Vajont: Scarichi lago residuo

Un forum specifico, al di là della suddivisione regionale, dedicato esclusivamente alle discussioni, ai reportage e alle informazioni sulla diga, storia e tutto quello che riguarda direttamente il Vajont.
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

Un vero peccato che non sia rimasto niente, anche se ci fossero dei rimasugli di qualche piccolo plintino, sarebbero stati certamente oggetto di qualche mia eventuale sortita... :wink:
Quanto mi affascinano certe cose... :roll:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

cestò ha scritto:Un vero peccato che non sia rimasto niente, anche se ci fossero dei rimasugli di qualche piccolo plintino, sarebbero stati certamente oggetto di qualche mia eventuale sortita... :wink:
Quanto mi affascinano certe cose... :roll:
Qualche "piccolo plintino" potrebbe anche esserci, ma bisognerebbe recarsi sul posto con un decespugliatore a filo e darci sotto. :roll:
Probabilmente però quegli edifici sono stati prefrabbricati velocemente proprio perchè si conosceva la durata limitata dell'intervento, quindi una spianata, una battuta, e quindi la posa del pavimento a cassa in legno.
Almeno così la penso io.
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
vicio74
Direttore di cantiere
Messaggi: 1243
Iscritto il: 24 set 2007, 23:14
Località: Longiano (FC)

Messaggio da vicio74 »

Si,vero...non credo che abbiano gettato delle platee per delle baracche che sapevano sin dall'inizio sarebbero state allestite solo per un periodo molto breve.
Su quella parete ancora nascosta,la frana e' ormai una massa inerte in movimento....da ore e' iniziata la fine.
(M. Passi)
Avatar utente
vicio74
Direttore di cantiere
Messaggi: 1243
Iscritto il: 24 set 2007, 23:14
Località: Longiano (FC)

Messaggio da vicio74 »

cestò ha scritto:Un vero peccato che non sia rimasto niente, anche se ci fossero dei rimasugli di qualche piccolo plintino, sarebbero stati certamente oggetto di qualche mia eventuale sortita... :wink:
Quanto mi affascinano certe cose... :roll:
Comunque caro Cestò,si può sempre fare una capatina la prossima volta e dare un'occhiata più da vicino. :-D :wink:
Su quella parete ancora nascosta,la frana e' ormai una massa inerte in movimento....da ore e' iniziata la fine.
(M. Passi)
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5055
Iscritto il: 30 giu 2005, 22:29
Località: Treviso (TV)
Contatta:

Messaggio da phante »

Allora questa mattina io ed un'altro oscuro compare ;-)

Immagine

siamo andati ad infilarci dentro profondi cunicoli, oscure caverne, luoghi misteriosi ed oscuri di cui non sapevate ancora l'esistenza ... :-)

Vabbè, niente di tutto questo, siamo semplicemente andati su tra Cimolais ed Erto per visitare gli scarichi del Vajont. Quindi prima tappa Cimolais, dove c'è lo scarico che già Sander ci ha mostrato i giorni scorsi

ImmagineImmagineImmagine

in sostanza quattro passi abbastanza semplici ma di grandissimo effetto perché ti permettono di salire su di un platea d'eccezione con una vista veramente eccezionale.

Però questo era solo il riscaldamento, così giusto per far due passi, la meta, o per meglio dire il percorso, è in realtà un'altro, infatti l'obiettivo primario era un'altro ben più ambizioso ... insomma una cosa che nemmeno il Guardiano ha fatto :twisted: e allora su, si riprende la macchina per raggiungere il passo di Sant'Osvaldo.

Da qui imbocchiamo sostanzialmente quello che è il sentiero segnato in giallo a suo tempo ... ovvero il percorso della canaletta

Immagine

Il percorso, anche se non agevolissimo nella parte iniziale è facile da seguire ... e noi ovviamente l'abbiamo sbagliato al primo bivio ;-)
Comunque come dicevo, a partire da qualche decina di metri dal passo andando in direzione Erto si entra nel bosco. La prima parte del percorso, fino a più o meno dietro alla casa pontificia è un po' coperto dalla boscaglia, ma dopo è come passeggiare su una tranquilla strada con una pendenza molto tranquilla e veramente facile da seguire fino al bivio dove si può andare ad ammirare la cascata già fotografata dal Guardiano che oggi aveva questo aspetto un po' gelido
Immagine

Passata la cascata, si continua a costeggiare la montagna sempre sullo stesso sentierone ben visibile che con una lievissima pendenza continua a salire. Ad un certo punto si passa appena sopra le due case che si vedono anche dalla strada e si continua finché sulla destra non si costeggia una bella parete rocciosa ...

