Il Canale Biffis

Dedicato alle discussioni e reportage delle dighe e centrali del Triveneto. Le discussioni sul Vajont vanno invece sulla sezione dedicata a quest'impianto.
luksenior
Perito
Messaggi: 367
Iscritto il: 30 mar 2014, 21:38

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da luksenior »

...altre foto del Canale, pochi km a nord della centrale di Bussolengo...

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
emilio taboni
Direttore di cantiere
Messaggi: 1249
Iscritto il: 19 mag 2014, 18:12
Località: ..BOVEGNO ( Brescia )

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da emilio taboni »

.. grande luksenior, un grande lavoro, raccogliere vecchie foto scattarne delle nuove e posizionarle nei luoghi giusti
e dulcis in fundo documentarle con stupenda maestria, per la miseria, un grande lavoro, da parte mia un sentito grazie, a proposito
del grande lavoro cosa succederebbe ai giorni nostri fare una cosa del genere, dalle ultime foto sembra che i lavori siano stati
terminati vedo il canale di nuovo sotto carico..

.. emi..
luksenior
Perito
Messaggi: 367
Iscritto il: 30 mar 2014, 21:38

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da luksenior »

Grazie Emilio....concordo che un'opera così non la faranno mai più...ha cambiato profondamente l'economia e le abitudini delle persone che vivono nei territori interessati dal suo passaggio....
... il canale è tornato a regime tra il 6 ed il 7 marzo anche se la Hydro Dolomiti Energia Srl (la società trentina che lo gestisce, aveva dato notizia che i lavori sarebbero durati 5 settimane a partire dal 5 febbraio). Il lavori di manutenzione che sono stati fatti (da quello che ho potuto constatare personalmente-pandemia e limitazioni permettendo) sono hanno coinvolto la pulizia totale del fondo da accumuli e detriti (sono stati recuperati veicoli a motore, residui bellici etc..), si è ristrutturato qualche ponte stradale, si sono controllati tutti i i giunti di dilatazione dei vari "ponti canale", si sono "rattoppate" alcune parti del manto usurato o ammalorato (interventi puntiformi), sono state pulite, ma in maniera piuttosto sommaria, le sponde dai muschi. Immagino che i tecnici di Hydro Dolomiti ne abbiano pure approfittato per fare un check completo di tutta la struttura dall'interno e per osservare anche problematiche che magari, a "canale pieno", non si notano (in vari punti, ad esempio, si vedevano delle infiltrazioni d'acqua che dalla sponda a monte permeavano attraverso il rivestimento, come nella foto qui sotto scattata nella zona dellla kilometrica 26 dall'opera di presa)

Immagine

C'è da dire che, fino i primi anni '80 le case cantoniere erano attive con il personale dedicato alla guardianìa e alla manutenzione ordinaria, e comunque, da quello che ricordo personalmente, fino agli anni '90-2000 ogni 2-3 anni a ottobre veniva svuotato e sottoposto a manutenzione "pesante" soprattutto nei confronti del rivestimento interno che è stato integramente sostituito (anche se a più riprese)... inoltre il problema degli accumuli sul fondo era più sentito una volta perchè l'opera era praticamente di libero accesso ovunque (non c'eran sbarre di accesso-messe nei primi anni '90 e il bordo non era protetto da recinzioni- messe negli anni 2008-2010 in occasione della realizzazione della Ciclopista) pertanto la gente ne approfittava "per scaricarci dentro di tutto"... mi ricordo da piccolo camion e camion che ne uscivano con immondizia di tutti i tipi...

Cmq questa volta ho avuto l'impressione di un lavoro "fatto all'Italiana"...dopo 15 anni di ininterrotta attività l' hanno tenuto vuoto il meno possibile (chiaro che ogni giorno di fermo sono migliaia di euro di energia non prodotta) e "rattoppato" qua e la alla svelta (e al risparmio)...sono le sorti che toccano bene o male tutte le aziende....un tempo gestite col personale addetto, poi man mano tagli economici a destra e a manca fino ad arrivare a non soddisfare nemmeno i requisiti minimi indispensabili....
luksenior
Perito
Messaggi: 367
Iscritto il: 30 mar 2014, 21:38

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da luksenior »

...ora e allora in prossimità della progressiva 24.000 km dall'opera di presa di Ala...a 14.680 mt circa a nord della Centrale di Bussolengo...

...il ponte stradale sulla Strada Provinciale n 11 detta "Destra Adige" ...tale strada è la prosecuzione della SP 90 che scende dal Trentino e al confine regionale cambia denominazione... ci troviamo, nello specifico, tra le frazioni di "Incanale" e Zuane" nel Comune di Rivoli Veronese (che non ha niente a che vedere con Rivoli Torinese)...
Il ponte in oggetto è stato minato dall'esercito Tedesco in ritirata, durante le ultime fasi della II guerra mondiale...ricordo che la Valdadige è stata largamente impiegata dall'esercito del III Reich in ritirata come via di transito e pertanto pesantemente bombardata, soprattutto nella sua parte meridionale....qualche pagina fa avevo postato delle foto delle varie "Missioni" degli Anglo-Americani...

Immagine


il medesimo ponte oggi... dalla luce dello stesso si intravede l'A22 del brennero, che ai tempi della costruzione del Biffis chiaramente non c'era....

Immagine


....vi mostro ora un'immagine della costruzione del ponte medesimo

Immagine

...la stessa angolazione ho cercato di proporvela oggi (con scarso successo a causa dell'abbondante vegetazione spontanea)

Immagine
Ultima modifica di luksenior il 26 mar 2021, 12:13, modificato 1 volta in totale.
luksenior
Perito
Messaggi: 367
Iscritto il: 30 mar 2014, 21:38

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da luksenior »

Piccolo OT... mi viene più facile farvi capire mediante questa foto storica che ho appena postato...

Immagine

come vedete ho cerchiato un "monumento" che si trova a circa 500 mt in linea d'aria dal Biffis...

La piana di Rivoli Veronese, per chi non lo sapesse, fu teatro di battaglia nel gennaio 1797, quando le truppe di Napoleone, impegnate nella campagna d'Italia, affrontarono l'esercito austriaco agli ordini del generale Alvinczy. Per esaltare il sacrificio dei suoi soldati e per ricordare la gloriosa vittoria di Rivoli, Napoleone stesso intitolò una via di Parigi: "Rue de Rivoli" e fece erigere sul campo di battaglia un imponente monumento costituito da una colonna che raggiungeva i 20 metri di altezza, sorretta da un possente basamento che doveva accogliere le spoglie dei caduti. Questo monumento originale, fu però abbattuto dagli austriaci nel 1814, dopo la caduta di Napoleone. Oggi, pertanto, è rimasto solo un mausoleo, nei pressi del quale giacciono i resti dei combattenti francesi.
La battaglia di Rivoli viene considerata la prima vera battaglia di annientamento combattuta e vinta da Napoleone Bonaparte nel corso della sua lunga e prestigiosa carriera...
per farla breve, alla battaglia seguì dopo alcuni giorni la caduta di Mantova, determinando, di fatto, il completo possesso francese dell'Italia settentrionale e la fine definitiva della Repubblica della Serenissima (sancita con il trattato di Campoformido firmato il 17 ottobre 1797).

Sullo sfondo, a sinistra, torreggia sulla quota 227 m.s.l.m del Monte Castello il Forte Wohlgemuth edificato dagli Austriaci tra il 1849 e il 1852 per volontà del feldmaresciallo Josef Radetzky. Esso faceva parte di un più ampio progetto di fortificazione di Verona e territori limitrofi. Nel 1866, con l'annessione del Veneto al Regno d'Italia, il forte passò sotto il controllo del Regio Esercito che, dichiarandolo strategico e valido tecnicamente, lo modificò con l'inversione di tiro delle batterie e con l'annessione nel 1888 della cosiddetta "Batteria Bassa".

Immagine

il "monumento originale"

Immagine
emilio taboni
Direttore di cantiere
Messaggi: 1249
Iscritto il: 19 mag 2014, 18:12
Località: ..BOVEGNO ( Brescia )

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da emilio taboni »

.. Anche hai miei tempi esisteva un cosi devastante vegetazione lungo i fiumi e specialmente lungo i canal artificiali di

qualsiasi genere, nei canali artificiali in primis le radici funzionano da crik dove possono infiltrarsi nelle sponde di questi
manufatti portando costi di manutenzione esorbitanti, lasciamo poi perdere il devastante disordine locale..
emi..
luksenior
Perito
Messaggi: 367
Iscritto il: 30 mar 2014, 21:38

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da luksenior »

emilio taboni ha scritto: 26 mar 2021, 17:39 .. Anche hai miei tempi esisteva un cosi devastante vegetazione lungo i fiumi e specialmente lungo i canal artificiali di

qualsiasi genere, nei canali artificiali in primis le radici funzionano da crik dove possono infiltrarsi nelle sponde di questi
manufatti portando costi di manutenzione esorbitanti, lasciamo poi perdere il devastante disordine locale..
emi..
...già....molte volte gli alberi li piantavano appositamente con lo scopo di consolidare le scarpate degli argini e prevenire i fenomeni erosivi...inoltre la legna era considerata una risorsa e si teneva tutto bello pulito...adesso la priorità è il taglio delle spese e quello che potrebbe essere risorsa spesso è considerato dispendio....
luksenior
Perito
Messaggi: 367
Iscritto il: 30 mar 2014, 21:38

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da luksenior »

...le "canne di uscita" dell'acqua turbinata dalla centrale di Chievo...viste dalla diga di Chievo....scusate il gioco di parole, ma di questo si tratta...si intravede, all'orizzonte, la struttura dell'edificio regolatore della Centrale illuminata ma semi-nascosta dalla vegetazione.

Immagine

...diga di Chievo che è "in scarico" dal momento che il Canale Cammuzzoni è sottoposto ad interventi di manutenzione...

Immagine
emilio taboni
Direttore di cantiere
Messaggi: 1249
Iscritto il: 19 mag 2014, 18:12
Località: ..BOVEGNO ( Brescia )

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da emilio taboni »

.. Viste queste opere quando nate erano si può dire una necessità, prima cosa dare del lavoro alla popolazione stremata
seconda cosa non meno importante dare una possibilità irrigua a quelle immensa pianure la gente aveva Fame, e non da ultimo
la famosa produzione di energia elettrica di cui il paese aveva un estremo bisogno per risollevarsi, visto oggi almeno il reparto
idroelettrico, è un fallimento, economicamente, sul mercato elettrico europeo si strappano prezzi vicino alla zero per KW con
l'avvento della produzione di energia elettrica con l'eolico e con tutto il votovoltaico è andato in surplus niente più soldi a scapito dell'occupazione
e delle manutenzioni che poi lasciano il tempo che trovano che poi vediamo Toppe Quando avevo seguito gli impianti idroelettrici della valle Maggia CH nella prima decade degli anni venti erano stati messi in cantiere per centinaia di milioni di marchi svizzeri tutti gli impianti della valle erano stati rewampizzati con un forte recupero anche di potenza nel 2016 con la rimessa in marcia della
potente centrale Robiei, hanno sottoposto il personale ad una riduzione ed il governo centrale e cantonale sono intervenuti per tamponare la parte finanziaria della soc.le cose erano state studiate e preventivate ma nel corso degli le cose sono precipitate...
luksenior
Perito
Messaggi: 367
Iscritto il: 30 mar 2014, 21:38

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da luksenior »

Stazione di pompaggio privata, alla Progressiva Kilometrica 30.600 dall'opera di presa di Ala (TN)....
nonostante l'aspetto per così dire "trasandato" una parte di essa è tutt'ora utilizzata... essa fornisce acqua ad uso irriguo ad un'azienda agricola di circa 120 campi veronesi (grossomodo 40 ettari) appartenente ad un noto industriale della zona...

Immagine

non siete curiosi di dare un'occhiata alla "sala macchine"?...eccovi accontentati...

la parte in disuso...

Immagine

motori elettrici "vetusti" e motori endotermici ausiliari "in caso di emergenza"....

Immagine

...la "parte moderna" della stazione...attualmente in uso....è più piccola dell'altra perchè una parte dell'azienda agricola originaria è stata venduta nel tempo andando "lottizzata" come zona industriale...

Immagine
luksenior
Perito
Messaggi: 367
Iscritto il: 30 mar 2014, 21:38

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da luksenior »

...sempre in tema di stazoni di sollevamento, il Consorzio di Bonifica ne ha 3 distribuite lungo i 38.687 km del suo sviluppo nel tratto Ala (TN)-Bussolengo.

scendendo lungo l'asta del Canale, la prima che incontriamo l'avete già vista sul topic qualche pagina fa: si trova il Loc Valle, nel Comune di Rivoli Veronese in corrisponenza della progressiva Kilometrica 24.600 dall'opera di presa di Ala (TN). Deriva dal Canale 0,2 mc/sec e sottende ad una superficie irrigua di circa 360 ha con una prevalenza massima di 165 mt ed uno sviluppo di condotte in pressione di circa 35 km.

Immagine

la seconda si trova in loc Gaium, in corrispondenza della progressiva kilometrica 28.800 dall'opera di presa di Ala (TN). Deriva dal Canale 0,4 mc/sec e sottende ad una superficie irrigua di circa 1100 ha con una prevalenza massima di 140 mt ed uno sviluppo di condotte in pressione di circa 119 km.

Immagine

La più importante si trova in comune di Pastrengo, in loc Campara e l'avete già vista durante lo svolgimento di questo topic... si trova in corrisponenza della progressiva Kilometrica 33.300 dall'opera di presa di Ala (TN)...è la piu importante perchè deriva dal Canale Biffis circa 0,8 mc/sec sottende ad una superficie irrigua in Destra Adige a pressione di circa 2600 ha (rete irrigua di 256 km circa) e mentre deriva 4,2 mc/sec -sia a scorrimento che in pressione-per il consorzio Sinistra Adige (individuabile nella Bassa Valpolicella con oltre 2000 ha)

Immagine
Ultima modifica di luksenior il 01 apr 2021, 13:54, modificato 1 volta in totale.
luksenior
Perito
Messaggi: 367
Iscritto il: 30 mar 2014, 21:38

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da luksenior »

...alla luce di quanto esposto, giusto per fare un bilancio "dare-avere" in funzione della destinazione d'uso delle acque del Biffis...
partendo dal dato teorico di portata di 130 mc/sec
Derivazione Sollevamento Loc Valle 0,2 mc/sec
Derivazione Sollevamento Loc Gaium 0,4 mc/sec
Derivazione Sollevamento Campara Destra Adige 0,8 mc/sec
Derivazione Sollevamento Campara Sinistra Adige 4,2 mc/sec
Derivazioni private 1 mc/sec
Derivazione Canale Principale 15 mc/sec
Portata utile per produrre energia elettrica nel periodo irriguo (15-aprile 01 ottobre): 108 mc/sec
luksenior
Perito
Messaggi: 367
Iscritto il: 30 mar 2014, 21:38

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da luksenior »

...anche in possimità della stazione di sollevamento di Loc Gaium (progressiva kilometrica 28.800 dall'opera di presa di Ala -TN) ci sono importanti opere di contenimento del terreno (dello sviluppo lineare di oltre 1 km) di cui vi posto una foto...

Immagine

ripresa complessiva dell'opera

Immagine
Avatar utente
maxxx
Montanaro
Messaggi: 234
Iscritto il: 08 ago 2010, 13:41
Località: Castelfranco Veneto (TV)

Re: Il Canale Biffis

Messaggio da maxxx »

Questo topic è veramente notevole.
Pensare di creare un PDF può essere considerata un'idea peregrina?
Certamente di non semplice creazione, sicuramente di migliore leggibilità.
Se fosse un'opzione fattibile, lo stamperei all'istante...
Rispondi