Canterno

Dedicato alle discussioni e reportage delle dighe e centrali della Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise

Messaggioda cestò » mer mag 18, 2011 11:33 am

Grazie ragazzi! :-D
Hai ragione Sander, questo impianto mi sta appassionando, mi è entrato nelle ossa, come l'umidità...
Pensa che mi son messo anche a leggere i forum sulla pesca in questa zona per cercare di carpire qualche utile informazione.
...e sto facendo così anche per un altro (eventuale) reportage su degli impianti niente male... :-o

Vi dico che ho provato una forte emozione nel vedere finalmente il punto di partenza della roggia per Canterno! Incredibile quanto mi abbia preso questa inaspettata passione!! :-o :-o
Per giunta sto scoprendo molte cose della mia terra che non pensavo neanche che esistessero. Bello bello bello!!!

LA CENTRALE
Finalmente, dirà qualcuno, e ne ha ben donde...dopo tanta attesa.

Presentiamoci...
Immagine

Varie inquadrature dell'edificio:
Immagine Immagine Immagine

L'interno (quello che si riesce a vedere):
Immagine

Stazione dell'alta tensione:
Immagine Immagine

Vari particolari:
Immagine Immagine In rete non ho trovato nulla di questa centrale! :cry:

Dall'alto della condotta forzata (con l'immancabile palo che copre :-x):
Immagine

Dal basso della condotta forzata:
Immagine

La condotta che entra in centrale:
Immagine

Il piccolo canale di scarico della centrale:
Immagine

Tralicci:
Immagine Immagine La distribuzione è a 150 kV

Cataste di isolatori parcheggiate lì fuori:
Immagine

Ora alcuni dati della centrale dal SITO DELL'ENEL

In più aggiungo che la turbina è, a detta del custode, una DE PRETTO - ESCHER WYSS ed è del tipo veloce (600 rpm).

Ho provato a telefonare diverse volte, per ottenere ulteriori informazioni, alla direzione Enel di Ceccano che fa capo a Canterno, ma inspiegabilmente non mi ha mai risposto nessuno. Almeno col numero trovato in rete.
Se poi qualcuno di voi mi dice come si potrebbe fare per contattare un responsabile mi farebbe molto piacere. Grazie!

Con Canterno è tutto...per il momento... :wink:
Ultima modifica di cestò il ven lug 08, 2011 3:25 pm, modificato 1 volta in totale.
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda Il guardiano della diga » mer mag 18, 2011 11:51 am

Interessante, davvero interessante.
Pare che nell'area sottostazione all'aperto vi sia un locale interrato.
Inoltre mi sembra che quegli isolatori siano lì da un pò di tempo... :roll:

Hai fatto davvero un buon lavoro! Complimentoni.
Potresti tranquillamente trasformare il topic in articolo per il sito. :-D
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10228
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

Messaggioda Suomi » mer mag 18, 2011 12:31 pm

Straquoto l'idea del Guardiano riguardo l'articolo!!! Facci un pensierino Cestò!! :-D
Suomi
 

Messaggioda Darlazz » mer mag 18, 2011 2:54 pm

Un reportage veramente completo! Bello il tuo impianto "di casa", molto interessante e pittoresco! 8-)
Tra l'altro non avevo mai visto una girante come questa:

cestò ha scritto:Vari particolari:
Immagine


:-D
Avatar utente
Darlazz
Geometra
 
Messaggi: 713
Iscritto il: mar ago 11, 2009 9:23 pm
Località: Vicenza - Veneto

Messaggioda pelton1989 » mer mag 18, 2011 9:18 pm

Suomi ha scritto:Straquoto l'idea del Guardiano riguardo l'articolo!!! Facci un pensierino Cestò!! :-D


esatto, lo riscrivi tutto su un file di word per esempio poi lo invii a elvis che lo convertirà in articolo e lo pubblicherà, finirà nella sezione reportage
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1351
Iscritto il: dom nov 01, 2009 10:12 pm

Messaggioda phante » mer mag 18, 2011 10:10 pm

Approvato!!! Vogliamo il reportage sul sito! Vogliamo il reportage sul sito!!! :lol: :lol:
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
 
Messaggi: 5035
Iscritto il: gio giu 30, 2005 10:29 pm
Località: Treviso (TV)

