Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10-63

Un forum specifico, al di là della suddivisione regionale, dedicato esclusivamente alle discussioni, ai reportage e alle informazioni sulla diga, storia e tutto quello che riguarda direttamente il Vajont.

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda sander » mar dic 06, 2011 11:10 pm

Il guardiano della diga ha scritto:Davvero in gamba a trovare fonti uniche. Complimenti ancora.

Ottima ricerca caro cestò :-D
Mi unisco anch'io ai complimenti del guardiano!
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1732
Iscritto il: ven mag 08, 2009 7:55 pm
Località: Maniago (PN)

Re:

Messaggioda Renzo » sab set 15, 2012 2:45 am

cestò ha scritto:Come già scritto, la sequoia si trova all'interno di quella che un tempo era l'immensa tenuta di Villa Protti, in località Faè.
Le origini di questa tenuta però vanno ricercate ancora prima, infatti risale attorno all'anno 1830 la sua realizzazione per mezzo di uno dei più grandi impresari dell'Impero Austo-Ungarico, ovvero Antonio Talacchini, costruttore, tra l'altro, della strada postale "D'Allemagna", della ferrovia Trieste - Vienna e di molte altre opere.
All'interno dei 283 ettari si trovavano un'azienda agricola, un giardino, una chiesa, una segheria ed un lago. Quest'ultimo veniva alimentato (e lo fa tuttora) da una sorgente.
Nel 1900 la tenuta, compresa la villa e la chiesetta di San Nicolò, è stata acquistata dall'industriale Gustavo Protti, conosciuto in questo forum come colui che ha commissionato la realizzazione dell'impianto idroelettrico che captava le acque del Vajont ai mulini delle Spesse e comprendente, tra l'altro, di un'opera ardita quale la famosa "canaletta Protti", in modo da poter alimentare il cartonificio che si trovava nella frazione Vajont.
C'è da sottolineare che Erwin Rommel, il 9 novembre del 1917, pose qui le basi per la "battaglia di Longarone", durante la quale fece prigionieri 10.000 soldati italiani.
La drammatica notte del 9 ottobre "63 spazzò via, eccetto la sequoia, quest'oasi di straordinaria bellezza oltre a 38 creature di questa frazione, Faè



Grazie Cestò, conoscevo i Protti abitavamo nella stessa piazza, piazza Eremitani a Padova, io in casa d'affitto loro nel palazzo che occupa tutto il fondo della piazza, li vedevo sempre alla messa di mezzogiorno alla domenica, ricordo che si salvò solo un ragazzino che era rimasto in città gli altri sù alla villa invece non ebbero scampo.
Avatar utente
Renzo
Contadino
 
Messaggi: 73
Iscritto il: lun lug 23, 2012 6:02 pm
Località: Padova

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda cestò » lun nov 04, 2013 1:15 pm

Chissà quanto altro c'è ancora sotto la coltre di fango e sassi...

http://corrierealpi.gelocal.it/foto-e-v ... 046381?p=2
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda pepe96 » lun nov 04, 2013 10:00 pm

:shock: :shock: :shock:
Se i nostri avi avessero opposto le stesse resistenze di oggi contro la costruzione di infrastrutture, nessun progresso sarebbe stato possibile.
Avatar utente
pepe96
Geometra
 
Messaggi: 575
Iscritto il: dom ago 19, 2012 10:35 am

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda cestò » lun nov 04, 2013 10:42 pm

pepe96 ha scritto::shock: :shock: :shock:

Già...è impressionante...
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda Il guardiano della diga » mar nov 05, 2013 9:04 am

Sembrerebbe essere sotto Castellavazzo o sbaglio?
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10221
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda cestò » mar nov 05, 2013 10:40 am

Il guardiano della diga ha scritto:Sembrerebbe essere sotto Castellavazzo o sbaglio?

