Diga del Salto e del Turano

Dedicato alle discussioni e reportage delle dighe e centrali della Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da Il guardiano della diga »

Un campo fotovoltaico...? :roll:
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da cestò »

Il guardiano della diga ha scritto:Un campo fotovoltaico...? :roll:
No...guarda in alto a destra...sopra un monte..
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
Macchia
Contadino
Messaggi: 84
Iscritto il: 22 ago 2011, 10:51
Località: Parma

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da Macchia »

Credo tu intenda la scritta "DUX" sul Monte Giano realizzata nel ’39 dalla Scuola Allievi Guardie Forestali di Cittaducale.
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da cestò »

Macchia ha scritto:Credo tu intenda la scritta "DUX" sul Monte Giano realizzata nel ’39 dalla Scuola Allievi Guardie Forestali di Cittaducale.
Esatto! :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da Il guardiano della diga »

Ah vero! L'avevo già vista tempo fa ma non ricordavo il luogo.
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5049
Iscritto il: 30 giu 2005, 22:29
Località: Treviso (TV)
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da phante »

Veramente bella la sala macchine con quei due gruppi orizzontali!
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da cestò »

In effetti fanno davvero un figurone quei gruppi. Anche se poi, fossero stati verticali, avrebbero dato quella piccola potenza in più... Come mi ha informato un responsabile di una centrale però, un tempo c'era come una sorta di "moda" da seguire... :-?
Siccome che la centrale è in caverna, e non potendo quindi ottenere foto di un edificio, ci tenevo a trovare almeno un'immagine dell'interno.

Nella foto si possono vedere anche altri gruppi non menzionati nel titolo della foto stessa che appartengono ai salti Peschiera e Canetra.
Questi i dati di tutti i salti:

Peschiera:

Entrata in servizio: 1943
Salto : 8,45 m
Portata derivabile: 30 mc/s
Tipo turbina: Kaplan
Potenza efficiente: 1x2,20 MW
Produz. media annua: 8,45 GWh


Canetra:

Entrata in servizio: 1951
Salto : 31,03 m
Portata derivabile: 10 mc/s
Tipo turbina: Kaplan
Potenza efficiente: 1x2,30 MW
Produz. media annua: 12,46 GWh


Salto-Turano:

Entrata in servizio: 1942
Salto : 128,00 m
Portata derivabile: 50 mc/s
Tipo turbina: Francis
Potenza efficiente: 2x24 MW
Produz. media annua: 75,45 GWh
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Allievi
Comunista
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 dic 2014, 09:47

Re:

Messaggio da Allievi »

sander ha scritto:
cestò ha scritto:Immagine Immagine Immagine
(Opere delle quali non conosco il funzionamento)
Il guardiano della diga ha scritto:Riguardo alle "opere di cui non conosco il funzionamento" sembra proprio che siano le vie di corsa per le griglie a sacco, con le relative cabine di manovre. Da quello che vedo mancano però le funi di comando...!
Salve a tutti, ieri sera dopo due ore di ricerca, ho trovato un sito con lo schema della diga del Salto, con gallerie e relativi funzionamenti.
Allora partendo da sinistra, il primo tunnel è lo sfioro che bypassa semplicemente l'acqua del lago a valle, mentre il secondo tunnel, quello più vicino alla diga, è l'ingresso alla galleria di 9 Km che collega il Salto al Turano e viceversa.
Appena torno a casa, metto il link del progetto in questione.
Allievi
Comunista
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 dic 2014, 09:47

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da Allievi »

Non trovo la funzione per modificare il messaggio precedente.
Ecco il link comunque:
http://sirsi.mit.gov.it/reserved/Patrimonio/SALTO.pdf
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da cestò »

Allievi ha scritto:Non trovo la funzione per modificare il messaggio precedente.
Ecco il link comunque:
http://sirsi.mit.gov.it/reserved/Patrimonio/SALTO.pdf
Se passa troppo tempo, il pulsante "modifica" scompare.

Grazie davvero Allievi per questa utilissima integrazione al mio reportage, uno dei più belli che abbia fatto! Finalmente è stato svelato il "mistero" riguardo alle opere di cui sopra, almeno in parte... :-? Ora infatti c'è un altro mistero...lo scarico di mezzofondo che si vede in destra orografica, da cosa è alimentato?? :shock: Dallo schema sembra che lo stesso sia alimentato dalla galleria di derivazione diretta in centrale...è possibile un doppio uso della stessa?
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Allievi
Comunista
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 dic 2014, 09:47

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da Allievi »

Sembrerebbe proprio che sfrutta la stessa condotta. La camera di manovra che si vede sopra forse funzionerà da "interruttore"... Anche se deviare una condotta del genere mi suona un pò strano.
Una domanda che invece io volevo farvi è come mai, nella foto, dall'imbocco della famosa galleria di 9 Km che unisce i due serbatoi, non esce acqua?
Mi verrebbe da pensare che il Turano alimenta il Salto solo quando serve, o solo quando il Salto è "basso"?
Qualcuno mi potrebbe togliere questo dubbio?
Comunque il prima possibile voglio farmi un bel giretto turistico da quelle parti e se magari dovessi incontrare personale esperto, li tartasserò di domande 8-)
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da cestò »

Allievi ha scritto:Sembrerebbe proprio che sfrutta la stessa condotta. La camera di manovra che si vede sopra forse funzionerà da "interruttore"... Anche se deviare una condotta del genere mi suona un pò strano.
A chi lo dici! :-? Non mi è mai capitato di vedere un sistema del genere...e comunque lo schema "parla" chiaro, lo scarico di mezzofondo proviene proprio da lì. Evidentemente c'era la possibilità di sfruttare quel tratto sia come alimentazione per la centrale che come scarico. Forse, in caso di svaso, non era opportuno alimentare la centrale...

Allievi ha scritto:Una domanda che invece io volevo farvi è come mai, nella foto, dall'imbocco della famosa galleria di 9 Km che unisce i due serbatoi, non esce acqua?
Mi verrebbe da pensare che il Turano alimenta il Salto solo quando serve, o solo quando il Salto è "basso"?
Qualcuno mi potrebbe togliere questo dubbio?
L'acqua proveniente dal Turano non dovrebbe uscire da quello "sbocco" (che altro non è che l'uscita della camera di manovra) e percorrere il piano inclinato. Infatti il piano inclinato serve solo per "guidare" la griglia a sacco di cui era dotato, credo, un tempo. Lo sbocco della diretta Turano-Salto quindi si trova ad una quota inferiore rispetto il piano inclinato e credo che il Turano alimenti in modo continuo il Salto visto che praticamente si trovano alla stessa quota (anche per questo non potevi vedere uscire acqua da lì), quindi i due serbatoi sono come uno soltanto.

Allievi ha scritto:Comunque il prima possibile voglio farmi un bel giretto turistico da quelle parti e se magari dovessi incontrare personale esperto, li tartasserò di domande 8-)
Magari un giorno potrei tornarci anch'io... :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da cestò »

Comunque ora ho letto tutto il pdf che avevi allegato, Allevi, e lo stesso l'ho trovato davvero molto ben dettagliato! Dal dato che riporta il volume della diga si nota che praticamente è lo stesso di quella del Vajont! E la lunghezza del coronamento è simile... :shock:
Dalla planimetria è curioso notare che la controdiga sia "invertita" e che la stessa venga attualmente utilizzata come attraversamento.
Sempre guardando la planimetria mi viene da pensare che lo scarico di fondo in principio venisse utilizzato come galleria di deviazione...
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Allievi
Comunista
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 dic 2014, 09:47

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da Allievi »

Ragazzi secondo voi cosa possono essere queste?
https://www.google.it/maps/@42.282128,1 ... FeOB2g!2e0

Sono parcheggiate nel primo slargo utile dopo la diga del turano.
Poi un'altra cosa, per chi non lo avesse visto, c'è il filmato dell'istituto luce della costruzione delle due dighe ai tempi che furono...
http://www.youtube.com/watch?v=P21AoJMy_7I

Al minuto 1.46 potete vedere in basso a destra, l'inizio della gallera del canale che unisce i due bacini 8-)
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da cestò »

Allievi ha scritto:Ragazzi secondo voi cosa possono essere queste?
https://www.google.it/maps/@42.282128,1 ... FeOB2g!2e0
Sono parcheggiate nel primo slargo utile dopo la diga del turano...
A me sembrano delle paratoie, si notano i pistoni idraulici lateralmente...
Allievi ha scritto:Poi un'altra cosa, per chi non lo avesse visto, c'è il filmato dell'istituto luce della costruzione delle due dighe ai tempi che furono...
http://www.youtube.com/watch?v=P21AoJMy_7I

Al minuto 1.46 potete vedere in basso a destra, l'inizio della gallera del canale che unisce i due bacini 8-)
Bellissimo, documento eccezionale!! Grazie Allevi!
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
aequicolo
Comunista
Messaggi: 13
Iscritto il: 18 ott 2012, 14:36
Località: Roma

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da aequicolo »

Mi ricollego a questa sezione poichè,presumo,sia il luogo adatto ad esporre il mio progetto.
Nello specifico parlo del lago del Salto,dal momento che il mio dna proviene da quelle parti.
Non a caso il mio nick è "aequicolo",nome arcaico delle genti primitive che abitavano quei posti,discendenti dagli Equi e poi Equicoli.(Cicolano)
Ora il mio progetto si basa dallo studio e ricerche di quella che fu originariamente una vallata fertile a livello agricolo e pastorale.
E dai vecchi paesi inondati dal riempimento del bacino.
Anni 1938-1940.
Avrà poco a che fare con il discorso dighe ma è la risultanza della costruzione della stessa.
Tutto è nato dallo studio da foto dell'epoca che ritraggono i vecchi paesi,ora sott'acqua.
Quello che ha colpito di più la mia curiosità è il vecchio Borgo San Pietro,di cui allego foto dell'epoca:


[url=http://www.progettodighe.it/gallery/alb ... pics/11421





Ora ho intrapreso un'iniziativa che mi porterà (spero) a ritrovare ciò che resta del vecchio paese sommerso.Ammesso che l'erosione dell'acqua alle strutture murarie,non abbia appiattito tutto e ridotto ad un informe ammasso di pietre.
Dal momento che non venivano usate malte cementizie per la muratura,nulla vieta che le ricerche non portino a ritrovamenti di interesse architettonici di rilievo.
Ma ,comunque,bisognerà pur provarci.......!
Bene:come fare e con cosa?
Ho costruito un mini batiscafo in ferro pieno,dove ho applicato una videocamera ad infrarossi,illuminazione con faretti led e motori brushless a mò di idrogetti per muovere il tutto.
Peso ( su terraferma) 18 Kg.
Tutto il sistema verrà filoguidato da un'unità di controllo posizionato sulla barca.
A remi,dal momento che nel lago c'è il divieto di usare imbarcazione a motore.
L'unità di controllo permetterà di guidare il mini batiscafo collegato con un cordone ombelicale (sagola) di appropriata lunghezza.
Ho abbondato a 50 mt,ma penso che il paese sommerso si trovi a quote più ragionevoli.
Insalamato insieme alla sagola scenderà il cavo multipolare per controllo luci e azionamento motori e il cavo antenna per portare in superficie il segnale video della telecamera,visionando in tempo reale le riprese.
A seguire anche (ovviamente) un registratore digitale per memorizzare il tutto..
Sulla barca ci sarà anche una discreta scorta di energia elettrica,poichè alimenterò il tutto a 12 Volt con una batteria auto.Anche se i consumi di corrente in totale saranno irrisori.

A seguire posterò le foto e i particolari del "Jump".....(Salto)
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5049
Iscritto il: 30 giu 2005, 22:29
Località: Treviso (TV)
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da phante »

Su al Vajont abbiamo seguito un progetto simile anche se più in piccolo e con quote più basse.

Puoi trovare il topic collegato qua http://www.progettodighe.it/forum/viewt ... &hilit=rov

Hai già fatto qualche prova? Quanto pensi di andare in profondità?
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
aequicolo
Comunista
Messaggi: 13
Iscritto il: 18 ott 2012, 14:36
Località: Roma

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da aequicolo »

Buonasera Phante,grazie dell'attenzione.
Ho visto il vostro progetto con video annesso.
Veramente un ottimo lavoro e un bel reportage.
Il mio progetto,come già suesposto,invece,si limita ad andare in profondità alla ricerca di qualche rudere,erosione permettendo.
Dalle foto dell'epoca,

http://valledelsalto.it/index.php?optio ... &Itemid=45,

ed esattamente la 12,si vede sulla sx,oppure

http://cesare-e-dintorni.it/index.php?& ... San+Pietro


quello che era il campanile del vecchio convento.Così,a spanne,dovrei intercettare il rudere non oltre i venti metri di profondità.Ma forse anche meno.Tutto dipende,come già detto,dallo stato attuale del manufatto.In definitiva sto costruendo un ROV (parolone).
Il telaio e l'illuminazione sono pronti.
Sto sperimentando varie telecamere ( a perdere.....) ed adattarle alla pressione dell'acqua in profondità.
La prima che ho adottato ,nel momento in cui vado a proteggere l'obiettivo con vetro di spessore adeguato,mi perde in luminosità,poichè accecata dai riflessi degli infrarossi sul vetro stesso.Sto escogitando altri sistemi.
Per la motricità penso di usare ed adattare a mò di idrogetto,due motorini/pompe lavatergicristalli,che hanno un discreto flusso in uscita.
A seguire altre info.



Saluti.
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5049
Iscritto il: 30 giu 2005, 22:29
Località: Treviso (TV)
Contatta:

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da phante »

Eh si, il grande problema a quella profondità è la luce che è molto poca. L'abbiamo visto con il row che pur essendo non in profondità la visuale è veramente corta.

Probabilmente con le profondità che vuoi raggiungere dovresti portare l'illuminazione all'esterno della telecamera così eviti il riflesso e diventi anche molto più libero sulla potenza.
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
aequicolo
Comunista
Messaggi: 13
Iscritto il: 18 ott 2012, 14:36
Località: Roma

Re: Diga del Salto e del Turano

Messaggio da aequicolo »

Infatti sono già installati due spot a led,luce fredda,allo scopo.Sarà tutto da sperimentare,poichè non sò,fin da adesso,il livello di torbidità dell'acqua.Se la fortuna ci assisterà,trovando i ruderi a quote accettabili,potremmo avvalerci anche della luce che filtra dalla superficie.









saluti
Rispondi