Pagina 1 di 1

Vajont, la forra, la cascata e la base della diga

MessaggioInviato: mer set 04, 2019 1:25 pm
da Fabio
Ciao a tutti,
vi segnalo un video che ho fatto nella forra del Vajont di cui ho potuto vedere alcune immagini tramite la rete e grazie anche a un bel video del passato fatto da "Progetto Dighe". In questo caso si arriva alla base della diga risalendo il torrente e superando la cascata dello scarico del lago residuo, la prima volta ci sono stato da solo ma mi sono fermato dopo il superamento della cascata senza arrivare proprio sotto la diga perchè non me la sentivo di superare un salto di sedimento compatto con rocce scivolose e acqua corrente sulla destra, la seconda volta sono tornato sempre da solo per fare una ripresa direttamente sotto la cascata (con telecamera messa in una scatola da formaggio adattata) e la terza volta con un amico e una scala telescopica di alluminio di 18kg per superare il salto di sedimento compatto di circa quattro metri e raggiungere la base della diga in sicurezza senza dover salire a destra per le rocce scivolose con l'acqua corrente. Il torrente credo fosse alla portata minima con un tratto verso Longarone in secca, ma non è stato facile trovare l'accesso perchè ci sono molte frane laterali e danni della piena di fine ottobre 2018 e poi inizialmente non conoscevo la zona, le tre escusrioni sono state fatte a distanza di poco tempo una dall'altra nel mese di agosto approfittando delle condizioni favorevoli. La zona è comunque potenzialmente pericolosa e le condizioni del torrente e del meteo vanno valutate attentamente, e comunque ho trovato una biscia nera "carbonasso" la prima volta e una vipera la terza volta che ovviamente si sono subito dileguate fra le rocce, ma quello per me era il pericolo minore. Dai primi due minuti del video si può vedere una veloce sintesi del tutto.

https://www.youtube.com/watch?v=QezN1jUUAKI

Re: Vajont, la forra, la cascata e la base della diga

MessaggioInviato: mer set 04, 2019 5:09 pm
da Aca_Kaiserschmarren
Continuo a non comprendere l'ansia di andarsi a cacciare nei guai.

Min 16:10
Era proprio necessario scarabocchiare sul paramento di valle?

Re: Vajont, la forra, la cascata e la base della diga

MessaggioInviato: mer set 04, 2019 5:59 pm
da Fabio
Nessuna ansia, tutto in tranquillità e concentrazione, poi non sempre si possono o si devono per forza comprendere o condividere le azioni e le emozioni altrui. Per lo "scarabocchio" in effetti hai ragione, non era necessario...

Re: Vajont, la forra, la cascata e la base della diga

MessaggioInviato: dom nov 03, 2019 11:18 am
da Alpes64
Ciao Fabio, sono rimasto anche io esterefatto dai tuoi video "rubati" ......ma proprio nn c'è moo di farsi rilasciare un permesso straordinario da ENEL?

Re: Vajont, la forra, la cascata e la base della diga

MessaggioInviato: lun nov 04, 2019 2:45 pm
da Fabio
Ciao,
per quel che so io non è possibile, almeno non è possibile per tutti ma solo per gruppi universitari, istituzioni, collegi di ingenieri, geometri o persone comunque del settore.

Re: Vajont, la forra, la cascata e la base della diga

MessaggioInviato: mar nov 05, 2019 1:38 am
da Alpes64
Ciao Fabio, sarà certamente difficile ma secondo me non impossibile, siamo in Italia, un paese dove ,nel bene o nel male, conoscendo le persone giuste si possno ottenere cose che apparentemente sembrano impossibili anche se col sistema sbagliato.Se ricordi in passato sono stati "beccati"vip all'interno di musei nn in orari di apertura....magari con una telefonata all'amico ministro e una "busta" per il guardiano....siamo un popolo davvero strano.

Re: Vajont, la forra, la cascata e la base della diga

MessaggioInviato: mar nov 05, 2019 2:18 pm
da Fabio
Ciao, forse per certe cose tutto il mondo è paese, dipende solo dalla coscienza di ciascuno a prescindere dal paese di provenienza, e comunque non credo che nel caso specifico si possa fare una discussione di questo tipo che sarebbe anche fuori argomento. Non penso nemmeno lontanamente che per una visita all'impianto del Vajont ci si possa arrivare con una "busta", forse per conoscenze (ipotizzo, ma chi se ne assumerebbe la responsabilità visto che non è un museo ma un impianto industriale?) ma non sicuramente per corruzione. Io comunque ho approfittato del passaggio sotto il cancello fatto alla luce del sole con lo scopo di condividere un documento sul Vajont, anche con i particolari dell'intrusione per non essere sospettato di manomissioni o altro, con tutte le conseguenze che ne deriveranno e con la speranza che non si possa più ripetere grazie a un conseguente miglioramento delle misure di sicurezza che non erano proprio ottimali, bastava una soglia di cemento sotto il cancello come per il primo cancello ora aperto. Detto questo io lì non dovevo proprio entrare per nessun motivo ma la mia passione da sempre per quel luogo mi ha fatto andare oltre il limite, grazie a una temporanea possibilità di entrata e a una casuale combinazione di eventi. Poi io stesso alla Pedonata della Memoria ho informato un dipendente dell'Enel di quanto ho potuto fare, la mia è stata un'eccezione unica e irripetibile, quando ci siamo salutati mi ha detto "mi raccomando non fare più queste canagliate che se ti fai male ci andiamo di mezzo noi" e io gli ho dato la mia parola che non avrei più fatto una cosa simile ne lì e nè altrove, di più non potevo fare in quel momento. Già in quella occasione erano stati presi dei provvedimenti ai cancelli.