2008 9:03 am

paolog ha scritto:Nella zona tra V.le Palmanova e Via Baldasseria, sul Canale di Trivignano, sorgevano i Mulini sul Ledra (demoliti inizio anni 90). Ora sta sorgendo un Centro Direzionale e temo che anche quel salto andrà perso....


Non sapevo, peccato!...
Interessante la tua ricerca, ora la zona mi è più chiara.
Ma per vedere la diramazione Ledra-Castions, da che lato si accede? Da viale delle Ferriere?
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10228
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Messaggioda paolog » mar mar 25, 2008 9:44 am

Il guardiano della diga ha scritto:
paolog ha scritto:Nella zona tra V.le Palmanova e Via Baldasseria, sul Canale di Trivignano, sorgevano i Mulini sul Ledra (demoliti inizio anni 90). Ora sta sorgendo un Centro Direzionale e temo che anche quel salto andrà perso....


Non sapevo, peccato!...
Interessante la tua ricerca, ora la zona mi è più chiara.
Ma per vedere la diramazione Ledra-Castions, da che lato si accede? Da viale delle Ferriere?


La ricerca prosegue... Ci sono ancora cosa delle da scoprire....... Ma non so quando trovo il tempo....
Per la diramazione Ledra-Castions devi parcheggiare dal lato opposto dell'ingresso Ospedale Gervasutta (Via Castelfidardo, se non erro), dove trovi un spiazzo sterrato ed il Canale di Trivignano, che risali per circa 100 mt trovando anche il salto Gervasutta e poco a monte la diramazione.
Avatar utente
paolog
Dott. Ing.
 
Messaggi: 2811
Iscritto il: dom mag 13, 2007 8:50 am
Località: udine

Messaggioda Il guardiano della diga » lun mar 31, 2008 12:56 pm

Riprendiamo il viaggio lungo il canale Ledra-Tagliamento; dopo la centrale Savorgnana il canale prosegue verso valle per giungere alla centrale Maiano 2, di proprietà Fantoni.

Immagine

La centrale dispone di 2 turbine Kaplan, ad asse orizzontale, di fabbricazione De Pretto, è stata allestita nel 1982. La potenza è di 1300 kW, ma uno dei 2 gruppi è spesso fermo per via della modesta quantità d’acqua presente nel canale.
L’edificio si trova nei pressi dell’abitato di Pers.

Una vista del dispositivo di pulizia delle griglie di presa:

Immagine

Il canale di derivazione a monte della centrale con sfioratore in cls:

Immagine

Queste sono le paratoie del canale Ledra; come si vede gran parte dell’acqua è diretto nell’adiacente canale di derivazione che alimenta la centrale:

Immagine

Vista aerea:

Immagine

Neppure 1 km più a valle vi è un’ulteriore presa di derivazione per alimentare la centrale di Farla.
Attualmente grossi lavori di manutenzione stanno interessando sia la presa, che il canale, che la centrale.
Come si può vedere da queste foto la presa è in rifacimento sul canale di derivazione:

Immagine

Queste motopompe aspirano l’acqua d’infiltrazione per preparare il terreno ai getti del nuovo fondo:

Immagine
Immagine

…e di acqua da aspirare ce n’è parecchia:

Immagine

Anche il canale è stato soggetto ad interventi di consolidamento del fondo:

Immagine

Questi sono i lavori che interessano la centrale:

Immagine

Immagine

Paratoie nuove pronte per essere installate:

Immagine

Vista della centrale lato scarichi macchine:

Immagine

E questa è la centrale in funzione (vecchia foto):

Immagine

Putroppo, sebbene non sembri di dimensioni modeste, in rete non ho trovato alcun dato riguardante la centrale, neppure la proprietà.

CONTINUA...
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10228
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Messaggioda Cisky79 » lun mar 31, 2008 1:56 pm

Il guardiano della diga ha scritto:
paolog ha scritto:Certo che sarebbe bello recuparare e rendere funzionante il vecchio macchinario.........


Si...è uno strazio vedere così bell'impianto dalla ruggine e dall'incuria segnato...
Se lo smontassimo, lo revisionassimo, una riverniciatina e lo rimontassimo, ci concederebbero l'uso per scopi didattici come "progettodighe"? :roll: :lol:

PS: Se lo smontassimo, lo revisionassimo, togliessimo il gatto morto, una riverniciatina e lo rimontassimo...