Messaggioda sander » mer mag 18, 2011 10:14 pm

Sono d'accordo pure io!
Vai con gli straordinari cestò :-D :wink:
«O xein', angéllein Lakedaimonìois hoti tede
kéimetha, tois kéinon hremasi peithòmenoi»
Avatar utente
sander
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1704
Iscritto il: ven mag 08, 2009 7:55 pm
Località: Maniago (PN)

Messaggioda cestò » ven mag 20, 2011 11:57 am

Che bello quando il popolo ti incita...8-) 8-) 8-)
Non posso che raccogliere l'invito e realizzare ciò che il popolo reclama!:wink:

Darlazz ha scritto:...Tra l'altro non avevo mai visto una girante come questa:
Immagine

Perchè...cos'ha di particolare? Io ancora non afferro questi particolari...
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda Darlazz » ven mag 20, 2011 2:20 pm

Se tu noti quella girante é divisa a metà nell'alimentazione perpendicolarmente all'asse: le palette hanno cioé due uscite, una a destra e una a sinistra dell'asse. Praticamente dovrebbe essere una girante sola con due scarichi una sorta di doppia francis fusa in una .... a meno che non abbia preso un grosso abbaglio! :lol:
Avatar utente
Darlazz
Geometra
 
Messaggi: 713
Iscritto il: mar ago 11, 2009 9:23 pm
Località: Vicenza - Veneto

Messaggioda Elettronico » ven mag 20, 2011 2:34 pm

Darlazz ha scritto:Se tu noti quella girante é divisa a metà nell'alimentazione perpendicolarmente all'asse: le palette hanno cioé due uscite, una a destra e una a sinistra dell'asse. Praticamente dovrebbe essere una girante sola con due scarichi una sorta di doppia francis fusa in una .... a meno che non abbia preso un grosso abbaglio! :lol:


hai ragione Darlazz, è proprio una francis con doppio scarico, cioè praticamente due francis accoppiate. penso che quasi sicuramente sia per azzerare le spinte assiali, che non sono indifferenti (è il motivo per cui spesso si montavano due francis in controspinta), e così eliminare la necessità di un cuscinetto reggispinta.
Avatar utente
Elettronico
Camminatore dei cunicoli
 
Messaggi: 698
Iscritto il: mar set 19, 2006 11:20 pm

Messaggioda cestò » ven mag 20, 2011 6:51 pm

Elettronico ha scritto:
Darlazz ha scritto:Se tu noti quella girante é divisa a metà nell'alimentazione perpendicolarmente all'asse: le palette hanno cioé due uscite, una a destra e una a sinistra dell'asse. Praticamente dovrebbe essere una girante sola con due scarichi una sorta di doppia francis fusa in una .... a meno che non abbia preso un grosso abbaglio! :lol:


hai ragione Darlazz, è proprio una francis con doppio scarico, cioè praticamente due francis accoppiate. penso che quasi sicuramente sia per azzerare le spinte assiali, che non sono indifferenti (è il motivo per cui spesso si montavano due francis in controspinta), e così eliminare la necessità di un cuscinetto reggispinta.
Avevo visto quell'elemento che divide la girante, però credevo che servisse solo per rinforzarla!
Grazie ad entrambi per avermi fatto conoscere questo particolare! :wink:

Ho provato ad ingrandire la foto che la ritrae nell'altra angolazione ed in effetti...:
Immagine :shock:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda cestò » ven mag 20, 2011 6:59 pm

Amantino ha scritto:...La parte più indietro verso la galleria (la vedo male) è al 99% la palmola...

Cos'è la... "palmola"?

Ti ringrazio poi per aver delucidato il funzionamento del locale valvola e la "perdita" lungo la condotta. La foto con la perdita risale a giugno, quindi faceva caldo, quella senza perdita invece risale ad aprile...
Grazie ancora Amantino! :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda cestò » ven mag 20, 2011 9:32 pm

Amantino ha scritto:Spero di essere stato chiaro...