Sembra anche a me...forse soltanto lì (a parte i luoghi molto più a valle di Longarone) possono essersi fermate le carcasse delle auto. Quest'ultime credo che siano state spinte dall'onda che poi, tornando indietro, le ha lasciate lì. Da Longarone in giù infatti la zona è stata letteralmente devastata...
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda AGID » mar nov 05, 2013 6:15 pm

a vederla sembra possa essere capovolta ma e difficile da capire…domanda sorge…pur essendo ridotta a una lamiera..Dentro o sotto c'e altro?…..
...QUESTA ERA UNA VALLE...NON UN CATINO DA RIEMPIRE CON L'ACQUA...

http://www.youtube.com/user/AGIDbyProjectDam
Avatar utente
AGID
Geometra
 
Messaggi: 805
Iscritto il: sab lug 18, 2009 7:11 am
Località: CUNEO

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda cestò » mar nov 05, 2013 6:33 pm

AGID ha scritto:a vederla sembra possa essere capovolta ma e difficile da capire…domanda sorge…pur essendo ridotta a una lamiera..Dentro o sotto c'e altro?…..


Da quello che ho visto sembra capovolta. Per la domanda...credo che in molti se la sono posta... :roll:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda Massimo,dighista in Vespa » mar nov 05, 2013 10:17 pm

Ho letto anche io l'articolo del corriere delle Alpi stasera. Però mi viene un dubbio :roll:

D'accordo che il Piave restituisce sempre qualcosa, ma forse sono le ultime briciole...

L'alluvione del 1966 di sicuro ha contribuito a portare a valle molti resti dopo appena 3 anni, e quindi penso che forse vennero molte più cose allo scoperto sul greto del Piave dopo il 1966.
Sarebbe utile, sapere in quanto tempo la buca formata dallo schianto dell'onda sul Piave è stata chiusa. Sapendo in quanto tempo si potrebbe fare due calcoli, per dire se può venire a alla luce ancora qualcosa, ma da Longarone a Ponte di Piave dove finisce la ghiaia è lunga da setacciare, ma sono convinto che ancora qualche resto presunto si trova.
Un altro posto da recuperare resti e dove c'è il ponte della ferrovia sul torrente Maè
Avatar utente
Massimo,dighista in Vespa
Muratore
 
Messaggi: 196
Iscritto il: sab mar 10, 2007 11:46 pm
Località: Fagnigola di Azzano X° (Pn)

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda cestò » mar nov 05, 2013 11:44 pm

Massimo,dighista in Vespa ha scritto:...Un altro posto da recuperare resti e dove c'è il ponte della ferrovia sul torrente Maè

Lo credo anch'io questo! Non per niente in quel punto si è fermata una montagna di materiale, tra cui, mito o realtà, anche la corriera fantasma...
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda laserman » mer nov 06, 2013 9:10 am

Mi fate venire voglia di rimettere in moto il metal detector
laserman
Perito
 
Messaggi: 351
Iscritto il: mar apr 03, 2012 8:21 pm
Località: Friul

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda Massimo,dighista in Vespa » ven nov 08, 2013 9:02 pm

Avatar utente
Massimo,dighista in Vespa
Muratore
 
Messaggi: 196
Iscritto il: sab mar 10, 2007 11:46 pm
Località: Fagnigola di Azzano X° (Pn)

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda Il guardiano della diga » ven nov 08, 2013 9:09 pm

Che notizia!
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10221
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda cestò » sab nov 16, 2013 5:13 pm

Massimo,dighista in Vespa ha scritto:http://corrierealpi.gelocal.it/cronaca/2013/11/05/news/dal-piave-riemergono-anche-le-roste-1.8063242

Ma di preciso come erano fatte queste "roste" menzionate nell'articolo? Qualcuno lo sa?
C'è poi il ponte che si trova sullo sbocco del Vajont, quello che, passato il ponte Campelli, porta a Dogna e si chiama ponte delle roste. Anche in questa zona, magari molti anni fa, c'erano delle roste che bloccavano i tronchi provenienti dalla val Vajont? Quei tronchi che poco prima forse erano fermati dalle famose "stue"?
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda Il guardiano della diga » mar nov 19, 2013 10:20 am

Credo che la zona di Longarone fosse stata abbastanza ricca di opere inerenti la fluttuazione del legname. In genere tutto il Piave lo era.
Ed infatti vi rimando a questo sitoe vi invito, almeno una volta, a visitare il museo!

Un'altra bella rosta su cui mi sono imbattuto nelle mie ricerche è quella di Padola; vi invito a visitarla, è bellissima, ed è velocemente raggiungibile anche da Auronzo.

Sappiamo comunque che anche il torrente Vajont era impiegato per la fluttazione del legname della valle, ed anche se la maggior parte del legno era destinato alle segherie bellunesi, credo che una qualche opera fosse stata presente allo sbocco del torrente.
Non so però se il nome del ponte stradale è riferito a questo oppure alla presenza degli sbarramenti contenitivi realizzati dal cantiere di costruzione della diga.

Indubbiamente le segherie Malcom avevano una loro rosta, stà scritto da più parti. Magari qualcuno del luogo può fornirci più informazioni; so che qualcuno di voi conosce gente tramite faccialibro.
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10221
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda cestò » gio nov 21, 2013 7:26 pm

...e come non ricordare poi gli storici zattieri del Piave ed in particolare quelli di Codissago?
Ottime indicazione Daniele...grazie!

Il guardiano della diga ha scritto:...Magari qualcuno del luogo può fornirci più informazioni; so che qualcuno di voi conosce gente tramite faccialibro.

Giusto, e so già a chi potrei rivolgermi...se non fa prima Sander... :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda cestò » dom nov 24, 2013 6:52 pm

Le informazioni sono arrivate anche senza chiederle...magie del web... :wink:

Immagine Roste dai pressi di Villa Malcom. Nello sfondo Castellavazzo (foto datata tra il 1915 ed il 1918 - Collezione Giulio Mazzucco.)


Immagine Veduta da Codissago. Sulla destra si vede il Piave con le roste ed il canale di discesa del legname. Nello sfondo Longarone (dal libro "Così lontano, così vicino..." di Elda Deon Carlin).


Immagine Valle del Piave da Castellavazzo. Si nota la rosta lungo il Piave per fermare le "taje" (anno 1930 - dal libro "Così lontano, così vicino..." di Elda Deon Carlin.


Immagine La "risina" per il trasporto del legname dal bosco della Cajada (anno 1901 - dal libro "Così lontano, così vicino..." di Elda Deon Carlin).

Interessante no? :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda cestò » dom nov 24, 2013 6:59 pm

Dimenticavo... un grazie di cuore alla sig.ra G.P. ed al sig. Silvio per i preziosi documenti e per le informazioni che molto gentilmente e di propria iniziativa hanno inviato! :-D

Un'ultima cosa: ho inserito queste foto nell'album che riguarda il Vajont, quindi nel gruppo del Friuli V.G. e non nella regione Veneto come dovrebbe essere. Se gli admin ritengono opportuno spostare le suddette, magari creando un album ad hoc...s'accomodassero! :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Re: Il Piave mormora - Testimonianze della tragedia del 9-10

Messaggioda Amoilcolomber » ven mar 11, 2016 12:28 am

Non so ancora usare bene questo forum ma ci provo. Volevo dire a cesto' che ho letto quello che ha scritto (qualche anno fa) su villa Protti e l'ho trovato molto interessante! Sembra fin impossibile che l'acqua si sia portata via una villa intera! Che peccato,era molto bella!
Amoilcolomber
Comunista
 
Messaggi: 3
Iscritto il: sab feb 27, 2016 9:17 pm

Precedente

Torna a Vajont

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 4 ospiti