Purtroppo su tutto il percorso non c'è nessuna traccia della storia di quei luoghi e soprattutto dello scopo di questo tracciato tranne quando ad un certo punto mi giro e un segno mi dice che siano sulla giusta strada :wink:
Immagine

(continua)
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

Leggerò con attenzione tutta questa vostra impresa.
Siete riusciti ad emozionarmi!
Bravi! E spero che mi abbiate pensato come avevo chiesto al tuo collega d'escursione. :lol: :wink:
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5055
Iscritto il: 30 giu 2005, 22:29
Località: Treviso (TV)
Contatta:

Messaggio da phante »

Purtroppo mi accorgo che è difficile descrivere il percorso in questione perché è praticamente senza segni particolari e comincia anche ad essere abbastanza "sporco" con diversi piccoli alberi già cresciuti ... insomma puo' capitare che ti volti e vedi questo
Immagine
e anche se dalla foto non sembra assolutamente in realtà in quel punto la traccia è ben visibile (almeno in questa stagione).

Il primo buon segno è quando stai camminando e di fronte a te ti si presenta questa vista
Immagine
che non è altro che lo sbocco delle condotte, insomma, da li partiva la canaletta :-)

ImmagineImmagineImmagine

Ottimo, quindi adesso la strada è tutta in discesa, nel senso che qui e dove finivano le condotte che partivano dalla stazione di pompaggio. La prima bella sorpresa che abbiamo è che scopriamo un pezzo di condotta o di tubo per qualche motivo rimasta li interrata Immagine

Da qui la strada è diritta e ben segnata, basta solo seguire gli altri 3 blocchi di cemento per arrivare quindi fino a dove ci ha già condotto il Guardiano nei suoi post precedenti :-)

ImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagine

Unica cosa, ho fatto qui un montaggio che mostra il percorso del sentiero
Immagine
a partire più o meno dalla cascata fino alla posizione dove si trova la stazione.
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

Toglietemi una curiosità: che temperatura c'era là stamani?
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5055
Iscritto il: 30 giu 2005, 22:29
Località: Treviso (TV)
Contatta:

Messaggio da phante »

Il guardiano della diga ha scritto:Toglietemi una curiosità: che temperatura c'era là stamani?
Faceva un sacco di caldo, fai conto che quando eravamo li che ci mangiavamo un'ottimo frico all'agriturismo è entrato uno in maglietta senza maniche :-)

Vabbè, si trattava di Mauro Corona ;-) Comunque alla partenza a Montereale eravamo ai -5 :-)
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

phante ha scritto: Faceva un sacco di caldo, fai conto che quando eravamo li che ci mangiavamo un'ottimo frico all'agriturismo è entrato uno in maglietta senza maniche :-)

Vabbè, si trattava di Mauro Corona ;-)
Bè, allora tutto normale! :lol:
phante ha scritto: Comunque alla partenza a Montereale eravamo ai -5 :-)
Quindi al Vajont potevano essere -7° tranquillamente.

Comunque ancora complimenti sincerissimi! Al di là del freddo però, queste giornate soleggiate di gennaio o anche febbraio sono l'ideale per percorrere mete di questo tipo: la vegetazione è ancora spoglia e tra 3 mesi si vedrà poco di quelle che voi avete potuto vedere oggi.
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

Da far morir d'invidia un fissato per questo tipo di escursioni come me!!!!! :-x :-x :-x
Complimentoni ragazzi, gran bella escursione! :wink:
Curiosità: Perchè di tubi ne partono due e poi ne arrivano tre? :-?
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
Messaggi: 1750
Iscritto il: 08 mag 2009, 19:55
Località: Maniago (PN)

Messaggio da sander »

No no. Di tubi ne partono tre.
Ti imbroglia l'immagine del primo dei manufatti di ancoraggio, quello a quota più bassa.
Per smantellare il tubo di centro, hanno letteralmente strappato la parte di cls che lo inglobava
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5055
Iscritto il: 30 giu 2005, 22:29
Località: Treviso (TV)
Contatta:

Messaggio da phante »

Il guardiano della diga ha scritto:... la vegetazione è ancora spoglia e tra 3 mesi si vedrà poco di quelle che voi avete potuto vedere oggi.
Tra tre mesi credo non si vedrà assolutamente nulla ... e se devo essere sincero sono rimasto stupito di come tu sia riuscito a trovare il blocco più basso perché guardando la montagna dal lato di dove stava la stazione, anche in questa stagione è tutto uniforme ...
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

Pezzo dopo pezzo in questo forum si sta costruendo la storia del Vajont negli aspetti meno conosciuti.
Diventerò noioso a ripetermi, ma questa è vera passione!
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
maxxx
Montanaro
Messaggi: 236
Iscritto il: 08 ago 2010, 13:41
Località: Castelfranco Veneto (TV)

Messaggio da maxxx »

... io, fossi in voi, comincerei a riordinare per bene il tutto e penserei seriamente a un resoconto fatto come si deve...

Con tutte le informazioni acquisite potreste scrivere la storia del dopo-Vajont in tutti i suoi particolari... e come ho già scritto tempo fa, sarei il primo a comprare il libro.

Se poi dare alle stampe un libro può essere considerata una cosa troppo impegnativa, mi accontenterei anche di una nutrita dispensa in pdf... :wink:
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
Messaggi: 1750
Iscritto il: 08 mag 2009, 19:55
Località: Maniago (PN)

Messaggio da sander »

Spettacolari concrezioni di ghiaccio presenti sulla parete della cascata Saleduogna
Immagine Immagine

il tratto più bello del percorso della canaletta. Il tracciato, per qualche centinaio di metri corre su di una cengia artificiale ricavata alla base di una fascia di rocce
Immagine Immagine

allo scollinamento: il manufatto di raccordo tubi-canaletta
Immagine

fotoreporter in azione :wink:
Immagine Immagine

al primo (salendo) manufatto di ancoraggio tubi: tavola in larice facente parte dell'armo originale :shock:
Immagine
Avatar utente
bennygreco
Direttore di cantiere
Messaggi: 1683
Iscritto il: 30 dic 2008, 21:40
Località: Novara
Contatta:

Messaggio da bennygreco »

sander ha scritto:Spettacolari concrezioni di ghiaccio presenti sulla parete della cascata Saleduogna
Immagine Immagine

Già.... SPETTACOLARI è la parola giusta! :lol: :lol:
Avatar utente
vicio74
Direttore di cantiere
Messaggi: 1243
Iscritto il: 24 set 2007, 23:14
Località: Longiano (FC)

Messaggio da vicio74 »

Davvero complimenti ragazzi...pure io come il Guardiano ho provato un enorme entusiasmo nel vedere tutte le foto che avete caricato,e leggendo la cronostoria del Phante.
Potrei anche dire sinceramente.."invidia time"...perchè mi sarebbe davvero piaciuto essere li con voi, per poi terminare la mattinata con un ottimo Frico, e un formaggio alla piastra dell'Agriturismo...che come ben sappiamo,sono ottimi!!

Concordo con maxx...ormai quì in questo sito,è presente tutta la storia del prima,durante, e dopo Vajont...con tante di quelle immagini,da farne una Enciclopedia...io valuterei attentamente lìipotesi del libro. :wink:
Su quella parete ancora nascosta,la frana e' ormai una massa inerte in movimento....da ore e' iniziata la fine.
(M. Passi)
Suomi

Messaggio da Suomi »

Immagine

Questa scultura di Madre Natura è, come dice Benny, SPETTACOLARE...
Sembrano fronde d'abete... :-)
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
Messaggi: 1750
Iscritto il: 08 mag 2009, 19:55
Località: Maniago (PN)

Messaggio da sander »

Voglio ritornare un momento alla stazione di pompaggio (visitata ieri) ed alla sua organizzazione per quanto riguarda le pompe di mandata ed i loro alloggiamenti.
Per conto mio la situazione era questa: (perdonate la legenda, alquanto poco tecnica) :oops: :wink:

N°3 pompe piccole: lato ovest, alimentate dal collettore
N°1 'pompona': installata sul basamento in acciaio-calcestruzzo
N°3 pompe grandi: installate sui tre basamenti in cls ancora visibili
N°7 pompe medie: fissate direttamente al pavimento del capannone

Nella seguente foto storica, la stazione di pompaggio è ancora in fase di completamento. In primo piano: 5 delle 7 pompe medie fissate direttamente al pavimento
Immagine

in questa, rispetto alla precedente, l'inquadratura è esattamente opposta (da ovest verso est). In primo piano le tre pompe piccole (collettore), la 'pompona', le tre pompe grandi (installate sui tre basamenti ancora presenti). Segue la batteria delle 7 pompe medie
Immagine

come abbiamo verificato ieri, la linea che risaliva il versante per alimentare la canaletta in legno, era composta da tre tubazioni. Diametro: 450-500mm. circa. Spessore 5mm. Saldatura longitudinale di congiunzione.
#1 tubo: (ovest) era alimentato dalle tre pompe piccole (collettore) + 'pompona'
# 2 tubi: erano alimentati dalle rimanenti 10 pompe

Urge una nuova ricognizione per verificare spazi ed ingombri.... :roll:
Rispondi