Altrochè, sei stato chiarissimo!!!
Capito tutto perfettamente!!!...ed anche senza bisogno del disegno...a proposito...i disegni si possono caricare con uno scanner :wink:
Grazie di nuovo!
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda Darlazz » sab mag 21, 2011 2:19 pm

Ottime spiegazioni Amantino, complimenti!! Tra l'altro ora che hai spiegato quella piccola perdita ci sentiamo tutti più tranquilli giusto cestò ?:-D

Approfitto un po' della tua conoscenza (anche se vado un po' ot :oops: )per capire un paio di cose: quando viene svuotata una condotta? In che modo viene riempita? quel piccolo bypass é presente anche nelle grandi valvole rotative delle grosse centrali ... ha la stessa funzione? Mi fermo qui! Sempre se hai voglia ....
Avatar utente
Darlazz
Geometra
 
Messaggi: 713
Iscritto il: mar ago 11, 2009 9:23 pm
Località: Vicenza - Veneto

Messaggioda cestò » sab mag 21, 2011 5:36 pm

Amantino ha scritto:Non c'ho 90 anni! Conosco lo scanner :lol: :lol: :lol:
Era nel senso di dove caricare un disegno online.
ehm...scusa... :roll:
Beh...per quelli on line...copia l'URL... (spero di aver capito questa volta... :roll:)

Darlazz ha scritto:...Tra l'altro ora che hai spiegato quella piccola perdita ci sentiamo tutti più tranquilli giusto cestò ?:-D ...

Giusto! :wink:

Qualora fosse sfuggita ripropongo il video della ormai famosa PERDITA
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda Darlazz » ven mag 27, 2011 2:49 pm

Grazie Amantino e Endriu per le spiegazioni! 8-)
Avatar utente
Darlazz
Geometra
 
Messaggi: 713
Iscritto il: mar ago 11, 2009 9:23 pm
Località: Vicenza - Veneto

Messaggioda cestò » ven mag 27, 2011 4:05 pm

Ci sono delle novità...
Mi sono imbattuto in un forum molto bello (non vi tradisco, tranquilli...:wink:), sui monti ernici. Visto che siamo in zona, si parla molto del lago di Canterno, della sua flora, della sua fauna, dei ritrovamenti di vari oggetti di epoche molto ma molto antiche lungo le sue sponde (:shock:) ed, ovviamente, anche della sua storia come lago...
Bene, intanto anticipo subito che c'è un dato in mio possesso da correggere, ossia quello della quota.
Infatti, inspiegabilmente (:oops:), ho interpretato, erroneamente, ciò che credevo di aver visto nelle foto, tra l'altro in quelle originali e pure ingrandite! :shock:
Per cui bisogna aggiungere 20 metri in più rispetto alle quote da me scritte in questo reportage.

cestò ha scritto:...Il livello del lago cambia di alcuni metri (min.519 slm - max.526 slm)...

Queste quote corrispondo in verità a 539 e 546m slm!
Lo sfioro della torretta dovrebbe trovarsi ad una quota di 548,5m slm.
Per ora non ho ancora i dati ufficiali, quindi parlo ancora al condizionale e con i "circa".
Appena posso vi darò i dati certi!
Vi chiedo scusa per questa svista... :roll:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda cestò » lun giu 13, 2011 5:56 pm

Bene, dopo tanto parlare sul nucleare, finalmente ritorno a quella che è la mia passione. Che è cosa buona e giusta... :wink:

cestò ha scritto:...bisogna aggiungere 20 metri in più rispetto alle quote da me scritte in questo reportage.

Ed infatti eccovi qui la prova di questa correzione:

Immagine
Ieri ho pensato bene di scendere fino al greto per avvicinarmi il più possibile e scattare una foto come si deve, con la dovuta zoomata (200 mm). Ho provveduto anche a dare una "ripulita", in modo da leggere il numero più chiaramente, al cartello che indica la quota in prossimità del livello del lago! :mrgreen:
Per una errata interpretazione vista la non perfetta leggibilità del cartello, in precedenza ho confuso il 4 per un 2, ecco perchè si devono aggiungere 20 metri in più.

Adesso torniamo alla mia missione di ieri dove ho potuto constatare che questo impianto non è ancora terminato :shock:

ALLA RICERCA DEI LAGHETTI PERDUTI...

Mi ricordavo di aver notato che, in uno stradario risalente al 2003, erano raffigurati due laghetti adiacenti il lago di Canterno nominati "Laghi Lattanzi".
Attualmente però questi laghi non risultano, né guardando dall'alto con G. Earth, né andando di persona sul luogo presunto dove sarebbero dovuti essere.
Posto quella parte di stradario che evidenzia la presenza di questi due laghetti (al centro):

Immagine

Cercano in rete mi sono fortunatamente imbattuto nel solito bellissimo sito sui monti ernici ed ho trovato delle preziose discussioni sulla storia dei cosiddetti Laghi Lattanzi.
Cosa è accaduto a questi laghi? Perchè sono spariti?
Non c'è altra soluzione, bisogna partire per una nuova missione! 8-)

Appena arrivo trovo un'accoglienza molto calorosa:
Immagine C'e da dire che il grosso del gregge era già passato, praticamente un'onda ovina che mi faceva addirittura sussultare la macchina!
Non vi dico cosa c'era dopo per strada...

Per farla breve...in pratica l'Enel ha fatto in modo, e fa tuttora in modo, di raccogliere e convogliare, mediante delle opere di canalizzazione, l'acqua di questi laghetti verso il lago di Canterno! Non si spreca neanche una goccia insomma...
C'è da fare però una piccola precisazione:
I Laghi Lattanzi si trovano in una quota mediamente inferiore rispetto il livello massimo di Canterno! :shock:
In che modo quindi le acque dei Lattanzi vengono convogliate a Canterno? :-?
Semplice, con delle pompe!
Per prima cosa però vorrei farvi vedere uno schemino del luogo in modo da capire meglio la situazione:

Immagine

In giallo ho cerchiato, molto rusticamente (:oops:), le aree dove si notano dei canali che sicuramente servono per drenare l'acqua che in queste piccole depressioni si va ad accumulare, soprattutto nel periodo delle piogge.
La linea verde rappresenta il canale Guarcino-Canterno, quella azzurra delimita il lago di Canterno.
I laghi erano due ma le aree cerchiate sono tre in quanto le due vicine sulla sinistra rappresentano un'unica area.
L'area in questione si può vedere in queste foto:

Immagine Immagine
(nella foto a destra, dove sono quelle erbacce più scure c'è un acquitrino).

Torniamo a vedere lo schema con i cerchi gialli ma questa volta concentriamoci in quello di destra.
L'area è questa:

Immagine Immagine
(la zona del laghetto è quella dove ci sono gli alberi al centro della prima foto e dove tra l'altro si scorge la stazione di pompaggio, nella seconda si nota la natura umida del luogo)

In questa area ho trovato proprio delle canalizzazioni in muratura:

Immagine Immagine Immagine
(nella foto di destra si vede il canale principale, ossia quello che alimenta la stazione di pompaggio)

Vediamo ora da vicino questa stazione di pompaggio (che nello schema con i cerchi gialli è circondata da una linea marrone e QUI si nota la sua posizione dal satellite):

Immagine Cartello che ne annuncia la presenza

Immagine Di nuovo questo aggeggio, sicuramente serve per il controllo remoto delle pompe

Immagine Qui si scorgono in effetti due grossi tubi

Ingrandiamo un po':

Immagine Si si, sono proprio due tubi! :wink:

Conclusione:
L'acqua che si accumula nelle aree a sinistra viene convogliata, mediante dei grandi ma semplici solchi nel terreno, nell'area di destra. Qui viene concentrata tutta assieme con quella già presente e poi pompata, presumibilmente di notte e se c'è acqua sufficiente per il pescaggio, verso il canale Guarcino-Canterno intercettandolo, più o meno, nella parte di linea verde tratteggiata dello schema con i cerchi gialli.

Il mistero dei laghetti scomparsi è risolto! 8-) :wink:

Per ora è tutto, per ora... :wink:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Messaggioda pelton1989 » lun giu 13, 2011 6:08 pm

Che ficata!!! :-D :-D :-D :-D

canterno si sta rivelando più complesso di come me lo aspettavo!!
bellissimo reportage! complimenti vivissimi cestò! :-D :-)
a quanto ammonta il dislivello tra i laghi e canterno? non credo che siano pompe molto grosse :roll:
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
 
Messaggi: 1351
Iscritto il: dom nov 01, 2009 10:12 pm

Messaggioda Il guardiano della diga » lun giu 13, 2011 9:30 pm

Grandissimo cestò!!!
Che bello questo sistema, davvero ricco di importanti opere.
Bhè, direi che sander ha trovato il suo equipollente del centro Italia: il segugio romano! :wink: :lol:
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
 
Messaggi: 10228
Iscritto il: mar gen 10, 2006 6:44 pm
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)

PrecedenteProssimo

Torna a Centro: Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron