Home > Le dighe

Le dighe

In questa rubrica andremo a "raccontare" la storia e le caratteristiche degli impianti.

Gli ultimi articoli pubblicati:

  • Turàno

    Questa diga si trova in località Posticciola, una frazione del comune di Rocca Sinibalda, in provincia di Rieti.
    Finita di costruire nel 1939 dalla Società Terni la diga del Turàno sbarra il corso del fiume omonimo in prossimità di due alti e ripidi costoni di possente roccia calcarea.
    E’ alta 80 m, realizzata in calcestruzzo e del tipo a gravità massiccia con pianta leggermente arcuata. La parte sommitale, lunga 256 m, è attraversata da una strada transitabile sorretta da una struttura ad archi (...)

    (continua)
  • Ceresole Reale

    La diga di Ceresole Reale è stata costruita tra il 1927 e il 1930 dall’AEM Torino per permettere la regolazione annuale dell’energia producibile nella centrale di Rosone e in quelle a valle sull’asta del torrente Orco. Attualmente il gestore è Iren Energia ( ex.AEM )
    Ubicazione e geologia
    La diga è situata a quota 1500 m s.l.m. circa, in valle Orco, entro il comune di Ceresole Reale. Il serbatoio occupa la piana di Ceresole Reale, vasto terrazzo facente parte della formazione di gneiss compatta (...)

    (continua)
  • Alpe Gera

    La diga di Alpe Gera, situata nel comune di Lanzada (Sondrio) in alta Valmalenco nelle Alpi Retiche, è la diga in esercizio più alta d’Italia.
    La diga è stata realizzata per garantire la regolazione annuale dell’energia producibile dal sistema idroelettrico del Mallero in Valmalenco. Lo sbarramento è ubicato a quota 2000 m s.l.m. nel vallone del T. Lanterna, affluente di sinistra del Mallero, e occupa la piana di Alpe Gera, solcata dal torrente Cormor, formando un’invaso della capacità massima (...)

    (continua)