Le 130 dighe nel mirino del Governo (ricordando le tragedie

Un contenitore per le novità provenienti dal mondo

Le 130 dighe nel mirino del Governo (ricordando le tragedie

Messaggioda phante » gio ago 23, 2018 11:44 am

Sulla scia del cedimento del ponte a Genova il Sole 24 ore parla di dighe.

http://www.ilsole24ore.com/art/impresa- ... o-governo-
ricordando-tragedie-ieri-170250.shtml?uuid=AEVRT0cF&refresh_ce=1
Siamo macchie d'olio pensante,
trasportate lungo corridoi d'ombra.
Da qualche parte abbiamo i corpi,
molto lontano, in una mansarda stipata
con il soffitto d'acciaio e vetro.

W.Gibson, La notte che bruciammo Chrome
Avatar utente
phante
Camminatore dei cunicoli
 
Messaggi: 5038
Iscritto il: gio giu 30, 2005 10:29 pm
Località: Treviso (TV)

Re: Le 130 dighe nel mirino del Governo (ricordando le trage

Messaggioda brigaboom » gio ago 23, 2018 4:16 pm

Posso dire che questa richiesta dei report di conservazione è una cagata pazzesca?
Gli obblighi di comunicazione in capo ai gestori delle dighe comprendono già molti più dati di qualunque cosa si possa scrivere e mandare al ministero in due settimane.

Sparare ad alzo zero contro tutti i concessionari di infrastrutture rilevanti, come è stato fatto, non ha alcuna utilità pratica.
brigaboom
Montanaro
 
Messaggi: 277
Iscritto il: sab ott 26, 2013 8:27 pm

Re: Le 130 dighe nel mirino del Governo (ricordando le trage

Messaggioda cestò » gio set 06, 2018 9:36 pm

Gli articoli di giornale lasciano il tempo che trovano...
Ora va di moda parlare dei rischi che comportano le grandi opere, per via della solita isteria collettiva che segue una tragedia, ma tra non molto si parlerà d'altro.
Tra l'altro ho ravvisato due errori nella parte che riguarda il Vajont: uno è l'altezza, che erroneamente è fissata in 255 metri quando invece è "risaputo" che si attesta a 261,60.

Anche nel racconto della tragedia del Molare c'è qualcosa che non quadra:

"E quell’acqua saliva nel lago, e sotto le secchiate di pioggia la roccia friabile non resse e si sbriciolò, esplosero il calcestruzzo e l’armatura d’acciaio, la diga franò, l’onda spazzò il paese di Molare e la città di Ovada. Morirono 111 persone.
Il 28 maggio 1938 la Regia Corte d’Appello di Torino assolse con formula piena i gerarchi fascisti, gli ingegneri e l’azienda."


Forse questi giornalisti non sanno che la diga del Molare che franò non fu quella "principale" in muratura ma quella "secondaria" in terra e che anche se fosse stata in calcestruzzo, non avrebbe avuto armatura in acciaio, né in ferro...come del resto tutte le dighe di questo materiale...
GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL VAJONT
Saluti da Marco
Avatar utente
cestò
Il grande Vajont
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: mar set 29, 2009 9:23 am
Località: Colleferro (Rm) ...ma con l'intenzione di trasferirmi prima o poi nel Vajont...

Re: Le 130 dighe nel mirino del Governo (ricordando le trage

Messaggioda virgilio » gio gen 02, 2020 9:55 pm

Evidenzio questa in L. 160/2019, allegato in Art. 1.

Immagineupload picture
virgilio
Contadino
 
Messaggi: 64
Iscritto il: mar lug 05, 2005 12:22 pm
Località: Triveneto


Torna a Rassegna stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite