Impianti bergamaschi

Dedicato alle discussioni e reportage delle dighe e centrali della Lombardia e Emilia Romagna
Avatar utente
Joey
Geometra
Messaggi: 893
Iscritto il: venerdì 2 ottobre 2009, 9:11
Località: Carrara
Contatta:

Messaggio da Joey »

Bellissimo l'Impianto della Val Brembana!
Secondo me è il più bello della Lombardia! :wink:
Possiede dighe magnifiche!
Bellissime le diga Sardegnana e del Diavolo! :wink:
Per ulteriori informazioni e foto vi consiglio di andare qui:
http://www.valbrembanaweb.it/valbremban ... lombo.html
http://www.ors.regione.lombardia.it/dig ... ELENCO.htm
"Dopo tanti lavori fortunati e tante costruzioni, anche imponenti, mi trovo veramente di fronte ad una cosa che per le sue dimensioni mi sembra sfuggire dalle nostre mani..."

Carlo Semenza, lettera all'Ing. Vincenzo Ferniani
Avatar utente
francis
Geometra
Messaggi: 634
Iscritto il: lunedì 10 maggio 2010, 19:12

Messaggio da francis »

Siccome questa discussione dormicchiava da un po' troppo 8-) , aggiungiamo alcune centrali seriane:

- la monumentale centrale di Dossi da 42 MW e quasi 1000 m di salto (già ampiamente discussa nel topic sulla diga del Barbellino)

Immagine

Immagine

- la meno monumentale ma molto più ricercata centrale di Gandellino, ad acqua fluente da 4,2 MW su 100 m di salto

Immagine

- Gromo, poco distante dalla precedente, che turbina l'acqua della laterale Valgoglio; abbiamo 6 MW su circa 300 m di salto

Immagine

Ora... mi rivolgo a voialtri dighisti, soprattutto a uno che ostenta uno scudo saettato come avatar :lol: ... poichè, sopra Gromo, si apre un interessante sistema di laghetti artificiali che alimentano, prima di Gromo, la centrale di Aviasco.

Siccome si tratta per me di terra ancora inesplorata, sarebbe bello se qualcuno potesse aggiungere qualche notizia (e magari anche qualche foto :wink: ) su quest'impianto.
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
Messaggi: 1365
Iscritto il: domenica 1 novembre 2009, 21:12

Messaggio da pelton1989 »

francis ha scritto:Siccome questa discussione dormicchiava da un po' troppo 8-) , aggiungiamo alcune centrali seriane:
Che belle, che belle!!!!

ricordo che sulla guida enel c'è una descrizione con foto di una presa...

Immagine
Avatar utente
steveh86
Geometra
Messaggi: 705
Iscritto il: domenica 12 luglio 2009, 16:22
Località: Esine

Messaggio da steveh86 »

francis ha scritto: Ora... mi rivolgo a voialtri dighisti, soprattutto a uno che ostenta uno scudo saettato come avatar :lol: ... poichè, sopra Gromo, si apre un interessante sistema di laghetti artificiali che alimentano, prima di Gromo, la centrale di Aviasco.

Siccome si tratta per me di terra ancora inesplorata, sarebbe bello se qualcuno potesse aggiungere qualche notizia (e magari anche qualche foto :wink: ) su quest'impianto.
Eh ehe... qui si tira la giacchetta BLU-ARANCIO.... Schemi alla mano, cercherò di illustrare qui il sistema idroelettrico della Val Goglio.


In sintesi il sistema raccoglie le acque del torrente Goglio in 5 diversi bacini artificiali e li convoglia atraverso una lunga condotta forzata alla centrale di Aviasco (984 m) e con un altro canale dove raccoglie ancora le acqua residuali del Goglio, le porta ad alimentare la centrale di Gromo (657 m).

Il lago più alto è quello di Aviasco (2061 m), bacino artificiali creato con una piccola diga in pietrame a secco e manto impermeabilizzato a monte. Contiene, al massimo invaso, 460 mila mc.

Immagine

(gruppo elettrogeno, come da prescrizioni di legge, anche se arriva apposta una linea 15kV per azionare gli scarichi)
Immagine

I suoi scarichi sono manovrati solo dal personale di guardiania, dato che non ha apparati di telecontrollo. Il suo rilascio modulato va a finire nel

Lago Nero (2022 m)
Immagine

che è sbarrato da una grande diga in muratura a gravità, dotata di 4 paratoie a ventola per lo sfioro;

Immagine


la diga trattiene circa 3milioni e 300 mila mc d'acqua. In esso confluiscono anche le acque del

lago Campelli (a quota 2050) sbarrato da una piccola dighetta a volta (per intenderci, la foggia è quella di Valle di Cadore) e da un piccolo sovralzo di cemento armato su di un lato per alzare di due metri il livello dell'invaso, il cui volume può raggiungere gli 866000 mc. Anche qui il rilascio al lago Nero avviene nell'alveo naturale.

Al Lago Nero c'era una volta la postazione di guardiania:

Immagine

oggidì la casa ospita un locale Gruppo Elettrogeno, stazione ESSDI (monitoraggio statico diga), locale telecomunicazioni e di videosorveglianza dell'impianto unitamente alla stazione di rinvio della funivia a cabina singola Lago Sucotto-Lago Nero, utilizzata dai guardiani per spostarsi celermente dal Sucotto e rilevare giornalmente i controlli di legge sui 5 laghi che compongono il sistema.

Immagine

Immagine

L'impianto funiviario è a cabina singola con fune di soccorso, copre un dislivello di circa 380m per una lunghezza di un chilometro e mezzo circa. Per superare il promontorio dove sorge la splendida Casetta Maria Giulia (1990 m presumo) la fune utilizza due sostegni che fanno passare la cabina a pochi metri dal terreno in un lungo tratto orizzontale, su un promontorio spettacolare in quanto si domina da lì tutta la Valgoglio, l'alta Val Seriana e si può spingere lo sguardo fino al Lago d'Iseo e la Pianura Padana (quest'ultima si può vedere anche dal Lago Sucotto nei giorni limpidi).

Dal Lago Nero parte una condotta forzata metallica che per un tratto corre in lieve pendenza a zig-zag accanto al sentiero su delle sellette di cemento alle quali sta attaccata con anelli sagomati, fino a quota 1975 dove la condotta entra in una casetta dove c'è la valvola a farfalla.

Lo scarico di fondo della diga del Lago Nero è a piede diga, in corrispondenza della partenza della condotta forzata. Esso scarica nel laghetto che abbellisce il Rifugio Lago Nero, gestito dal sig. Pasini, ex-collega delle Teletrasmissioni che in ultimo fece anche il guardiano lì al Sucotto.

La Condotta forzata dopo la valvola a farfalla copre un crinale (un sentiero la interseca in più punti nello scendere)
Immagine
che la porta allo spiazzo dove ci sono le case di servizio del Sucotto, 130 metri più in basso della valvola a farfalla principale. Là la condotta si unisce a quella che proviene dal

Immagine

Lago Sucotto (1866 m) sbarrato da una diga a gravità dell'altezza di 21 metri. ha una capacità di circa 580000 mc d'acqua, e riceve anche le acque che vengono raccolte al Lago Cernello, a quota 1965 m, di foggia simile al lago Aviasco (muratura a secco), capace di contenere ancora 238000 mc.

Le due tubazioni hanno ciascuno una valvola a farfalla che permette di utilizzare l'acqua alternativamente del Sucotto o del Nero. Tale manovra va fatta manualmente dai guardiani quando richiesto dal Posto di Teleconduzione.

La tubazione, del diametro inalterato di 800 mm, quindi scende coprendo un ulteriore dislivello da 1850 m a 984 m, dove entra nella Centrale di Aviasco per far girare un a turbina Pelton di costruzione Riva-Hydroart da 8 MW, portata massima di 0,9 mc/s a 1000 rpm. L'alternatore sincrono Ansaldo da 8,5 MVA produce una tensione da 10 kV, elevata da un trasformatore trifase a 132 kV smistati all'esterno su una linea dedicata che scende alla stazione elettrica della centrale di Ludrigno, attraverso una stazione blindata per ragioni di spazio.
Immagine
Immagine
Immagine
L'acqua di scarico viene raccolta da una vasca di compensazione dove comincia il canale che alimenta la sottostante centrale di Gromo. Entrambe le centrali sono roiginarie dei primi anni '30. Il machinario di centrale e la condotta forzata sono stati rifatti completamente nel 1992-1994.

Al Lago Sucotto inoltre c'è la stazione motrice di entrambe le funivie che servono la valle: sia la Aviasco C.le-Sucotto sia la Sucotto-Nero. La prima ha una campata di oltre 1900 metri! A differenza della precedente è del tipo va-e-vieni, dotata di fune di soccorso e contrappesi a valle. Adiacente al fabbricato della centrale di Aviasco c'è la stazione di rinvio di detta funivia.

Immagine

Appena avrò raccolto foto sufficienti aggiungerò la parte relativa alla Centrale di Gromo. Chiedo scusa per la qualità delle foto, tutte scattate col cellulare... TO BE CONTINUED...
Cedegolo, San Fiorano, Campellio, Salarno, Baitone; Pantano, Edolo; Dossi, Gavazzo, Aviasco, Gromo; Sardegnana, Carona, Bordogna, Lenna; Vobarno, Gargnano. Campo Moro, Lanzada, Sondrio, Pedesina, Trona, Gerola, Monastero, Talamona; Creva, Roncovalgrande.
Avatar utente
francis
Geometra
Messaggi: 634
Iscritto il: lunedì 10 maggio 2010, 19:12

Messaggio da francis »

Tra una foto fatta col cellulare e una non foto, è senza dubbio meglio la prima!

Fantastico sistema in miniatura, 5 dighe, 2 funivie e pure la possibilità della doppia derivazione (quindi salto di 1038 o 882 :wink: )... per 8 MW!

Avendo la condotta a Y, sarebbe quindi anche possibile il travaso di acqua Nero-Succotto con centrale ferma?
E quel rialzo a metà muro sulla diga del Nero a cosa è dovuto?

PS. La foto del viaggio in funivia con il mare di nubi è la fine del mondo!

Attendiamo il seguito...
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
Messaggi: 1365
Iscritto il: domenica 1 novembre 2009, 21:12

Messaggio da pelton1989 »

A proposito di impianti bergamaschi, nessuno ha visto l'intervista ai guardiani della diga del barbellino? oggi al TGR rassegne. l'ho registrato, se interessa lo carico
Avatar utente
francis
Geometra
Messaggi: 634
Iscritto il: lunedì 10 maggio 2010, 19:12

Messaggio da francis »

Carica, carica!
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
Messaggi: 6251
Iscritto il: martedì 29 settembre 2009, 9:23
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...
Contatta:

Messaggio da cestò »

...e meno male che avevi il cellulare, altrimenti chissà che mi combinavi! :wink:
Complimenti per le foto, sono belle e suggestive. Specialmente quella con la condotta fotografata dall'alto :shock:
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
Messaggi: 1365
Iscritto il: domenica 1 novembre 2009, 21:12

Messaggio da pelton1989 »

francis ha scritto:Carica, carica!
A causa del peso del video sono costretto a caricarlo in parti:

1 Parte:

http://www.youtube.com/watch?v=JumyEfmHNyI
Avatar utente
Italianairforce
Muratore
Messaggi: 172
Iscritto il: lunedì 27 giugno 2011, 1:47
Località: Cadimare

Messaggio da Italianairforce »

In questo topic c'e un po' di storia dell'idroelettrico in Italia
Gli aerei a terra ci vengono sempre,bisogna vedere come,dove,quando e perche
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
Messaggi: 1365
Iscritto il: domenica 1 novembre 2009, 21:12

Messaggio da pelton1989 »

2 Parte

http://www.youtube.com/watch?v=c4ceK2IWr_g

Notare il ribollimento d'acqua al bacinetto serio.

C'era anche un topic dove il nostro francis e stheve avevano desritto l'impianto ma non so dove sia finito... :roll:
Avatar utente
francis
Geometra
Messaggi: 634
Iscritto il: lunedì 10 maggio 2010, 19:12

Messaggio da francis »

Il topic è "diga del Barbellino" :wink:

Son appena tornato da una camminata al rifugio Laghi Gemelli, al centro della conca di laghetti artificiali sopra Carona.
Intorno alla diga sono presenti innumerevoli costruzioni (per fortuna ben tenute) ma tutte rigorosamente a persiane sprangate. Si direbbe che la diga dei Gemelli sia spresenziata.
Però, guardando più a valle, tra il lago Pian Casere e il lago Marcio, vi è l'arrivo della funivia di servizio e ci sono altre casette.
Domanda: può essere che, vista la vicinanza tra le 5 dighe, che ricordo essere: Gemelli-Colombo-Pian Casere-Marcio-Becco, si utilizzi una sola casa di guardiania in prossimità della funivia, che è in posizione baricentrica?
Altra domanda, per quelli del mestiere: che lavori stanno facendo alla diga del Colombo?
Avatar utente
steveh86
Geometra
Messaggi: 705
Iscritto il: domenica 12 luglio 2009, 16:22
Località: Esine

Messaggio da steveh86 »

A propositissimo del Barbellino, sono appena tornato da una fantastica apertura in notturna delle Cascate del Serio!

In merito ai 5 laghi (Pian Casere, Marcio, Becco, Colombo, Gemelli) hai intuito giusto francis: la guardiania è una sola, piazzata in una grande casa vicino all'arrivo della funivia a Piancasere. I guardiani effettuano i controlli ai 3 laghi bassi (Piancasere, Marcio, Becco) e anche ai due laghi alti (Gemelli, Colombo) dove una volta c'era una guardiania distinta: la casa di guardia oggi ai Gemelli è ancora usata durante i lavori che eventualmente si fanno, ed è attrezzata con cucina e dispensa.

Al Colombo si stanno facendo grandi lavori di consolidamento, la cui fase iniziale ricorda vagamente il recupero del Kursk ai tempi. Acqua in bocca, ma dirò solamente "filo diamantato".
Cedegolo, San Fiorano, Campellio, Salarno, Baitone; Pantano, Edolo; Dossi, Gavazzo, Aviasco, Gromo; Sardegnana, Carona, Bordogna, Lenna; Vobarno, Gargnano. Campo Moro, Lanzada, Sondrio, Pedesina, Trona, Gerola, Monastero, Talamona; Creva, Roncovalgrande.
Avatar utente
Cisky79
Rabdomante delle dighe
Messaggi: 2332
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2006, 19:14
Località: Brianza
Contatta:

Messaggio da Cisky79 »

Nooooooooooooooo cazz...........

Mi sono perso l'apertura in notturna !!!!!!!!!!!!!!! :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted:
ciò che è bene è bene, ciò che è male.........a volte è bene!!
Avatar utente
Cisky79
Rabdomante delle dighe
Messaggi: 2332
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2006, 19:14
Località: Brianza
Contatta:

Messaggio da Cisky79 »

steveh86 ha scritto: Al Colombo si stanno facendo grandi lavori di consolidamento, la cui fase iniziale ricorda vagamente il recupero del Kursk ai tempi. Acqua in bocca, ma dirò solamente "filo diamantato".
Troppa pressione all'interno del cemento dei conci??

Un po come l'operazione fatta alla diga del Poglia qualche anno fa???

Forse ho trovato alcune foto....
http://www.pieroweb.com/latuafoto/fotop ... zione.html
ciò che è bene è bene, ciò che è male.........a volte è bene!!
Avatar utente
steveh86
Geometra
Messaggi: 705
Iscritto il: domenica 12 luglio 2009, 16:22
Località: Esine

Messaggio da steveh86 »

Ho in programma di andarci tra un paio di settimane, vi saprò dire meglio a operazione avvenuta.

E... per il Barbellino... è stato a dir poco spettacoloso! Non tanto per la cascata in sé (che dopo venti minuti stufa...) ma per il fatto che si vedeva il prato alle undici di sera PIENO di persone (10mila e più) che in fila scendevano cautamente verso il sentiero alla luce delle lampade... uno spettacolo unico!!!
Cedegolo, San Fiorano, Campellio, Salarno, Baitone; Pantano, Edolo; Dossi, Gavazzo, Aviasco, Gromo; Sardegnana, Carona, Bordogna, Lenna; Vobarno, Gargnano. Campo Moro, Lanzada, Sondrio, Pedesina, Trona, Gerola, Monastero, Talamona; Creva, Roncovalgrande.
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
Messaggi: 1365
Iscritto il: domenica 1 novembre 2009, 21:12

Messaggio da pelton1989 »

Ho trovato delle foto della centrale di carona - gruppo nuovo, la pelton verticale da 48 MW....

Immagine
Avatar utente
Italianairforce
Muratore
Messaggi: 172
Iscritto il: lunedì 27 giugno 2011, 1:47
Località: Cadimare

Messaggio da Italianairforce »

pelton1989 ha scritto:Ho trovato delle foto della centrale di carona - gruppo nuovo, la pelton verticale da 48 MW....

Immagine

Ogni volta che vedo foto come queste,con un pelton verticale mi sembrano sempre più grosse
Gli aerei a terra ci vengono sempre,bisogna vedere come,dove,quando e perche
Avatar utente
pelton1989
Direttore di cantiere
Messaggi: 1365
Iscritto il: domenica 1 novembre 2009, 21:12

Messaggio da pelton1989 »

Italianairforce ha scritto:Ogni volta che vedo foto come queste,con un pelton verticale mi sembrano sempre più grosse
eh?? :roll: :roll:
Ultima modifica di pelton1989 il venerdì 7 ottobre 2011, 21:44, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
steveh86
Geometra
Messaggi: 705
Iscritto il: domenica 12 luglio 2009, 16:22
Località: Esine

Messaggio da steveh86 »

Chicca: Pelton a SEI GETTI!!!!!!!!!
Cedegolo, San Fiorano, Campellio, Salarno, Baitone; Pantano, Edolo; Dossi, Gavazzo, Aviasco, Gromo; Sardegnana, Carona, Bordogna, Lenna; Vobarno, Gargnano. Campo Moro, Lanzada, Sondrio, Pedesina, Trona, Gerola, Monastero, Talamona; Creva, Roncovalgrande.
Rispondi