VALLE ANTRONA (VB): Campliccioli, Cingino, Camposecco

Dedicato alle discussioni e reportage delle dighe e centrali del Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria
Rispondi
Avatar utente
bennygreco
Direttore di cantiere
Messaggi: 1683
Iscritto il: 30 dic 2008, 21:40
Località: Novara
Contatta:

VALLE ANTRONA (VB): Campliccioli, Cingino, Camposecco

Messaggio da bennygreco »

Nell'altro mio topic, http://www.progettodighe.it/forum/viewtopic.php?t=815 raccontavo come fossi finito a scoprire le meraviglie ossolane per caso, durante le ferie dell'anno scorso...... :-D

Beh, oggi pomeriggio sulla diga Campliccioli CI SONO ANDATO APPOSTA!! :-D e, per una fortunatissima coincidenza (sono arrivato su proprio mentre lui era sul coronamento) HO CONOSCIUTO IL GUARDIANO!! :-D

E quindi iniziamo a dire che NON SEMPRE i guardiani delle dighe sono persone scorbutiche: ho trovato un ragazzo estrememamente cordiale, molto preparato sull'argomento e che ha passato volentieri un'oretta con me, sul coronamento della "sua" diga, a discutere di aspetti "tecnici" e non... e, ovviamente, non ho potuto tacergli il fatto che avrei pubblicato qui il riassunto della mia visita :-D

quindi la prima frase che gli ho detto è stata un "ma com'è basso! incredibile! me lo sarei aspettato ancora ghiacciato oppure al limite dello sfioro, invece è pieno per poco più di metà".....

...tanto per intenderci (siamo qui http://www.flashearth.com/?lat=46.04852 ... =0&src=msl):

ad agosto 2008 l'ho trovato così
Immagine Immagine
diciamo 1358/1359 (il mio guardiano mi ha detto che la quota di sfioro è 1360 e rotti....)

mentre oggi era così
Immagine
(beh, questa foto, tra l'altro, potremmo anche intitolarla "guardiano sul suo coronamento".... il titolo ci sta ottimamente :-D


Immagine Immagine Immagine

a vista (la seconda delle tre photo) siamo intorno qualcosa sotto la tacca dei 1348...

a domanda sul perchè (io, come ho appunto scritto sopra, mi sarei aspettato un lago strapieno) il guardiano mi dice che lo tengono basso intenzionalmente perchè, a causa delle copiosissime nevicate di quest'anno, stanno molto attenti al disgelo e soprattutto al fatto che, in una zona come l'Ossola e con un bacino imbrifero come quello del Campliccioli, "basta che piova pesante per qualche giorno e questo qui non ci mette niente a salire di QUALCHE METRO al giorno, e in un attimo ti trovi alla quota di massima regolazione" -

in effetti, mentre lui parlava del bacino imbrifero e del territorio, l'occhio "mi è andato in giro" nei dintorni ed ha trovato più o meno quello che poi sono riuscito a fotografare mentre scendevo, cioè una cosa simile:

Immagine
chiaro che, a vedere la frequenza dei corsi d'acqua nel panorama, si comprendono meglio le parole del guardiano :-D

Vi ricordo che il lago Campliccioli, tramite la condotta sinistra
Immagine

va ad alimentare una o due di queste quattro graziose pelton
Immagine Immagine
della sottostante centrale idro di Rovesca
Immagine



diciamo che per oggi basta così!
il resto domani o dopo...... :-D
Ultima modifica di bennygreco il 25 ott 2011, 21:52, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

E bravo benny!!! Altro reportage interessante e di luoghi molto belli.
Ma come hai fatto a trovare quel bacino?!
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5055
Iscritto il: 30 giu 2005, 22:29
Località: Treviso (TV)
Contatta:

Messaggio da phante »

Belle zone da quelle parti.
In effetti devo dire che con i guardiani, specialmente delle zone meno raggiungibili mi ci sono sempre trovato bene e da loro ho ottenuto la massima disponibilità ... ed in alcuni casi si può parlare anche di omertà ;-)
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
bennygreco
Direttore di cantiere
Messaggi: 1683
Iscritto il: 30 dic 2008, 21:40
Località: Novara
Contatta:

Messaggio da bennygreco »

Il guardiano della diga ha scritto: Ma come hai fatto a trovare quel bacino?!

