L'asta idroelettrica dell' Aniene

Dedicato alle discussioni e reportage delle dighe e centrali della Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

L'asta idroelettrica dell' Aniene

Messaggio da cestò »

Era da tempo che desideravo realizzare una ricerca sui vari impianti idroelettrici realizzati lungo il fiume Aniene.
Per l'occasione mi sarebbe anche piaciuto risalire il fiume fino alla sorgente per poi descrivere, man mano che avanzavo, tutto ciò che di idroelettrico per la strada incontravo.
Insomma, tutto il percorso del fiume, dalla sua nascita fino al suo sbocco sulla sponda sx del Tevere.
La sorgente l'ho raggiunta e di impianti ne ho già visitati molti, alcuni sono antichissimi.
Nel fare ciò ho potuto ammirare maggiormente la bellezza dei luoghi dell'incantevole valle dell'Aniene ed opere per quei tempi incredibilmente ardite che finalmente avrò il piacere di mostrarvi.
Preparatevi quindi all'ennesimo mio topic a puntate!

Per prima cosa conosciamo meglio questo fiume sfogliando la sempre utile enciclopedia di WIKI
e poi un filmato girato lungo la salita e la discesa: CLICCA

Tre foto del percorso:

Immagine Immagine Immagine


...e tre della sorgente:

Immagine Immagine Immagine


C'è da dire che pochi metri più a valle della sorgente, l'acqua scende già molto più copiosa...appena nato è già si fa sentire lui!

Per ora è tutto. Alla prossima puntata... :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

Ho visto il video...che luogo fantastico...natura al 100%
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
Messaggi: 1741
Iscritto il: 08 mag 2009, 19:55
Località: Maniago (PN)

Messaggio da sander »

Visto il filmato; niente male l'Aniene. Potrebbe essere tranquillamente un torrente sloveno e... scusa se è poco :wink: :wink:
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
paolog
Dott. Ing.
Messaggi: 2810
Iscritto il: 13 mag 2007, 08:50
Località: udine

Messaggio da paolog »

Conoscendo la passione di Sander per l'Isonzo.....
Avatar utente
Darlazz
Geometra
Messaggi: 713
Iscritto il: 11 ago 2009, 21:23
Località: Vicenza - Veneto

Messaggio da Darlazz »

Veramente bei posti ... e anche la sorgente é interessante, io non avevo mai visto un ruscello sgorgare così dal sottosuolo :-) é interessante poi vedere l'origine del fiume e nell'altro post la centrale acquoria ... una bella documentazione davvero.
Bella anche la foto "Io c'ero" con la maglietta PD! 8-)
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Re: L'asta idroelettrica dell' Aniene

Messaggio da cestò »

Grazie per i complimenti ragazzi!
Come per Canterno a questi posti posti sono particolarmente legato perchè anni fa, molti anni fa, mio padre mi portava qui per dei pic nic davvero stupendi! Qui vicino poi c'è anche un allevamento di trote dove andavamo a pescare.
Mi ricordo molto bene soprattutto questo punto qui:
cestò ha scritto:Immagine
è un ponticello fatto con le traversine che una trentina d'anni fa stavano già lì. Certo che ne hanno vista d'acqua passare...

Una volta si poteva attraversare anche con la macchina, la nostra mitica 126 gialla...
Ora, con le nuove norme, l'auto bisogna lasciarla più a valle e proseguire a piedi, come è giusto che sia. In quanto a norme a favore della natura abbiamo fatto passi in avanti, però in quanto a rispetto della natura siamo peggiorati di molto: ho visto, con immenso dispiacere, la quantità di sporcizia che viene lasciata in giro. Peccato.
Un tempo eravamo più "ignoranti" in materia, ma molto più rispettosi della natura :-(
Gli possano cascà le mani a chi getta i rifiuti per terra! :twisted:
Scusate per lo sfogo...proseguo con il topic và...

Come avete visto, il luogo della sorgente è molto bello, ed è, a parte la sporcizia che ho visto più a valle, molto curato e pulito. Non per niente dall'Aniene viene prelevata dell'ottima acqua per bere, infatti alimenta anche degli acquedotti. Insomma è un fiume "tuttofare" il nostro Aniene!

