Pagina 27 di 28

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: mar ott 28, 2014 4:27 pm
da cestò
paolino_dam83 ha scritto:L'intero percorso attualmente ancora visibile del sentiero attrezzato che arrivava sul tetto della presa sussidiaria. Foto dalla piazzola di fronte alla cabina paratoia 640, al minimo zoom (254 mm). Si vede anche la famosa scritta "8-7-66 CGL".
Immagine

Non siete scesi a vedere quella presa da vicino??

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: mar ott 28, 2014 5:52 pm
da paolino_dam83
Questa era la prima escursione dopo mesi e mesi di fermo e un'estate da dimenticare, quindi è già un buon inizio. Poi siamo partiti tardissimo da casa... e non siamo ancora così temerari. :-) Come già detto mi piacerebbe una seconda escursione prima della neve con qualche professore del Vajont tipo il Guardiano o Sander, soprattutto nella zona della cabina comandi, dove a parte la toccata e fuga dei PDM2008 era la prima volta che ci andavo e non saprei districarmi tra tutti i resti che ci sono senza qualche dritta.

Poi con l'estate che abbiamo avuto è tutto un po' in ritardo, appena adesso i cespugli cominciano a ingiallire e gli alberi a perder le foglie, credo che verso metà o fine novembre sarebbe proprio indicato. (neve a parte...)

Torniamo a noi... siamo verso la fine del giro turistico in val Vajont :cry: :-)
Eccoci arrivati in vista di una bellissima val Tuora autunnale:
Immagine

Dalla piazzola davanti alla cabina 640 mi sono prima diretto verso il Cerenton per fotografare i pezzi del vecchio ponte, poi "abbandonata" la Nikon vicino alla macchina sono arrivato fino al ponte Tuora, il cui torrente aveva un po' di acqua.
Il famoso pozzetto del Guardiano, trovato così semiaperto.
Immagine

Ritornando verso la cabina ho notato la presenza di alcuni "ferracci" sulla roccia del costone poco oltre la strada. Questo ha la forma a U rovesciata:
Immagine

Poco oltre un altro, che parrebbe una sbarra con sezione a T (o una minuscola putrella?)
Immagine

Sicuramente li avete già visti: resti della scaletta di servizio approntata dopo il disastro per raggiungere la cabina dalla sponda destra?

Dimenticavo l'ultima... anche qui il muro originale della strada è andato giù vicino al portale della galleria.
Immagine
D'altronde il tratto tra la cabina 640 e la borgata Marzana è rimasto abbandonato per 40 anni...

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: sab nov 01, 2014 7:23 pm
da sander
paolino_dam83 ha scritto:...mi piacerebbe una seconda escursione prima della neve con qualche professore del Vajont tipo il Guardiano o Sander, soprattutto nella zona della cabina comandi, dove a parte la toccata e fuga dei PDM2008 era la prima volta che ci andavo e non saprei districarmi tra tutti i resti che ci sono senza qualche dritta

:-D :-D Mhm... quando vuoi :-D

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: sab nov 01, 2014 8:01 pm
da sander
paolino_dam83 ha scritto:Sicuramente li avete già visti: resti della scaletta di servizio approntata dopo il disastro per raggiungere la cabina dalla sponda destra?

Intendi questa?
Immagine

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: gio lug 23, 2015 11:41 am
da markguar85
Ciao a tutti,
spero sia la discussione giusta.

Esiste una cronostoria degli eventi post frana per lo scarico del lago C ? Parlo in particolare dei livelli che ha avuto il lago nei vari mesi. Infatti, fintanto che non sono state completate le pompe, presumo il livello del lago salisse. Con che velocità?

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: ven lug 24, 2015 7:19 pm
da Camillo
paolino_dam83 ha scritto:D'altronde il tratto tra la cabina 640 e la borgata Marzana è rimasto abbandonato per 40 anni...


non credo c'entri l'incuria...

Oltre al ponte del Terenton, l'onda si era portata via anche un pò di pezzi di strada a monte dell'ultima galleria.

Ricordo che quando ci sono andato una ventina di anni fa, per entrare nella galleria ho dovuto fare un pezzetto in cengia perchè la strada non c'era proprio...

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: mer ago 26, 2015 2:58 pm
da markguar85
markguar85 ha scritto:Ciao a tutti,
spero sia la discussione giusta.

Esiste una cronostoria degli eventi post frana per lo scarico del lago C ? Parlo in particolare dei livelli che ha avuto il lago nei vari mesi. Infatti, fintanto che non sono state completate le pompe, presumo il livello del lago salisse. Con che velocità?


Ciao a tutti,
mi autocito per sapere se qualcuno ha la risposta alla mia domanda.

Nel frattempo me ne è venuta in mente un'altra.
Come mai si è scelta la quota di 635 per mantenere il lago residuo?
Ora, immagino che più basso di 624 non si poteva andare (senza dover fare un altro scarico), però come mai non si è mantenuto un livello più alto?

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: ven ago 28, 2015 11:40 am
da cestò
markguar85 ha scritto:Come mai si è scelta la quota di 635 per mantenere il lago residuo?
...

Credo che ci sia stata la necessità di spostare l'imbocco di alcuni metri in modo da collocarlo in posizione di sicurezza, al sicuro da possibili smottamenti del materiale franato (dove era in origine) ed anche in un punto forse meno soggetto ad inghiaiamenti.

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: ven ago 28, 2015 11:50 am
da dave
markguar85 ha scritto:Ciao a tutti,
spero sia la discussione giusta.

Esiste una cronostoria degli eventi post frana per lo scarico del lago C ? Parlo in particolare dei livelli che ha avuto il lago nei vari mesi. Infatti, fintanto che non sono state completate le pompe, presumo il livello del lago salisse. Con che velocità?

Ciao, ho provato a fare una cronistoria circa gli eventi post frana, ma forse non è cosi precisa come vorresti tu. Comunque appena riesco provo a caricare il pdf della mini ricerca e vediamo di approfondire gli aspetti anche con altri...

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: ven ago 28, 2015 2:02 pm
da markguar85
cestò ha scritto:
markguar85 ha scritto:Come mai si è scelta la quota di 635 per mantenere il lago residuo?
...

Credo che ci sia stata la necessità di spostare l'imbocco di alcuni metri in modo da collocarlo in posizione di sicurezza, al sicuro da possibili smottamenti del materiale franato (dove era in origine) ed anche in un punto forse meno soggetto ad inghiaiamenti.


Sul distanziarsi dal precedente imbocco ok, ma come mai non hanno optato per un livello lago più alto? Secondo me il lago così com'è è veramente basso. Qualche metro in più secondo me sarebbe stato meglio. Però ovviamente magari ci son motivazioni più tecniche.

cestò ha scritto:Ciao, ho provato a fare una cronistoria circa gli eventi post frana, ma forse non è cosi precisa come vorresti tu. Comunque appena riesco provo a caricare il pdf della mini ricerca e vediamo di approfondire gli aspetti anche con altri...


Grazie mille.
Discutiamone pure.

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: ven ago 28, 2015 3:43 pm
da dave
markguar85 ha scritto:Ciao a tutti,
spero sia la discussione giusta.

Esiste una cronostoria degli eventi post frana per lo scarico del lago C ? Parlo in particolare dei livelli che ha avuto il lago nei vari mesi. Infatti, fintanto che non sono state completate le pompe, presumo il livello del lago salisse. Con che velocità?


allora, questo è tutto quello che sono riuscito a trovare e mettere in ordine riguardo lo svuotamento del lago residuo:
https://drive.google.com/file/d/0ByXIE- ... sp=sharing
non sono riuscito a caricare il file sul sito, quindi lo metto a disposizione tramite google drive. Inutile sottolineare che il materiale e le descrizioni provengono dagli utenti del forum debitamente citati, io ho solo fatto un opera di riordino temporale. se gli amministratori lo riterranno poi opportuno caricheranno il file sul sito, spero vi piaccia e ovviamente se si troveranno incongruenze o cose inesatte provvederemo alle varie correzioni...

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: ven ago 28, 2015 5:13 pm
da markguar85
Documento veramente completo e stupendo.

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: sab ago 29, 2015 6:40 am
da dave
Grazie, ma io ho fatto solo il lavoro di "assemblaggio " e schematizzazione dando un ordine cronologico a ciò che è già presente sul forum, le magistrali descrizioni sono degli altri utenti! Con supporto d'eccezione di Sander che mi ha chiarito molti dubbi!!

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: dom ago 30, 2015 9:19 pm
da cestò
markguar85 ha scritto:
cestò ha scritto:
markguar85 ha scritto:Come mai si è scelta la quota di 635 per mantenere il lago residuo?
...

Credo che ci sia stata la necessità di spostare l'imbocco di alcuni metri in modo da collocarlo in posizione di sicurezza, al sicuro da possibili smottamenti del materiale franato (dove era in origine) ed anche in un punto forse meno soggetto ad inghiaiamenti.


Sul distanziarsi dal precedente imbocco ok, ma come mai non hanno optato per un livello lago più alto? Secondo me il lago così com'è è veramente basso. Qualche metro in più secondo me sarebbe stato meglio. Però ovviamente magari ci son motivazioni più tecniche.

Sarebbe stato inutile un livello maggiore. L'importante era allontanarsi dall'imbocco originario ed allacciarsi al vecchio tratto, e naturalmente controllare il livello del lago. In poche parole non c'era la necessità di sfruttare salti maggiori per produrre energia...

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: gio ott 01, 2015 8:08 pm
da sander
Mie considerazioni ed ipotesi riguardo alle opere presenti sulla galleria di derivazione con soglia di presa a 640.

Il riassunto nella seguente:
Immagine

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: gio ott 01, 2015 8:19 pm
da dave
sander ha scritto:Mie considerazioni ed ipotesi riguardo alle opere presenti sulla galleria di derivazione con soglia di presa a 640.

Il riassunto nella seguente:
Immagine

Ottimo caro Sander, lo schema riassume perfettamente il nostro scambio di opinioni riguardo le opere di presa. In effetti le tue considerazioni sembrano avere una logica più aderente alla realtà rispetto alle considerazioni che sono state fatte in precedenza. Sarebbe stato opportuno rivolgere il quesito su queste opere a Monti durante l'ultimo incontro, peccato non averci pensato sul momento!!! Però la cosa merita un adeguato approfondimento!!

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: ven ott 02, 2015 9:49 am
da Camillo
dave ha scritto:Grazie, ma io ho fatto solo il lavoro di "assemblaggio " e schematizzazione dando un ordine cronologico a ciò che è già presente sul forum, le magistrali descrizioni sono degli altri utenti! Con supporto d'eccezione di Sander che mi ha chiarito molti dubbi!!


Se non vuoi meriti per la raccolta del materiale, accetta almeno quello di aver realizzato uno stupendo compendio che raccoglie tutti i dati e i fatti oggettivi depurandoli della coltre di nebbia dei "si dice"... "pare che"... che li rendeva fumosi ed incerti.

Se la consideri una tesi compilativa, diciamo che è da 110 e lode... :wink:

Ancora complimenti, Dave.

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: dom ott 04, 2015 2:51 pm
da Il guardiano della diga
dave ha scritto:
sander ha scritto:Mie considerazioni ed ipotesi riguardo alle opere presenti sulla galleria di derivazione con soglia di presa a 640.

Il riassunto nella seguente:
Immagine

Ottimo caro Sander, lo schema riassume perfettamente il nostro scambio di opinioni riguardo le opere di presa. In effetti le tue considerazioni sembrano avere una logica più aderente alla realtà rispetto alle considerazioni che sono state fatte in precedenza. Sarebbe stato opportuno rivolgere il quesito su queste opere a Monti durante l'ultimo incontro, peccato non averci pensato sul momento!!! Però la cosa merita un adeguato approfondimento!!


Come ho scritto altre volte, per me lo scarico sussidiario rimane un grosso mistero. :roll:
E non trovo conforto neppure in questa meritevole vostra analisi. Nel senso, non riesco ad immaginare un SADE che posizioni l'imbocco di una sua derivazione futura in un'area destinata ad essere facilmente interrita in breve tempo, situazione peraltro più palpabile nel caso di acqua fluente, forse un po' meno in presenza di un bacino profondo in quel punto, circa 80 metri. Una SADE che avrebbe potuto piazzare l'imbocco in un punto più protetto dalle correnti, magari sull'altra sponda, attraversando poi il Vajont in subalveo. Non sarebbe stata una SADE tanto diversa da quella che ha compiuto ben altre mirabolanti opere.
Eppoi, quell'imbocco a pozzo da 35 metri, che nel caso dell'ipotesi dell'interramento avrebbe generato derivazione solo da quota 675, perché piazzarlo proprio in quel punto? Se immaginiamo il bacino in uso si troverebbe proprio alla confluenza tra il torrente Vajont e il torrente Tuora, con l'imbocco rivolto perfettamente a sud. Non faccio altre ipotesi perché ne abbiamo fatte troppe in questi anni, ma per me la SADE aveva in mente altre opere future in questa porzione di bacino.

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: sab apr 30, 2016 7:59 pm
da sander
Riguardo alle opere in cls, relative alla canaletta Monti, attualmente visibili nel tratto: Passo San Osvaldo - confluenza torr. Tremeniggia; localizzazione circa qui:

http://www.flashearth.com/?lat=46.28602 ... =0&src=msl

Seguono immagini del sito:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Re: Vajont: Scarichi lago residuo

MessaggioInviato: sab apr 30, 2016 8:46 pm
da sander
Azz... dimenticavo.
Il sito in oggetto si trova ad un centinaio di metri a monte rispetto alla chiesetta presente a lato strada.