Per caso l'estate scorsa.... il ragazzo dell'albergo, il giorno di andare a casa, mi ha detto "vai, esci dalla supestrada e ti fai la valle Antrona, che è magnifica.... tanto te la trovi sulla strada!".... ed io, una volta arrivato sul lago di Antrona ho visto quella diga trecento metri più in alto e, impavido, ho affrontato A PIEDI SPINGENDO LA BICI i quattordici tornanti con una pendenza media del millemila percento.... :-) :-) :-)

poi, ovviamente, arrivati http://www.panoramio.com/photo/16067719 su , il panorama http://www.panoramio.com/photo/13506335 ripaga dello sforzo!! ed anche ieri che ho fatto la "scalata" a piedi, in situazione MAGGIO/OSSOLA/NUVOLE comunque ho sudato per qualche litro....

e, giusto per informazione, ieri tardo pomeriggio era bello probabilmente in tutta Italia ma alle cinque, su quella diga, chiaramente pioveva :-D :-D ricordatevi sempre che l'Ossola è una delle regioni più piovose di tutto il Paese!!!
Avatar utente
bennygreco
Direttore di cantiere
Messaggi: 1683
Iscritto il: 30 dic 2008, 21:40
Località: Novara
Contatta:

Messaggio da bennygreco »

....si vede abbastanza bene http://www.flashearth.com/?lat=46.04819 ... =0&src=msl che, a qualche centinaio di metri dalla diga, c'è una centrale idroelettrica


....che qui vedete come l'ho vista io ad agosto 2008 mettendo la mano con la macchina fotografica dentro la finestra aperta
Immagine Immagine Immagine
Immagine Immagine Immagine

mentre qui si presenta com'era ieri pomeriggio, con la sua bella pelton
Immagine Immagine Immagine

in centrale arriva una condotta a Y che prende dai due sovrastanti invasi artificiali di CINGINO e CAMPOSECCO, tutti e due ben sopra i duemila (allargate lo zoom su flashearth e li vedete).....

La prima notizia interessante, riferitami dal guardiano, è che l'invaso di Cingino in inverno viene praticamente svuotato fino a rendere la diga senza obbligo di presidio (ed il personale viene fatto scendere) per motivi di sicurezza: mi diceva infatti che, per salire fin là, oltre che il sentiero, si può prendere la funivia di fianco alla centrale idro Campliccioli, che finisce a Crestarossa http://www.funiforum.org/funiforum/show ... php?t=3020 ... da qui, parte una galleria che si percorre in una ventina di minuti DI FIANCO ALLA CONDOTTA FORZATA ( :-D :-D :-D ) e che sbuca non lontano (seicento metri circa) dalla diga di Cingino.... ecco, il mio guardiano mi diceva che, oltre al pericolo generale del posto, quei seicento metri sono sempre ad altissimo rischio frana/valanga, ragion per cui Enel ritiene più saggio svuotare l'invaso e spresidiare la diga (il livello dell'acqua viene comunque monitorato da remoto)

Ma - altra notizia interessante - loro due guardiani di Campliccioli devono anche, se richiesto, compiere operazioni sulla idro, qualora da remoto non si riesca a gestire un certo tipo di anomalie (non mi addentro nei dettagli perchè non li so..... mi ha detto così ed io ci credo 8-) 8-) )

....ed ecco quindi che, per i periodi nefasti in cui ci sono due metri di neve (=quest'inverno) oppure quando non puoi mettere il naso fuori dalla finestra che una frana te lo porta via (il naso!), esiste un bel CAMMINAMENTO COPERTO E RISERVATO, che gli parte proprio di fianco a casa, finisce dentro alla galleria carrozzabile (oddio, se non è sicuro l'interno della galleria di roccia :-? :-? ) riprende alla fine della galleria nella roccia e finisce proprio davanti alla centrale.... eccone qualche immagine

Immagine Immagine Immagine
Immagine Immagine

in questo modo, se proprio è necessario, riescono ad andare in centrale a "schiscià 'l butòn" (come si dice dalle nostre parti) abbastanza in sicurezza senza sassi e quant'altro che gli piombano in testa........

.....e mentre parlava e mi raccontava, io pensavo "sì, OGGI il posto è bello anche se pioviggina, ma due mesi fa, qui, cosa c'era? quanti metri di neve c'erano? ah, sì, due.... DUE?? ma se le feritoie nel camminamento sono a meno di uno e settanta!! ma come facevano ad andare in centrale?"..... e lui diceva "no, perchè.....sai......se bisogna andarci, ci vai e basta......" :oops: :oops: :oops: :oops: ed io pensavo "questa gente ha del coraggio!!"
paolino_dam83
Direttore di cantiere
Messaggi: 1993
Iscritto il: 06 dic 2006, 04:33
Località: Venezia Mestre CARPENEDO

:P

Messaggio da paolino_dam83 »

Bell'impianto :-D
Il cunicolo antivalanga c'è anche all'impianto altoatesino di Neves che ho visitato l'estate scorsa; non so quanto sia lungo questo che hai documentato, quello di Neves parte poco dopo Lappago di sopra e arriva fin alla cabina comandi, è stato costruito adattando il muraglione di contenimento della stradina che sale in diga e mi pare sia lungo sui 2 km 8-), ma la differenza con questo piemontese... non ha finestre ma solo qualche porta, tipo ogni 500 m... e Neves ha la quota coronamento a 1850 mica chissà cosa... però leggevo che quella zona d'inverno è sommersa dalla neve (intorno al lago ci son tutti ghiacciai) quindi la strada diventa impraticabile. Due anni fa il guardiano di val Noana ci raccontava che sugli impianti in alta quota privi di viabilità e raggiungibili solo in funivia (quelli di testa della val d'Ultimo a 2500-2700 ma anche Cavia a 2200 e rotti) son tutto un divertimento da raggiungere sottozero e in mezzo a montagne bianche... :shock:8-)
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

Affascinante questo proseguio di reportage, benny!!!
Veramente un impianto di alta quota con quel camminamento coperto!
Lavoro non facile quello dei guardiani... :wink:
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
pax8
Perito
Messaggi: 369
Iscritto il: 22 feb 2007, 14:55
Località: Verona

Messaggio da pax8 »

Interessante questo cunicolo antivalanga, non ne avevo mai sentito parlare.

Effettivamente e' di indubbia utilita' nei mesi invernali. :shock:
Avatar utente
bennygreco
Direttore di cantiere
Messaggi: 1683
Iscritto il: 30 dic 2008, 21:40
Località: Novara
Contatta:

Messaggio da bennygreco »

pax8 ha scritto:...... nei mesi invernali. :shock:

Ragazzi, proprio oggi, leggendo i vostri commenti (specialmente quest'ultimo) pensavo a cosa genericamente succede "nei mesi invernali"..... succede che i paesaggi diventano letteralmente irriconoscibili, si perde la cognizione di dove sono le strade, etc. etc. .... voi direte "ovvio, naturale, lo sappiamo!!" :-D :-D Ma per me, povero milanese trapiantato a Novara, non è che poi sia così tanto scontato.....:-o :-o :-o almeno.... fino ai primi mesi di quest'anno!

Mi sono soffermato sulla cognizione di dove sono le strade, e mi è venuto in mente un posto, Cheggio http://www.flashearth.com/?lat=46.08746 ... =0&src=msl a quota circa mille e cinque, che ho visitato più volte quest'inverno.... siamo sempre sulla testata della Valle Antrona, a non più di cinque chilometri in linea d'aria dalla diga oggetto di questo topic.... sempre nel bitorzolo piemontese che, a nord, si incunea nella Svizzera :-D :-D :-D .... l'Ossola, insomma....


Cheggio Lago dei Cavalli è il terzo invaso che, insieme ad Antrona e Campliccioli, assicura da bere alla centrale idro di Rovesca... tramite questo tubicino (!)
Immagine




Beh, parlando di Cheggio, a suo tempo avevo postato questa

Immagine

un interessante confronto estate/inverno, utile a ribadire il concetto "dove sono le strade?" :-D :-D :-D :-D


Ma, facendo uno zoom sul panorama precedente ed entrando nel dettaglio, vi dirò che il 15 febbraio vedevo così
Immagine

e, ai primi di aprile, lo stesso posto invece aveva completamente un altro look
Immagine

ben conscio di dire delle banalità, lo ripeto, ma mi sento di raccontarvelo perchè ci sono stato :-) :-) :-) e quando le cose si toccano con mano hanno tutta un'altra valenza .... non stiamo parlando del Tibet, ma di un misero millecinque sulle Alpi, più di tremila metri sotto le due vette più alte (il Bianco ed il Rosa) ..... ci credete se vi dico che, ad aprile, quel posto aveva perso quasi tutta la magia "nevicatoria" che aveva a febbraio, con le strade tracciate tagliando di netto la neve?

Ci credete se vi dico che, a febbraio, mi aveva talmente affascinato che, se andate a cercarlo su google earth, ci trovate praticamente foto quasi tutte mie?

Ci credete se vi dico che a febbraio, sono arrivato sulla diga
Immagine

e poi sul coronamento
Immagine

quando poi sono tornato a casa mi sono chiesto "ma avrò camminato sulla strada o su un ex-prato o su una roccia?"

Non so... sapendo che a Cheggio era così, chiaramente i guardiani del Campliccioli (un pelo più in giù come quota) sicuramente hanno considerato positivamente l'esistenza di quel camminamento che gli permetteva gli spostamenti in sicurezza... :-D :-D :-D :-D personalmente, nella mia vita, non ho mai provato a spalare quando la neve è alta due metri...
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

Davvero interessanti anche queste tue divagazioni tematiche.
E' incredibile come in certi luoghi ci possa essere un clima così diverso da stagione a stagione che rende il medesimo posto quasi irriconoscibile.
:shock:
A questo punto devo dire che sei proprio un esperto di quella zona del Piemonte!
Un riferimento per il forum!
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
bennygreco
Direttore di cantiere
Messaggi: 1683
Iscritto il: 30 dic 2008, 21:40
Località: Novara
Contatta:

Messaggio da bennygreco »

Giusto per continuare il tour....


Agosto 2008
Immagine

Domenica scorsa
Immagine



più varie ed eventuali, scattate sempre domenica scorsa in giro...

Immagine Immagine

Immagine Immagine


coronamento con guardiano incorporato :-D :-D
Immagine

Il guardiano diceva che lì, adesso, comincia ad essere bello, ma d'inverno la diga è difficile da raggiungere, e bisogna per forza salire con le ciaspole e con una ventina di chili di zaino in spalla.... e diceva che la strada dal sottostante lago di Antrona è stata appena aperta (prima era chiusa per valanghe/frane) ..... e non stava scherzando!! :oops:

Immagine Immagine
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

Ripeto...che fascino gli impianti in alta quota ed isolati... 8-)
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
bennygreco
Direttore di cantiere
Messaggi: 1683
Iscritto il: 30 dic 2008, 21:40
Località: Novara
Contatta:

Messaggio da bennygreco »

LO SCARICO DI SUPERFICIE


....eh, si vede bene anche da qui http://www.flashearth.com/?lat=46.04733 ... =0&src=msl .... il buon Guardiano mi disse che è a quota 1360.6 circa e che è predisposto per portare fino a 278 metri cubi al secondo (ricordate nel post sopra "quando piove pesante, questo signore ci mette un attimo a salire di qualche metro al giorno!")

Immagine Immagine

La vasca
Immagine

La paratoia domenica scorsa
Immagine

La paratoia ad agosto 2008
Immagine

Al ritorno, prima di tornare a casa, mi sono fermato sull'Alpe Ronco (sul lago di Antrona) e mi è rimasto impresso come questa diga cambi di parecchio la "fisionomia" secondo l'angolo di visuale :-) :-) :-)


Diciamo che, vista dalla strada che ci arriva (diciamo da qui http://www.flashearth.com/?lat=46.04841 ... =0&src=msl) la diga si presenta così
Immagine

Viceversa, osservandola dall'Alpe Ronco (quindi da qui http://www.flashearth.com/?lat=46.05850 ... =0&src=msl) e tiracchiando lo zoom della macchina fotografica, il look è completamente diverso
Immagine
con lo scarico (che dall'altra visuale proprio non c'era) in bella vista

Guardando bene l'ultima photo, ci si rende conto che la ex casa dei guardiani è "quasi" nella traiettoria dello scarico di superficie mentre in realtà quest'ultimo "gira a sinistra" e non dritto davanti (dove si trova, appunto, la ex casa)
Immagine
Quindi se proprio si dovesse scegliere tra abitare qui
Immagine

o nella casa della foto sopra, credo che il dubbio proprio non si porrebbe!!! :-D :-D :-D :-D :-D

E comunque il guardiano, saggiamente, è uscito con un "sì, va bene, la posizione della casa vecchia non è molto "felice" ma tieni presente che la traiettoria dello scarico gira a sinistra mentre la vecchia casa è a un bel po' di metri dritta........ se dovesse accadere che l'acqua dello scarico arriva a prendere quella casa, stai tranquillo che pochi minuti dopo succedono cose poco felici al paese più sotto... è una situazione che non si chiama più "diga che sfiora" ma prende un altro nome"
.... da qui
http://www.funivie.org/immagini_forum/c ... rossa3.jpg (photo presa un bel po' più in alto della nostra diga oggetto del topic) ci si rende conto della proporzione tra il Campliccioli a 1360, il lago di Antrona a 1100 ed il paese di Antrona Schieranco a circa 900 :-D :-D :-D

e, guardando dalla webcam di Antrona (ora posizionata sulla strada per Cheggio) http://www.neveazzurra.it/it/index.php? ... Itemid=420 il lago di Antrona non si vede...... in compenso, in alto a sinistra è ben presente la nostra diga! :-D :-D



... domani o dopo ne posto altre... non ho ancora finito!! :-D :-D :-D :-D
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

bennygreco ha scritto: ... domani o dopo ne posto altre... non ho ancora finito!! :-D :-D :-D :-D
A me piace molto l'impostazione di questo 3D...rende tutto più affascinante!
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
bennygreco
Direttore di cantiere
Messaggi: 1683
Iscritto il: 30 dic 2008, 21:40
Località: Novara
Contatta:

Messaggio da bennygreco »

Il guardiano della diga ha scritto:
A me piace molto l'impostazione di questo 3D...rende tutto più affascinante!

Dettagli della centrale (ci sono tornato ieri..... poi vi spiego come ho trovato il lago... :-D :-D :-D )

Immagine Immagine Immagine
Immagine Immagine Immagine
Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

Mi meravigliano le vetrate così pulite e così accessibili che sembra che le foto siano state scattate dall'interno! :-D
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
Messaggi: 5055
Iscritto il: 30 giu 2005, 22:29
Località: Treviso (TV)
Contatta:

Messaggio da phante »

bennygreco ha scritto:...
Guardando bene l'ultima photo, ci si rende conto che la ex casa dei guardiani è "quasi" nella traiettoria dello scarico di superficie mentre in realtà quest'ultimo "gira a sinistra" e non dritto davanti (dove si trova, appunto, la ex casa)
Immagine
Quindi se proprio si dovesse scegliere tra abitare qui
Immagine

o nella casa della foto sopra, credo che il dubbio proprio non si porrebbe!!! :-D :-D :-D :-D :-D
Non ho dubbi! Io voto per la vecchia casa! :wink:
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
bennygreco
Direttore di cantiere
Messaggi: 1683
Iscritto il: 30 dic 2008, 21:40
Località: Novara
Contatta:

Messaggio da bennygreco »

Il guardiano della diga ha scritto:Mi meravigliano le vetrate così pulite e così accessibili che sembra che le foto siano state scattate dall'interno! :-D
Lo sono, lo sono (scattate dall'interno..) ....

a parte ovviamente le due esterne, LA PRIMA E L'ULTIMA (dove si vede la cassa turbina in primo piano) sono scattate attraverso il vetro (sotto vedi da dove), mentre le altre sono state riprese con una tecnica di mia invenzione (eh....), che consiste nell'infilare il braccio dentro la grata quando la finestra E' APERTA :-D :-D ..... la difficoltà maggiore è stata prendere la targa della pelton.... tieni conto che, CON LA MANO APPENA DENTRO, la macchina fotografica inquadrava più o meno così

Immagine

quindi fai un po' tu..... ovviamente, per accorgermi ad occhio nudo che la pelton (A SX DIETRO ALL'ALTERNATORE) aveva una targa, provare a prenderla, tirare a chiodo il quindiciper della mia kodak da poverello, scattare e vedere che il risultato era questo
Immagine
.... per fare tutto questo ho fatto qualche contorsione, anche perchè come sicuramente intuisci non è facile tirare uno zoom, andare a capocchia sperando che l'autofocus centri la targa e scattare quando NON VEDI QUELLO CHE STAI INQUADRANDO..... :-D :-D


per completezza di informazione, quelle della cassa turbina sono state prese da questo finestrone qui
Immagine

dove, però si può iniziare a scattare a due metri d'altezza, perchè sotto è tutto metallo...... fortuna che sono alto uno e novanta :-D :-D :-D


Le altre "braccio dentro l'inferriata" sono state prese dalla seconda finestra da destra
Immagine
Avatar utente
bennygreco
Direttore di cantiere
Messaggi: 1683
Iscritto il: 30 dic 2008, 21:40
Località: Novara
Contatta:

Messaggio da bennygreco »

phante ha scritto:
Non ho dubbi! Io voto per la vecchia casa! :wink:

AAA Siamo l'Associazione Immobiliare "OF THE GERMAN", solida realtà leader nel campo dell'intermediazione immobiliare, quotata tra l'altro al NYSE, con in corso pratica di quotazione al NASDAQ -

Ci inseriamo in questo sito per proporre la vendita di una elegante palazzina nel fondo di una valle quasi all'estremo nord del Piemonte, in zona di massima tranquillità, raggiungibile a fatica d'estate e praticamente isolata d'inverno, nei pressi di quota 1300/1350 slm -

Immagine

Come si può vedere dalla foto sopra, la costruzione è su tre livelli, solida, ben tenuta, termoautonoma (nel senso che non dipende da altre costruzioni che, tra l'altro, NON CI SONO), attualmente libera perchè gli affittuari si sono trasferiti qualche centinaio di metri più in là -

Ad una trentina di metri più in alto, ed avendo il coraggio di arrivare fin lì in macchina (la strada è un 14 tornanti senza protezioni, praticamente un continuo burrone), si può avere la possibilità di posto auto riservato purtroppo scoperto -

E' una soluzione interessante, adatta per persone che vogliono darsi all'eremitaggio o fuggire dallo stress delle grandi città: tra l'altro, portandosi - con la logica del filo d'Arianna - dietro una patch di rete dell'opportuna lunghezza da qualche appartamento "Lannato" nel vicino paese a qualche chilometro in linea d'aria, chiunque abbia dimestichezza con indirizzi IP e quant'altro può facilmente accedere al web senza problemi di sottoscrizione abbonamenti -

La casa SEMBRA

Immagine

che si trovi nella traiettoria di un canale (quasi sempre secco) che parte da un muraglione retrostante alto settanta metri
Immagine
ma, come si vede dalle foto, in realtà il canale gira a sinistra mentre la casa di trova diritta più in là -

Esiste la possibilità che arrivino duecentosettantottomila litri al secondo di acqua, ma è un'ipotesi remota e, tra l'altro, a causa della curva del canale non dovrebbero lambire l'alloggio in vendita -

Con l'onestà che ci contraddistingue, teniamo a segnalare che eventuali valanghe che dovessero scendere dalla montagna, comunque si fermerebbero PRIMA della casa, per motivi a noi sconosciuti - La prova di questo è nell'immagine qui sotto

Immagine



Chiunque volesse, può contattarci anche solo per un preventivo alla nostra mail ofthegerman@ofthegerman.us :-D :-D

Vi aspettiamo numerosi!! Non lasciatevi sfuggire quest'occasione, più rara che unica!!! :-D :-D :-D :-D
Avatar utente
Il guardiano della diga
Colui che è andato oltre all'immaginabile dello scibile dighico
Messaggi: 10220
Iscritto il: 10 gen 2006, 17:44
Località: Adegliacco-UD (Casas in Adelliaco, 762 d.C.)
Contatta:

Messaggio da Il guardiano della diga »

:lol: :lol: :lol: Fantastico!!! :lol: :lol: :lol:
Vivo la mia vita un quarto di diga alla volta,
e in mezzo a quei conci...mi sento libero!

LEDRARULE

Cence memorie nol è futûr...

LA FORZA DELL'ACQUA,
GOVERNATA DALL'UOMO
CREA LUCE E VITA
Rispondi