La posizione della sorgente più o meno SI TROVA QUI a pochi chilometri dal confine con l'Abruzzo.

In prossimità di questa sorgente ho potuto anche ammirare questo cimelio, che mi sembra essere una vecchia pompa, o ciò che ne rimane:
Immagine

Diciamo però che questa è la sorgente più alta, infatti ce ne sono anche altre che alimentano questo fiume.
Ce n'è una in particolare, pochi chilometri più a valle, che in media butta fuori la bellezza di +/- 1 mc/s!

Continuando il nostro viaggio lungo l'Aniene, a pochi chilometri di distanza dalla sua sorgente questo fiume può permettersi già di essere sbarrato da una diga, quella di Pertuso nel comune di Trevi nel Lazio:

Immagine Immagine Immagine Immagine

Questa è la sua posizione
Purtroppo non sono riuscito a trovare un punto più favorevole dove fotografare la diga, magari il suo paramento di valle, anche per via della fittissima vegetazione di questo periodo, per il fatto che lì è tutto recintato e per la scarsa conoscenza del luogo.
Comunque devo dire che il luogo è a dir poco incantevole, il bacino è di un intenso color smeraldo e di una limpidezza che dalle nostre parti è alquanto inusuale. Si trova incastonato tra la catena dei Monti Simbruini e i Monti Ernici.

Questo bacino capta le acque che, dopo un percorso di circa 7 km, alimentano la centrale Comunacqua:

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Alla prossima puntata... :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
Messaggi: 1367
Iscritto il: 01 nov 2009, 21:12

Messaggio da pelton1989 »

Bello, Bello, Bello!!!! :-D :-D complimenti!! ormai sei un reportagista esperto :wink: :-)
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

Darlazz ha scritto:...Bella anche la foto "Io c'ero" con la maglietta PD! 8-)
Più che "io c'ero"... io CESTO' :wink:
pelton1989 ha scritto:...ormai sei un reportagista esperto :wink: :-)
Allora posso essere anch'io annoverato nell'olimpo del dighismo?? 8-) :lol: :wink:


Avrei voluto raccogliere più informazione in merito alle opere descritte fino ad ora ma, visto che non ho nulla di nuovo, credo che sarebbe meglio proseguire con questo topic, poi, se ci dovessero essere delle novità, un piccolo passo indietro si può sempre fare :wink:

La volta scorsa avevo dimenticato di linkare la vista dal satellite della centrale, rimedio subito: CLICCA

Poco più a valle rispetto la centrale c'è un'opera di presa, QUESTA QUI che intercetta le acque per un'altra centrale, quella di Scalelle a Subiaco, che descriverò in un secondo momento perchè ora devo fare una piccola parentesi su una delle tante bellezze dell'Aniene e su un suo importante affluente: il Simbrivio.

Dicevamo delle bellezze dell' Aniene...eccovi accontentati:

Immagine Immagine Immagine

Nelle prime due foto potete ammirare la rinomata cascata di Trevi, ai tempi d'oro di Cinecittà utilizzata per riprese cinematografiche.
Nella terza foto invece possiamo vedere il fiume Simbrivio (a sinistra) mescolare le proprie acque con quelle dell'Aniene (a destra) apportando allo stesso un contributo notevole di mc di ottima acqua.
Questi fiumi nascono dalla catena montuosa dei monti Simbruini, dal latino "sub imbribus", che significa "sotto le piogge".

Risalendo il Simbrivio per pochi chilometri e seguendo correttamente le indicazioni:
:roll: Immagine
...ci si imbatte in una bella diga, anche se abbandonata a se stessa:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Alcuni particolari:
ImmagineImmagine Immagine Immagine Immagine
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Nell'ultima foto si può vedere l'opera di presa che alimenta (anch'essa) la centrale di Comunacqua, la stessa che viene alimentata anche dal bacino del Pertuso. Quindi la centrale Comunacqua viene alimentata da due serbatoi.

Prima ho parlato di diga abbandonata a se stessa perchè, per via dell'inghiaiamento, praticamente il paramento di monte non esiste più! :shock:
Non esagero, il letto del fiume arriva allo sfioro della diga!
Dando poi un'occhiata alla griglia di presa si può notare che anche quest'ultima sia stata invasa dalla ghiaia per quasi tutta la sua lunghezza, lasciando libero soltanto un piccolo tratto per il passaggio dell'acqua.
Da sottolineare anche l'ossidazione del pistone idraulico...
Non ho visto molti impianti e non ho neanche tanta esperienza, ma riesco tuttavia a capire certe gravi situazioni...non so se voi vi siate imbattuti in un impianto così fino ad ora... :-?