Ehi è vero guardiano, non avevo visto che c'era il gatto morto
ciò che è bene è bene, ciò che è male.........a volte è bene!!
Avatar utente
Cisky79
Rabdomante delle dighe
 
Messaggi: 2336
Iscritto il: ven gen 27, 2006 8:14 pm
Località: Brianza

Messaggioda Il guardiano della diga » lun mar 31, 2008 2:09 pm

Proseguendo verso valle ci si imbatte nelle confluenza del torrente Corno nel canale Ledra-Tagliamento; procedendo verso la zona di San Daniele troviamo un’opera di bonifica vera e propria, ovvero l’impianto idrovoro che provvede ad immettere gli scoli campestri, raccolti in un’apposita rete di canali, all’interno del canale Ledra-Tagliamento-Corno; questa è un’immagine della stazione di pompaggio, con le 4 griglie di aspirazione:

Immagine
Immagine

Attraverso le griglie si intravedono le tubazioni (d.600 mm) di aspirazione:

Immagine

Ecco gli idrometrografi lato aspirazione:

Immagine

Il locale lato sifoni di scarico:

Immagine

Dettaglio del sifone:

Immagine

Idrometrografi lato scarico:

Immagine

Questo impianto di pompaggio è dotato di n°3 pompe ed ha una portata di 6000l/s, con una prevalenza di 3 mt.
La potenza impiegata (con tutte 3 le pompe in funzione) è di 270 kW.

Per concludere, la solita vista aerea:

Immagine

CONTINUA…
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10228
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

:P

Messaggioda paolino_dam83 » lun mar 31, 2008 2:40 pm

Allora le avete anche voi le idrovore :-D.

Se ti fai un giro nella bassa pianura tra Mestre e Caposile ne trovi più di qualcuna, ma non grandi come una cabina elettrica, bensì grandi come una centrale elettrica :-D
paolino_dam83
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1993
Iscritto il: mer dic 06, 2006 5:33 am
Località: Venezia Mestre CARPENEDO

Messaggioda paolog » lun mar 31, 2008 2:48 pm

Nella bassa pianura anche non ne abbiamo molte di quelle "grandi", ma quella segnalata dal Guardiano ha una particolarità unica..... E' in collina..... Vicino a S. Daniele del Friuli, dove tra alcune colline si trova una vasta area che è praticamente una spugna (ricordo le pompe al lavoro, quando alcuni anni fa fecero gli scavi per il metanodotto da 48" dalla Russia), tant'è che una delle frazioni si chiama proprio Soprapaludo......
Avatar utente
paolog
Dott. Ing.
 
Messaggi: 2811
Iscritto il: dom mag 13, 2007 8:50 am
Località: udine

Re: :P

Messaggioda Il guardiano della diga » lun mar 31, 2008 2:55 pm

paolino_dam83 ha scritto:Allora le avete anche voi le idrovore :-D.

Se ti fai un giro nella bassa pianura tra Mestre e Caposile ne trovi più di qualcuna, ma non grandi come una cabina elettrica, bensì grandi come una centrale elettrica :-D


Ma sai che non ne sapevo dell'esistenza?!
Ieri ho percorso con la mia fedele 2 ruote, che è stradale ma ieri si è trasformata in enduro, il percorso del canale sino a quando mi sono imbattuto in un lontano edificio che aveva un chè di idraulico...Quindi sono arrivato sin là per capire cosa fosse :-D

Piccolo aggiornamento ricevuto da paolog, e riguardante la centrale di Farla:

(i dati si riferiscono al 1968):
- Proprietà: Officine Bertoli
- Anno di concessione: 1949
- Portata: 19,25 mc/s
- Salto: 6 mt
- Potenza: 1200 kW
Ultima modifica di Il guardiano della diga il lun mar 31, 2008 4:01 pm, modificato 1 volta in totale.
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10228
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

:P

Messaggioda paolino_dam83 » lun mar 31, 2008 3:07 pm

Le nostre sono anche belle perchè risalendo agli anni delle grandi bonifiche le sale macchine sono in stile meno "capannone" :-D e più classico tipo le centrali dell'epoca :-D papà mi ci aveva portato una volta, credo a quella di Ca' Noghera, ma ce ne sono di simili tutto intorno alla zona di Altino che raccolgono l'acqua da tutta la rete in terraferma di canali e canalette di scolo (uno di questi canali è quello che passa vicino alla tangenziale :-D). Ovviamente altra scala: scarico unico ma mi pare da 3 metri! :-D
paolino_dam83
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1993
Iscritto il: mer dic 06, 2006 5:33 am
Località: Venezia Mestre CARPENEDO

Messaggioda Andr3A » lun mar 31, 2008 6:31 pm

piccola curiosita...


che roggià passa per adegliacco..?? anzi forse non è neanche adegliacco... avete presente dove c'è l'industria bardelli (penso sia un'acciaieria) vicino ad adegliacco..?? all'interno dell'azienda è presente un piccolo salto con annessa centralina... che però adesso non è mai in funzione...
progettodighe.it :)
Avatar utente
Andr3A
Perito
 
Messaggi: 442
Iscritto il: gio feb 09, 2006 10:30 pm
Località: Udine

Messaggioda paolog » lun mar 31, 2008 7:22 pm

Per Adegliacco passa la Roggia di Udine (quella che poi scende per Molin Nuovo, V.le Vat, V.le Volontari DL, Via Gemona, Via Zanon, Via Grazzano, e Via Pozzuolo). L'altra è la Roggia di Palma, che passa per Godia, Beivars, Planis, Piazza I°Maggio, Via Piave e poi esce dietro la Stazione in corrispondenza del sottopasso pedonale di Via Cernaia ed è quella del salto di Via della Madonnetta e della centrale che si trova alla Ziu sulla strada che dalla SR352 porta all'ABS. Le due rogge che hanno origine dalla presa di Zompitta, si dividono poco a sud di Cortale lungo la bellissima ciclabile che parte vicino alle scuole di Adegliacco ed arriva a Zompitta.
La ditta di cui parli dovrebbe essere una che commercia prodotti siderurgici e non un'acciaieria, comunque ricordo anch'io di aver visto nelle vicinanze dell'incrocio (dove ci sono anche un paio di trattorie ed un giardino pubblico con una ruota di mulino), qualcosa che poteva essere una piccola centrale. Ad ogni modo se parliamo dello stesso posto è Molin Nuovo (al limite del comune di UD), e prima di arrivare ad Adegliacco si passa anche Cavalicco.
Avatar utente
paolog
Dott. Ing.
 
Messaggi: 2811
Iscritto il: dom mag 13, 2007 8:50 am
Località: udine

Messaggioda Andr3A » lun mar 31, 2008 8:34 pm

si si bravo hai capito di quale azienda parlo !!! cmq la struttura di derivazione si riesce a vedere abb bene dal cancello dell'azienda...!!
progettodighe.it :)
Avatar utente
Andr3A
Perito
 
Messaggi: 442
Iscritto il: gio feb 09, 2006 10:30 pm
Località: Udine

Messaggioda paolog » lun mar 31, 2008 11:31 pm

Passo abbastanza spesso per quell'incrocio.... proverò ad osservare meglio se si vede anche dalla strada, perchè mi pare di ricordare che forse qualcosa si vede anche dalla strada...
Avatar utente
paolog
Dott. Ing.
 
Messaggi: 2811
Iscritto il: dom mag 13, 2007 8:50 am
Località: udine

Messaggioda Il guardiano della diga » mar apr 01, 2008 7:53 am

Si vede, si vede...in effetti quello lì di Molin Nuovo ero un capannone appartentente al complesso dell'acciaieria Bertoli, dismessa quasi completamente per la realizzazione del centro commerciale Terminal Nord.
Adesso è una rivendita di profili siderurgici in verga. In effetti a fianco del capannone c'è la derivazione e era presente una piccola turbina che, se non ricordo male (proverò a chieder al babbo), provvedeva a fornire corrente per l'illuminazione della parte più orientale dei capannoni dell'acciaieria.
Neppure un chilometro più a Nord c'è l'azienda Mazzilis, nata come produttrice di persiane in legno (ora rivende persiane in PVC): essa aveva un proprio salto ed all'interno dell'azienda è presente una turbina ed un generatore inutilizzati da anni.

Foto d'epoca della centrale Mazzilis:

Immagine

Non solo, 300 metri più a monte, ed ecco probabilmente il motivo per cui la roggia è attualmente in secca, era presente il salto dei mulini Cainero, complesso ora ristrutturato ed adibito ad abitazioni; ho sentito che proprio lì, al posto dei mulini, doveva essere installata un mini-hydro...

Foto d'epoca del salto Mulini Cainero:
Immagine

Paolog, se porti l'apprendista in palestra prova a dare un'occhiata :wink:
Ultima modifica di Il guardiano della diga il mar apr 01, 2008 8:34 am, modificato 1 volta in totale.
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10228
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Messaggioda paolog » mar apr 01, 2008 8:33 am

Il guardiano della diga ha scritto:.............Paolog, se porti l'apprendista in palestra prova a dare un'occhiata :wink:

Certamente.... Tra l'altro se non erro, la segheria è indicata anche sulla carta IGM25000. Interessante ovviamente anche quella della mini hydro nell'ex mulino, che avevo sentito anche per altri salti sempre in una delle due rogge. Da quello che so, utilizzano generatori in CC che poi viene trasformata in alternata con inverter analoghi a quelli dei pannelli FV così risolvono il prblema della frequenza che in AC è ovviamente funzione del numero di giri esatto della macchina e che con un ruote di mulino o altri tipi di giranti non sarebbe semplice da controllare con portate limitate.....
La rogga credo sia in secca anche per il fatto che a breve devono passarci sotto con lo scolmatore delle acque bianche dall'area Ex Bertoli verso il Torre (ora stanno lavorando in tre punti: il passaggio sotto lo Scalo Ferroviario di Vat, vicino al Cimitero di Paderno e Vicino all'Ex sede Telca)
Ultima modifica di paolog il mar apr 01, 2008 8:39 am, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
paolog
Dott. Ing.
 
Messaggi: 2811
Iscritto il: dom mag 13, 2007 8:50 am
Località: udine

PrecedenteProssimo

Torna a Nord-est: Trentino, Veneto, Friuli Venezia Giulia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 0 ospiti