Ciao ciao... :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
Messaggi: 1367
Iscritto il: 01 nov 2009, 21:12

Messaggio da pelton1989 »

interessante.... peccato per la diga, ma c'è un guardiano?? non penso, perchè come dici tu non è messa molto bene. ormai comunque credo che sia più una presa che una diga..
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

Sapevo che questo diventava un topic curioso ed interessante.
E' un peccato vedere un impianto che pare davvero abbandonato: è che ormai Enel avrà capito che il bacino è inghiaiato ad un livello inverosimile e quindi non ci sono più manovre da atturare. Certo è un peccato!

Personamente impianti così "in abbandono" non li ho mai visti.

Magnifica la location di Cinecittà! :wink:
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

pelton1989 ha scritto:interessante.... peccato per la diga, ma c'è un guardiano?? ..
Non c'era assolutamente nessuno! Manco un cane...anzi no, veramente di cani ce n'erano due :lol: :
CLICCA E VEDRAI
Forse erano loro i guardiani... :-?

A mio dire credo che questa diga è stata costruita e lasciata senza più manutenzione. Insomma con il sistema "costruisci e dimentica" :roll:
Riporto due foto che sottolineano lo stato di abbandono dell'opera:

Immagine Immagine

Prima foto: si vede chiaramente che la ghiaia è arrivata fin sopra la paratoia che regola il livello. Credo che sia molti anni che non viene messa più in funzione, anzi, ho il forte dubbio che sia entrata in funzione almeno una volta...

Seconda foto: l'ho scattata in verticale per prendere il meccanismo per lo sgrigliamento. Se la scattavo in orizzontale avrei inquadrato la griglia per tutta la sua lunghezza, anche se, a dire il vero, non sarebbe stato un bel vedere...
Comunque si può ben intuire che sia quasi totalmente inservibile, a parte un piccolissimo tratto. Non credo poi che sia possibile mettere in funzione lo sghiaiatore per quel tratto...

C'è da dire anche un'altra cosa su questo impianto: da qui viene prelevata acqua anche per scopi potabili (si dice così? :roll:). Quello del Simbrivio è stato dalle nostre parti sempre un acquedotto prezioso, il quale apporta dell'ottima acqua per molte località, un tempo ne usufruivamo anche noi a Paliano ma, come ho sentito, ora disseta la località dei Castelli romani.

Questa foto:
Immagine
...l'inquadratura sarebbe dovuta essere un po' più bassa, in modo da prendere anche la scrivania sopra la quale ci sono due telefoni vecchio tipo a disco, ed un registro aperto con una penna bic blu sopra di esso.
Inspiegabilmente al momento dello scatto ho alzato di poco la mira... :roll:

Condivido ciò che avete scritto Pelton e Guardiano: ormai è solo una semplice presa (comunque senza pulizia), ed ormai l'Enel non crede che sia utile un suo recupero :-(

Come al solito ho dimenticato di linkare il Satellite

E qui una vera e propria CHICCA! :lol:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
Messaggi: 1741
Iscritto il: 08 mag 2009, 19:55
Località: Maniago (PN)

Messaggio da sander »

E' strano però che l'ENEL abbia lasciato interrare a quel modo il bacino del Simbrivio. Si notano infatti chiaramente le due paratoie sghiaiatrici poste ai lati della ventola centrale

Anche la seguente... :roll: :roll:
Immagine

tiranti, leveraggi ed altre parti metalliche riverniciati, sembra anche di fresco ma... e gli steli degli attuatori :?: :?:
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

sander ha scritto:E' strano però che l'ENEL abbia lasciato interrare a quel modo il bacino del Simbrivio...
Già, è proprio vero. Un vero peccato vedere un'opera, costata certamente molti soldi e molta fatica, ridotta in una stato così pietoso :cry: (:twisted:)
Ho la vaga sensazione che quelli dell'Enel abbiano come pensato una cosa del tipo: "Finchè va..." :-?

Scusatemi se continuo la parentesi Simbrivio con una notizia di carattere turistico-religioso: ci troviamo infatti nel comune di Vallepietra, in provincia di Roma, dove di interessante non c'è solo questa diga ma anche uno splendido e spettacolare santuario, quello della S.S. Trinità. Il santuario viene visitato ogni anno da migliaia di pellegrini che percorrono, anche a piedi e per decine di chilometri, una bellissima strada che si inerpica tra i monti. E' stato visitato anche dal nostro caro Giovanni Paolo II...e dal sottoscritto, ovviamente anche in bici :wink:
Anche se questo è il topic riservato all'Aniene, ho voluto aprire la parentesi Simbrivio perchè, oltre ad essere questo l'affluente maggiore dell'Aniene, il suo bacino alimenta la centrale che dell'asta dell'Aniene fa parte.

Ok ok, mi sono lasciato prendere come al solito dalle mie manie... :oops: faccio penitenza e ritorno sui miei passi... :wink:

Lascio il Simbrivio e torno nell'Aniene.

L'altra volta avevo scritto questo:
cestò ha scritto:...intercetta le acque per un'altra centrale, quella di Scalelle a Subiaco...
...ed infatti, poco più a valle della centrale Comunacqua si trova una bella ed interessante opera di presa, questa qui:

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

...che alimenta la centrale Scalelle, nel comune di Subiaco:

Immagine Immagine Immagine

Come si può intuire si tratta di una centrale in caverna, ed ovviamente non ho avuto la possibilità di intravedere qualcosa al suo interno (:-(), quindi dovrete accontentarvi di una sola foto che la riguarda.
Purtroppo non ho nessun dato tecnico riguardo la centrale. Il sito Enel da la pagina bianca (:-x)
Speriamo di riuscire in futuro a sapere qualcosa in più...

In uscita dalla centrale c'è questo canale di scarico che si divide in due, quello a dx si dirige direttamente verso l'opera di presa per la centrale di Subiaco, quello di sx invece si getta nell'alveo dell'Aniene:

Immagine Immagine
(nella seconda foto si vede la paratoia per la restituzione in alveo)

Comunque, nei pressi della centrale, ovviamente poco più a valle, c'è un'altra opera di presa, anche questa con poca manutenzione (:shock:):
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Questa presa alimenta la Centrale di Subiaco.

A presto per le foto e i dati sulla centrale :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
Messaggi: 1367
Iscritto il: 01 nov 2009, 21:12

Messaggio da pelton1989 »

Bè, a parte il nastro dello sgrigliatore, la presa non è messa così male, comunque quando aprirà la c.le di Subiaco potrai chiederglielo! :wink:
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

pelton1989 ha scritto:Bè, a parte il nastro dello sgrigliatore, la presa non è messa così male, comunque quando aprirà la c.le di Subiaco potrai chiederglielo! :wink:
Purtroppo non sarò presente per quell'occasione, parto per le vacanze. Ma anche se non partivo non potevo comunque partecipare perchè sarei dovuto andare ad un matrimonio, e comunque è anche il compleanno di mia moglie... :roll:
Perdermi proprio la centrale di Subiaco...che peccato!!! :cry: :cry:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

E' un peccato. Sono davvero impianti molto belli in luoghi che lo sono altrettanto. E' un peccato che la manutenzione sembri mancare. :roll:

I due guardiani mi sono sembrati alquanto mansueti. :wink:
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

Proprio vero guardiano, questi impianti dovrebbero essere rivalutati, soprattutto se puntiamo all'ecologia...
I cani erano docili, simpatici e molto belli, e mi sembravano anche molto interessati all'impianto!


Centrale Subiaco


Eravamo rimasti alla presa di Scalelle che alimenta la centrale di Subiaco.
Ed allora parliamo un po' di questa centrale, ma prima vediamo un po' di foto...

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Nelle ultime due foto si vedono dei contenitori con una scritta sopra: LINEA C. ACQUA ...ma che significa?? :-?

E' stato impossibile raggiungere la vasca di carico, vediamola dal satellite: VASCA DI CARICO
La centrale è poco più a valle delle condotte.

Info by Enel Green Power: 5,80 MW

Info by web: La centrale di Subiaco è stata costruita nel 1905. Le
sue condotte forzate provengono da una vasca di carico posta a 70
metri al di sopra della centrale, sul versante destro dell'Aniene.


Info by responsabile Enel: La centrale è stata bombardata in occasione della seconda guerra mondiale e gravemente danneggiata. Tuttavia il gruppo risalente al 1927 ha resistito ed è tuttora in funzione. Per far si che non venisse sostituito per la sua rumorosità, nell'edificio della centrale sono stati effettuati importanti lavori di insonorizzazione.

La centrale infatti si trova all'interno della cittadina sublacense, che tra l'altro ha dato i natali alla stupenda Gina Lollobrigida.

Nell'altro PC (ora sto con il PC-ino) avevo aggiunto tra i preferiti un sito con una foto storica della centrale, purtroppo qui non la trovo. Se mi capita vedrò di aggiungerla poi...

A presto... :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
Italianairforce
Muratore
Messaggi: 172
Iscritto il: 27 giu 2011, 01:47
Località: Cadimare

Messaggio da Italianairforce »

Sarei molto..ma molto curioso di sapere cosa vuol dire Linea C Acqua,spero che qualche esperto intervenga.

Se si guarda bene
1 C'è un compressore
2 c'e un pulsante
Gli aerei a terra ci vengono sempre,bisogna vedere come,dove,quando e perche
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: 29 set 2009, 09:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

Italianairforce ha scritto:Sarei molto..ma molto curioso di sapere cosa vuol dire Linea C Acqua,spero che qualche esperto intervenga.

Se si guarda bene
1 C'è un compressore
2 c'e un pulsante
Anch'io sono molto curioso. Però vedo che il mistero rimane tale...

Ci provo a dire la mia: Potrebbe essere che il sistema serva ad "iniettare" acqua ad alta pressione alle condotte in modo da evitare il fenomeno della cavitazione? Come sappiamo questo fenomeno si innesca quando nelle condotte si va a creare un depressione in caso di apertura/chiusura della valvola. Anche se però...il compressore lo vedo un po' troppo piccolo per questo scopo... :-?

Sicuramente sarà una delle mie solite gaffes... :roll:


Visto che mi trovo qui, che ne dite se continuassi questo topic rimasto da troppo tempo nel congelatore??? :wink:


Roviano

A Roviano c'è uno...sbarramento. Sono un po' generico perchè questa opera non l'ho vista da vicino essendo distante dalla strada e tutta recintata. Poi, se dovessi trovare qualche altro...ingresso, non mancherò di documentare meglio questa interessante...dighetta.

Innanzitutto inserisco il link per localizzare l'opera: Premi qui

...poi aggiungo qualche scarna informazione sull'ente che gestisce l'impianto: ACEA

...ed ora qualche foto (quelle che sono riuscito a fare)

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Da lontano si può notare che la struttura è molto particolare, anche per via di quelle due torri laterali.

Il piccolo bacino formato da questa diga alimenta la Centrale di Mandela che si trova QUI

Foto della centrale:

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Molto particolare la fontana con la girante Francis e la paratoia lungo il bordo della vasca. Peccato che sia stata abbandonata a se stessa... :-(
Tra l'altro si può notare che la vecchia girante Francis ha le palette molto consumate, probabilmente questo è stato provocato dalla tanto temuta cavitazione che, consumando le palette stesse, ha pregiudicato in modo irreparabile il rendimento della turbina. Infatti la girante è stata sostituita...

Un'altro tassello è stato aggiunto. Alla prossima! :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
Messaggi: 1367
Iscritto il: 01 nov 2009, 21:12

Messaggio da pelton1989 »

cestò ma il coso è nella centrale di trasformazione, cosa centra con la cavitazione?? poi non mi pare che esistano sistemi del genere per evitare cavitazioni... :roll:


Il compressore serve per mettere in pressione un gas che viene usato quando aprono/chiudono i sezionatori, è un gas isolante che serve a rompere l'arco voltaico che si viene a creare all'apertura chiusura di un sezionatore.

Il coso potrebbe essere parte del sistema di raffreddamento ( ad acqua appunto ) del trasformatore.

Molto particolare le condotte in cls della centrale di mandela! :wink:
Rispondi